Newsletter


Notiziario settimanale - anno XXIV - N° 1 - 2 gennaio 2018

Le notizie della settimana:
- >Comunicazioni Consob a tutela dei risparmiatori
- >Comunicazioni a tutela dei risparmiatori di altre autorità
- >Consob adotta il nuovo Regolamento Mercati
- >Modifiche al Regolamento Emittenti della Consob
- >Mifid2 e Priips: Corso di formazione per giornalisti sulle innovazioni normative in vigore da gennaio 2018 - Milano 24 gennaio; Roma 5 febbraio 
- > Industria e Innovazione: Consob approva Il prospetto di offerta e quotazione
- >Consob: attribuzione temporanea dell’incarico di responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza

Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana

Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.


LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

AVVISO: La pubblicazione di "Consob Informa" viene sospesa per una settimana e riprenderà lunedì 15 gennaio 2018 con il n. 2/2018.

COMUNICAZIONI CONSOB A TUTELA DEI RISPARMIATORI

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa segnala che:

  • non esiste il "nuovo Albo Provvisorio dei Consulenti Finanziari Autonomi" in cui il sig. Massimiliano Locorotondo, nato ad Ostuni (BR) il 16/01/1983, asserisce di essere iscritto;

  • l'attività posta in essere attraverso i siti internet thebitcoinscode.com/it/, the-bitcoin-code.com, thebitcoincode.com/it/ e la pagina Facebook www.facebook.com/The-Bitcoin-Code-Italiano-118728545441835 non è riconducibile ad alcun soggetto autorizzato in Italia ad offrire fuori sede ovvero a promuovere o collocare mediante tecniche di comunicazione a distanza servizi o attività di investimento;

  • le società Europe Trade Ltd, Ajn Trade Ltd e Eu Trading Services Llp non sono autorizzate alla prestazione di servizi e attività di investimento in Italia secondo alcuna modalità e, quindi, neanche attraverso i siti internet www.europetradefx.com e www.hcpinvest.co.uk;

  • la società Europe Trade Ltd non è autorizzata alla prestazione di servizi e attività di investimento in Italia secondo alcuna modalità e, quindi, neanche attraverso il sito internet www.spot24trade.com;

  • la società Blue Seal Limited non è autorizzata alla prestazione di servizi e attività di investimento in Italia secondo alcuna modalità e, quindi, neanche attraverso il sito internet www.vix500.net;

  • la società Nostro Technology Ltd non è autorizzata alla prestazione di servizi e attività di investimento in Italia secondo alcuna modalità e, quindi, neanche attraverso il sito internet www.xlrtrade.com.  

COMUNICAZIONI A TUTELA DEI RISPARMIATORI DI ALTRE AUTORITA'

Le autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority - Fca), Spagna (Comisión Nacional del Mercado de Valores - Cnmv), Francia (Authorité des Marchés Financiers - Amf), Lussemburgo (Commission de Surveillance du Secteur Financier - Cssf), Svizzera (Swiss Financial Market Supervisory Authority - Finma), Olanda (Netherlands Authority for the Financial Markets - Afm), Irlanda (Central Bank of Ireland), Portogallo (Portuguese Securities Commission -Cmvm), Hong Kong (Securities and Futures Commission - Sfc), e Panama (Superintendencia del Mercado de Valores - Smv), segnalano le società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari e assicurativi senza le previste autorizzazioni.

Segnalate dalla Fca:

  • Hansa Capital Partners

  • Axeworth Securities (www.axeworthsecurities.ch), con sede dichiarata a Zurigo.

Segnalate dalla Cnmv:

  • Exo Capital Markets Limited (www.trade12.com); 

  • Tiburon Corporation Limited (https://binomo.com).

Segnalata dalla Cssf:

  • Epargne Banque.

Segnalate dalla Finma:

  • World Trade Capital (www.wt-capital.com), con sede dichiarata a Zurigo; 

  • Swiss Assets Fx Finance Ltd (https://swissassetsfx.com).

Segnalata dalla Amf:

  • Hollis Kookmin Financial (https://hkfglobal.com), con sede dichiarata in Canada.

Segnalata dalla Central Bank of Ireland:

  • Kyburg Financial GmbH (Svizzerawitzerland).

Segnalata dalla Cmvm:

  • GTPcapital (www.GTPcapital.com), con sede a Londra.

Segnalata dalla Sfc:

  • Cradle Heights.

Segnalate dalla Smv:

  • Sentinel Group

  • Orocrypt

  • Imarkets Live.

L'autorità di vigilanza belga (Financial Services and Markets Authority - Fsma) mette nuovamente in guardia gli investitori dagli investimenti in diamanti.  Ciò tenuto conto della continua crescita di offerta di investimenti del genere e di pratiche commerciali e pubblicitarie sempre più aggressive.


