Newsletter


Notiziario settimanale - anno XXIV - N° 37 - 8 ottobre 2018

Le notizie della settimana:
- >Comunicazioni a tutela dei risparmiatori
- >Ipo Piovan Spa: approvato il prospetto informativo di quotazione
- >Requisiti di conoscenza e competenza del personale degli intermediari: pubblicate Q&A Consob
- >Regolamento europeo sugli abusi di mercato: Consob adotta una policy interna sull’autorizzazione a ritardare la pubblicazione di informazioni privilegiate
- >Esma proroga per un trimestre i divieti sulle opzioni binarie
- >Divieto temporaneo alle vendite allo scoperto sul titolo Astaldi
- >Roma, 22 ottobre 2018: presentazione rapporto Consob sulle scelte di investimento delle famiglie italiane
- >Convegno “Finanza sostenibile e responsabilità sociale d’impresa” - Roma, 25 ottobre 2018
- >Memo: Convegno Consob-Esma-Bocconi "Securities markets: trends, risks and policies" - call for papers

Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana
Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.

- LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

Le autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority - Fca), Irlanda (Central Bank of Ireland), Austria (Austrian Financial Market Authority – Fma), Polonia (Polish Financial Supervision Authority - Knf), Svizzera (Swiss Financial Market Supervisory Authority – Finma), Belgio (Financial Services and Markets Authority - Fsma) e Hong Kong (Securities and Futures Commission – Sfc), segnalano le società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari e assicurativi senza le previste autorizzazioni.

Segnalate dalla Fca:

  • Interfinancial, clone della società autorizzata Interfinancial Limited (n. di riferimento: 708431);
  • Crypto Options Trader (www.crypto-optionstrader.com), con sede dichiarata a Londra;
  • Mayfield Pension Services (www.mayfieldpensions.com; www.mayfieldpensions.com/landing; www.mayfieldpensions.com/safeinvest/), con sede dichiarata nel Regno Unito, clone della omonima società (n. di riferimento: 08580724).

Segnalata dalla Central Bank of Ireland:

  • Bridge Road Capital Management, con sede dichiarata in Irlanda.

Segnalate dalla Fma:

  • Gerber and Partners (www.gerberandpartners.com);
  • ArbitraCoin (www.arbitracoin.com);
  • www.afbauer.com.

Segnalata dalla Knf:

  • For Direct Srl.

Segnalate dalla Finma:

  • Benchhill Partners Ltd (www.benchhill.ch), con sede dichiarata a Zurigo;
  • Newport Legacy Inc (https://newportlegacy.net), con sede dichiarata a Zurigo;
  • Trade Capital Investments Ltd (https://tradecapital.com), con sede dichiarata a Ginevra.

Segnalate dalla Fsma:

  • Yamaguchi Laurentian Securities;
  • Sumitomo Gunma Holdings;
  • Shinsei Securities;
  • Kangyo Yokohama Securities;
  • Cruzinvest.uk / Publicprivatebank.com;
  • Asahi Marusan Management.

Segnalate dalla Sfc:

  • Sheridan Wells Advisors (www.sheridanwellsadvisors.com), con sede dichiarata a Hong Kong;
  • Hk Guojing Investment Management Limited (www.hkmzqh.com), con sede dichiarata a Hong Kong e in Cina.

* * *

L’autorità di vigilanza francese (Authorité des Marchés Financiers - Amf) ha pubblicato il seguente elenco dei siti attraverso i quali sono offerti investimenti atipici senza autorizzazione:

  • www.achat-bitcoin.co;
  • www.acheterdubitcoin.com;
  • www.adg-placement.com;
  • www.bitnexx.tech;
  • www.buy-bitcoin-pagedemo.co;
  • www.cryptofrance.info;
  • www.cryptos-maker.com;
  • www.eminage.com;
  • www.goodcoin.fr;
  • www.infoscrypto.com;
  • www.investirvin.info;
  • www.lesgrandscrus.net;
  • www.netcoinplace.com;
  • www.patrimoine-vin.com;
  • www.prestige-vin.com;
  • www.rachatbitcoin.com;
  • www.sti-metal.com;
  • www.toutsurlebitcoin.com;
  • www.versatiscoin.com;
  • www.vino-capital.com;
  • www.vinsimo.com.

