Avvisi ai risparmiatori


Segnalazioni relative a sedicenti società di recupero crediti (15 marzo 2019)

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, rilevando un significativo incremento delle segnalazioni relative a sedicenti società di recupero crediti che, anche affermando falsamente di essere incaricate dalla Consob, prospettano ai potenziali clienti la possibilità di ottenere, a fronte di un corrispettivo, la restituzione delle somme di denaro già investite per il tramite di soggetti abusivamente operanti come società di intermediazione finanziaria, rappresenta che non esiste alcun soggetto incaricato dalla Consob a svolgere un’attività di recupero crediti per conto dei risparmiatori che siano occorsi in perdite finanziarie operando con società non autorizzate alla prestazione di servizi e attività di investimento.

A tal proposito, si invitano i risparmiatori a prestare la massima cautela considerato che tali iniziative di recupero crediti e attività assimilabili potrebbero celare operatività ingannevoli volte ad appropriarsi del denaro eventualmente conferito.

* * *

Segnalazione Consob su sedicente “gruppo bancario City Group Italy” che propone di recuperare crediti degli investitori persi tramite trading online (3 luglio 2019)

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa segnala che il sedicente “gruppo bancario City Group Italy”, mediante l’invio di messaggi di posta elettronica, utilizzando fraudolentemente il logo e il nome della CONSOB e di un intermediario finanziario autorizzato, millanta di essere stato incaricato dalla stessa CONSOB di applicare la normativa di un non meglio precisato “Fondo di compensazione degli investitori” per recuperare gli investimenti persi tramite siti di trading on line.

Si avvisa che il contenuto dei suddetti messaggi è falso ed ingannevole.

La CONSOB, che non ha mai autorizzato simili iniziative, ritiene che dietro a tali attività si celi l’intenzione di truffare i risparmiatori.

Si raccomanda, quindi, di non aderire assolutamente a tali proposte e di prendere visione della sezione del sito istituzionale della CONSOB denominata “Occhio alle truffe!” e, in particolare, delle precedenti comunicazioni a tutela dei risparmiatori  riguardanti i fenomeni delle sedicenti società di recupero credito e delle cc.dd. “società clone”.