CONSOB ADOTTA IL NUOVO REGOLAMENTO MERCATI

Consob ha adottato il nuovo Regolamento Mercati che recepisce, per la parte relativa ai mercati, le innovazioni normative introdotte dalla nuova disciplina europea in materia di prestazione dei servizi di investimento e di mercati degli strumenti finanziari, così come definita dalla direttiva Mifid2 (2014/65/UE) e dal regolamento Mifir (600/2014).

Tra le novità principali una ridefinizione dei requisiti organizzativi e operativi a carico delle sedi di negoziazione, cioè mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione (Mtf) e la nuova tipologia di sistema organizzato di negoziazione (Organized Trading Facility, Otf). Vengono, inoltre, ridefiniti i requisiti di trasparenza e il reporting delle negoziazioni in strumenti finanziari. Del tutto nuove, invece, le aree dei limiti alle posizioni in derivati su merci e dei servizi di comunicazione di dati.

Il nuovo Regolamento Mercati della Consob, che abroga e sostituisce quello attuale, entrerà in vigore il giorno successivo alla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. A far data dall'applicazione del nuovo Regolamento Mercati i soggetti saranno tenuti al rispetto degli obblighi comunicativi ivi previsti al momento dell'autorizzazione o dell'avvio dell'operatività e in occasione dei successivi cambiamenti rispetto alle informazioni fornite.

È stato inoltre previsto un apposito regime transitorio finalizzato a consentire un adeguamento tempestivo ai nuovi obblighi informativi e di comunicazione dettati dal rinnovato Regolamento Mercati ai soggetti che alla data del 3 gennaio 2018 risultino già autorizzati, secondo i rispettivi regimi, e operativi.

Sul sito www.consob.it sono disponibili la delibera di adozione del nuovo Regolamento Mercati insieme alla relazione illustrativa sulle modifiche apportate al Regolamento, comprensiva degli esiti della consultazione svoltasi tra il 31 luglio e il 30 settembre scorsi.


MODIFICHE AL REGOLAMENTO EMITTENTI DELLA CONSOB

La Commissione ha approvato le modifiche al regolamento emittenti della Consob (Regolamento n. 11971 del 14 maggio 1999) finalizzate ad adeguare la normativa secondaria di emanazione Consob al regolamento (UE) n. 1286/2014, relativo ai documenti contenenti le informazioni chiave per i prodotti d'investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati (Regolamento Priips) - direttamente applicabile negli Stati membri a decorrere dal 1° gennaio 2018 - e alle relative disposizioni di attuazione contenute nel decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 (Tuf).

Il Key Information Document o KID è un documento a consegna obbligatoria, contenente le informazioni chiave che devono essere fornite agli investitori al dettaglio in occasione dell'acquisto di prodotti d'investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati (Priips), al fine di agevolarne la comprensione e la comparabilità.

Le nuove disposizioni del Regolamento Emittenti disciplinano l'obbligo di notifica alla Consob dei documenti contenenti le informazioni chiave (KID) per i prodotti d'investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati (Priips), ai sensi di quanto previsto dall'art. 4-sexies, comma 5, del Tuf.

Esse figurano nella Parte II, Titolo I, all'interno di un nuovo Capo IV-bis. Tale Capo contiene due nuovi articoli, l'art. 34-bis.1, di carattere definitorio e l'art. 34-bis.2 contenente la disciplina dell'obbligo di notifica alla Consob del KID.

Per quanto concerne, in particolare, l'obbligo di notifica del KID alla Consob, viene previsto che lo stesso si concretizza nel deposito del documento presso la medesima autorità, secondo modalità specificate dalla Consob con istruzioni operative (tali istruzioni sono state pubblicate in data 22 dicembre sul sito internet della Consob).

La delibera di modifica del regolamento insieme alla relazione illustrativa sulle modifiche  apportate al regolamento sono disponibili sul sito www.consob.it.


MIFID2 E PRIIPS: CORSO DI FORMAZIONE PER GIORNALISTI SULLE INNOVAZIONI NORMATIVE IN VIGORE DA GENNAIO 2018 - MILANO 24 GENNAIO; ROMA 5 FEBBRAIO

Consob organizza un corso di formazione per giornalisti sui temi delle innovazioni normative in vigore dal 2018 per effetto delle discipline europee Mifid2 e Priips.

L'evento si terrà a Milano e a Roma.

L'appuntamento a Milano è mercoledì 24 gennaio 2018 dalle 09:00 alle 13:00 nella sede Consob di Via Broletto 7 (zona Cordusio).

L'appuntamento a Roma è lunedì 5 febbraio 2018 dalle 09:00 alle 13:00 nell'auditorium della sede Consob con ingresso da Via Claudio Monteverdi 35.