L’elenco è pubblicato sul sito internet dell’Amf, al seguente indirizzo: www.amf-france.org.

torna al sommario

La Commissione ha approvato il prospetto informativo relativo all’ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie di Piovan Spa sul Mercato telematico azionario (Mta) organizzato e gestito da Borsa Italiana Spa.

Borsa Italiana ha rilasciato il provvedimento di ammissione a quotazione delle azioni Piovan il 3 ottobre scorso.

Piovan Spa si è qualificata quale Piccola media impresa (Pmi), ai sensi dell’articolo 1, comma 1, lettera w-quater.1), del Tuf , avendo un fatturato, per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017, inferiore a 300 milioni di euro.

Il gruppo è il principale operatore a livello mondiale nello sviluppo e nella produzione di sistemi ausiliari di automazione dei processi produttivi per lo stoccaggio, trasporto e trattamento di polimeri e polveri plastiche (sistemi per l’area plastica). A partire dal 2015, il gruppo è attivo in modo crescente anche nello sviluppo e nella produzione di sistemi ausiliari di automazione dei processi produttivi per lo stoccaggio, trasporto e trattamento di polveri alimentari (sistemi per l’area food). Il gruppo, inoltre, assiste su base globale i propri clienti; ciò anche attraverso una continua assistenza tecnica, che include la commercializzazione di ricambi dei macchinari e la fornitura di una gamma di ulteriori servizi (servizi e ricambi).

Alla data del prospetto l’emittente è controllata di diritto, ai sensi dell’articolo 2359, comma 1, del codice civile e dell’articolo 93 del Tuf, indirettamente dal Presidente del Consiglio di amministrazione Nicola Piovan che, attraverso Pentafin Spa, ne detiene il 94,07% del capitale sociale. Il controllo di diritto di Pentafin sull’emittente permarrà anche a seguito dell’offerta e la società non sarà pertanto contendibile.

L’offerta consiste esclusivamente in un’offerta di vendita da parte dell’azionista venditore, Pentafin, riservata agli investitori istituzionali. L’offerta è finalizzata all’ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie dell’emittente sull’Mta e, ricorrendone i presupposti, sul segmento Star. Non è prevista alcuna offerta al pubblico indistinto.

L’offerta ha ad oggetto azioni pari al 35% del capitale sociale. E’ inoltre prevista la concessione da parte dell’azionista venditore dell’opzione greenshoe. In caso di integrale esercizio dell’opzione greenshoe le azioni offerte rappresenteranno complessivamente il 40,22% del capitale sociale dell’emittente.

Il prospetto riporta tra le “avvertenze per l’investitore” e nel capitolo "fattori di rischio" gli elementi di rischiosità relativi all’emittente e al gruppo, al settore di attività in cui operano, all’offerta e agli strumenti finanziari oggetto di quotazione.

torna al sommario

La Commissione fornisce - nella forma di Q&A (Questions and Answers) - chiarimenti applicativi in relazione ad alcuni aspetti della disciplina dei requisiti di conoscenza e competenza del personale degli intermediari (articoli da 78 a 82 del Regolamento intermediari, adottato con delibera Consob n. 20307 del 15 febbraio 2018) che forniscono informazioni o consulenza alla clientela in materia di investimenti in strumenti finanziari.

In particolare, le Q&A pubblicate nel sito www.consob nella sezione “la Consob e le sue attività/regolamentazione/intermediari/orientamenti Consob”, afferiscono alle seguenti tematiche del Regolamento intermediari:

  • ambito di applicazione (articolo 78);
  • requisiti di conoscenza e competenza (articoli 79 e 80);
  • requisiti del supervisore (articolo 81);
  • altri requisiti per gli intermediari (articolo 81);
  • modalità di aggiornamento professionale del consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede (articoli 81 e 156).

torna al sommario

Consob ha adottato una policy interna che disciplina i casi in cui gli emittenti possono essere autorizzati a ritardare, sotto la propria responsabilità, la comunicazione al pubblico di informazioni privilegiate a potenziale impatto sistemico, in conformità all’articolo 17, paragrafo 5, del Regolamento europeo sugli abusi di mercato (Mar). L’istituto si affianca a quello ordinario, accessibile a tutti gli emittenti ai sensi della Mar (articolo 17, paragrafo 4).