L'iscrizione  è possibile tramite la piattaforma Sigef del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti.

La partecipazione al corso è gratuita e dà diritto a 4 crediti formativi.

Il corso farà il punto sulle principali novità normative in arrivo da gennaio 2018.

La nuova disciplina europea sulla prestazione dei servizi di investimento (Mifid2) introduce, tra le altre cose, la product  governance, ovvero l'obbligo in capo a chi progetta strumenti finanziari destinati ai piccoli risparmiatori di tener conto delle esigenze di investimento tipiche dei piccoli risparmiatori fin dalla fase iniziale della progettazione. Viene introdotta, inoltre, la product intervention, il potere in capo alle autorità nazionali di regolamentazione e di vigilanza sui mercati finanziari di disporre il divieto di offerta e collocamento di strumenti finanziari considerati opachi o complessi.

Per quanto riguarda la disciplina europea sui prodotti d'investimento e assicurativi preassemblati, destinati agli investitori al dettaglio (Priips), il corso metterà a fuoco il nuovo strumento del Kid  (Key Information Document), il documento informativo che in pochissime pagine descrive le caratteristiche del prodotto offerto. Il corso delineerà, infine, i prossimi sviluppi della disciplina europea in materia di prospetto informativo.

Il corso è tenuto da relatori Consob. Introduce i lavori il Commissario Carmine Di Noia.

Per eventuali richieste di informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria dell'ufficio stampa della Consob: 06 8477413 – 06 8477658 o all'indirizzo email salastampa@consob.it


INDUSTRIA E INNOVAZIONE: CONSOB APPROVA IL PROSPETTO DI OFFERTA E QUOTAZIONE

Consob ha approvato il prospetto informativo relativo all'offerta pubblica di sottoscrizione e all'ammissione a quotazione sull'Mta di azioni ordinarie – Industria e Innovazione Spa (Indi).

L'assemblea straordinaria dei soci di Indi il 29 giugno scorso ha deliberato di:

  • aumentare il capitale sociale, in forma scindibile e a pagamento, per l'ammontare di massimi 3.040.124,33 euro, mediante l'emissione di massime 37.486.120 nuove azioni ordinarie, al prezzo di 0,0811 euro (di cui 0,02 a titolo di sovrapprezzo) per ogni nuova azione, da offrire in opzione agli azionisti titolari di azioni ordinarie Indi, nel rapporto di 8 nuove azioni ordinarie ogni 5 azioni ordinarie possedute ("aumento di capitale in opzione"). I diritti di opzione dovranno essere esercitati, a pena di decadenza, nel periodo dal 29 dicembre 2017 al 25 gennaio 2018 incluso, e saranno negoziabili in Borsa dal 29 dicembre 2017 al 19 gennaio 2018. Entro il mese successivo alla fine del periodo di offerta i diritti di opzione non esercitati saranno offerti in borsa dalla società, ai sensi dell'articolo 2441, comma 3, del codice civile;

  • aumentare il capitale sociale in via inscindibile per 43.000.000.02 euro, mediante l'emissione, con esclusione del diritto di opzione, di 530.209.618 nuove azioni ordinarie, al prezzo di 0,0811 euro (di cui 0,02 a titolo di sovrapprezzo), da liberare mediante conferimento in natura da parte di Plc Group Spa delle partecipazioni totalitarie detenute in Plc System Srl e Plc Service Srl ("aumento di capitale in natura");

  • aumentare il capitale sociale per un importo complessivo di 747.999,98 euro, mediante emissione, con esclusione del diritto di opzione, di massime 9.223.181 nuove azioni ordinarie, da eseguirsi in due tranche mediante conversione in azioni di crediti ("aumento di capitale in conversione").

L'emittente nell'individuare il prezzo di emissione delle azioni si è avvalso di una fairness opinion rilasciata in data 30.5.2017 da un esperto indipendente. La società di revisione EY ha emesso una relazione sulla congruità del prezzo di emissione delle azioni, ai sensi degli artt. 2441, comma 6 c.c. e 158 del Tuf.

Il prospetto riguarda l'offerta pubblica di sottoscrizione relativa all'aumento di capitale in opzione e l'ammissione alle negoziazioni delle azioni rivenienti da tutti e tre i suddetti aumenti di capitale.

Alla data del prospetto informativo l'emittente non svolge alcuna attività operativa. Ad esito dell'aumento di capitale in natura l'emittente inizierà ad operare nel settore di riferimento dei gruppi facenti capo a Plc System e Plc Service, entrambi attivi nel settore delle energie rinnovabili (fotovoltaico ed eolico). In particolare, il gruppo Plc System svolge attività di costruzione di infrastrutture elettriche e di generazione di energia elettrica, mentre il gruppo Plc Service fornisce servizi di manutenzione nel medesimo settore.

Alla data del prospetto, gli azionisti che detengono, direttamente o indirettamente, partecipazioni superiori al 5% del capitale sociale di Indi (qualificabile quale Pmi) sono: Aurelia Srl, 11,62%; Eugenio Piovesana, 9,26%; Rodrigue Sa, 7,11%;  Banca Monte dei Paschi di Siena Spa, 7,11%. Nessun soggetto esercita, direttamente o indirettamente, il controllo sull'emittente ai sensi dell'articolo 93 del Tuf.

Ad esito degli aumenti di capitale, in ipotesi di integrale sottoscrizione dell'aumento in opzione da parte dei soci, Plc Group Spa verrà a detenere n. 530.209.618 azioni (pari all'88,32% di Indi del capitale sociale post aumenti di capitale) ed eserciterà il controllo di diritto sull'emittente ai sensi dell'articolo 93 del d.lgs. n. 58/98. Plc Group ha garantito la sottoscrizione delle azioni eventualmente rimaste inoptate. Essendo gli aumenti di capitale finalizzati al risanamento della situazione di crisi in cui versa la società, troverà applicazione l'ipotesi, di cui all'articolo 49, comma 1, lett. b), n. 1), ii), del Regolamento Consob n. 11971/99, di esenzione dall'obbligo di promuovere un'offerta pubblica di acquisto totalitaria ai sensi dell'art. 106, comma 5, lett. a del Tuf.

I suddetti aumenti di capitale si inseriscono in un più ampio processo di risanamento aziendale avviato in risposta alla situazione di crisi economico-patrimoniale e finanziaria del gruppo Indi culminata con l'erosione integrale del patrimonio netto. In particolare, il 5 aprile 2017 l'emittente ha sottoscritto un accordo di ristrutturazione dei debiti, ex art. 182-bis della Legge Fallimentare, al quale hanno aderito le banche creditrici nonché Plc Group Spa, Nelke Srl (azionista di Plc Group) e Richini Due Srl (società controllata integralmente dall'emittente).

Gli elementi essenziali di cui si compone tale accordo sono: (i) gli aumenti di capitale sopra menzionati (ii) la ristrutturazione del debito gravante su Indi; (iii) la dismissione delle attività e passività esistenti in capo all'emittente.

Il prospetto riporta tra le "avvertenze per l'investitore" e nel capitolo "fattori di rischio" gli elementi di rischiosità relativi all'emittente e al gruppo, al settore in cui operano e agli strumenti finanziari offerti.


CONSOB: ATTRIBUZIONE TEMPORANEA DELL'INCARICO DI RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA

La Commissione ha attribuito fino al 28 febbraio 2018, l'incarico di Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza, ai sensi della legge n. 190/2012, alla dott.ssa Marina Cicchetti, Responsabile dell'Ufficio Controllo Interno, a decorrere dal 1° gennaio 2018 (delibera n. 20253 del 28 dicembre 2017).

Al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza compete lo svolgimento in piena autonomia ed effettività di tutte le attività attribuite dalla legge e, in particolare: a) l'elaborazione della proposta di Piano triennale di prevenzione della corruzione, da sottoporre alla Commissione ai fini della relativa approvazione; b) l'esercizio, in piena autonomia, dei poteri previsti dalla legge ai fini dello svolgimento dei compiti di prevenzione della corruzione, ivi inclusi quelli concernenti l'attuazione degli obblighi in materia di trasparenza di cui al d.lgs. n. 33/2013.

La dott.ssa Cicchetti sostituisce il dott. Guido Stazi, Segretario Generale della Consob e Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, il cui incarico è scaduto il 31 dicembre 2017.


   - LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE ASSUNTE
O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA
-
(i documenti immediatamente disponibili nel sito sono evidenziati tramite link;
gli altri provvedimenti saranno disponibili nei prossimi giorni) 

Comunicazioni e raccomandazioni
Consob
Prospetti
  • Approvato il prospetto informativo relativo all'offerta pubblica di sottoscrizione e all'ammissione a quotazione sull'Mta di azioni ordinarie – Industria e Innovazione Spa (decisione del 28 dicembre 2017).

  • Approvati il supplemento al documento di registrazione, i supplementi ai prospetti di base relativi ai programmi di offerta e/o quotazione di obbligazioni  e certificates Unicredit Spa (decisione del 28 dicembre 2017).

  • Approvato il documento di registrazione e il prospetto di base relativo al programma di offerta al pubblico di prestiti obbligazionari Banco di Sardegna Spa (decisione del 28 dicembre 2016).

  • Approvati i prospetti di base relativo ai programmi di offerta al pubblico di certificates Banca Imi Spa (decisione del 28 dicembre 2016). 

CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Laura Ferri, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l’Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "pubblicazioni/newsletter".