Perché il ritardo nella comunicazione possa essere autorizzato l’emittente deve mostrare che: (a) sussista il rischio che la diffusione immediata delle informazioni privilegiate comprometta la propria stabilità e quella del sistema finanziario; (b) sussista un interesse pubblico a ritardare la comunicazione; (c) sia garantita la riservatezza delle informazioni.

La policy delinea l’iter del processo di valutazione da parte della Consob e gli scambi di informazioni con le autorità di vigilanza prudenziale.

Con l’occasione si segnala che l’Esma, l’autorità di vigilanza sui mercati europei, ha pubblicato, nelle “Questions and Answers on the market abuse regulation (Mar)”, tre Q&A concernenti l’articolo 17, paragrafo 5, Mar, attinenti, rispettivamente, alla valutazione della sussistenza delle condizioni per chiedere l’autorizzazione (Q&A n. 5.3), alla durata attesa del ritardo (Q&A n. 5.4) e, in caso di mancata autorizzazione, all’impossibilità di ritardare in via ordinaria la pubblicazione ai sensi dell’articolo 17, paragrafo 4, Mar (Q&A n. 5.5).

torna al sommario

L'Esma, autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati, ha deliberato lo scorso 21 settembre la proroga trimestrale del divieto alla commercializzazione, distribuzione o vendita di opzioni binarie agli investitori retail, già in vigore dal 2 luglio al 1° ottobre 2018 (v. “Consob Informa”  n. 22/2018) . La proroga decorre dal 2 ottobre 2018 ed è valida per un ulteriore trimestre. E' stato escluso un limitato numero di prodotti già presenti nel provvedimento iniziale che - a parere dell'Esma - comportano rischi ridotti per gli investitori.

torna al sommario

La Consob, con delibera n. 20598 del 1° ottobre 2018, ha vietato temporaneamente le vendite allo scoperto sul titolo Astaldi (codice Isin IT0003261069) per l’intera seduta borsistica di martedì 2 ottobre 2018.

Il divieto è stato adottato in applicazione dell’articolo 23 del Regolamento comunitario in materia di “short selling”, tenuto conto della variazione di prezzo registrata dal titolo nella giornata del 1° ottobre 2018 (superiore alla soglia del -10%). Il divieto ha riguardato le vendite allo scoperto assistite dalla disponibilità dei titoli. Con ciò viene estesa e rafforzata la portata del divieto di vendite allo scoperto nude, già in vigore per tutti i titoli azionari dal primo novembre 2012 in virtù del Regolamento comunitario in materia di “short selling”. Il testo della disposizione è disponibile sul sito www.consob.it.

Successivamente con delibera n. 20599 del 2 ottobre 2018, la Commissione ha deciso di prolungare il divieto alle vendite allo scoperto sul titolo fino al termine della seduta borsistica del 4 ottobre 2018.

Anche l'estensione del divieto è stata adottata in applicazione dell'articolo 23, comma 2, del Regolamento comunitario n. 236/2012 in materia di "short selling", tenuto conto della variazione di prezzo registrata dal titolo nella giornata del 2 ottobre 2018 (superiore alla soglia del -5%).

torna al sommario

Nell’ambito delle iniziative promosse per il Mese dell’educazione finanziaria 2018, la Consob organizza un seminario per la presentazione del Rapporto sulle scelte di investimento delle famiglie italiane per il 2018. Il Rapporto fornisce evidenze in merito a livello di conoscenze finanziarie, abitudini di investimento e domanda di consulenza finanziaria delle famiglie italiane.

La presentazione, a cui interverrà il Presidente Vicario della Consob Anna Genovese, si terrà lunedì 22 ottobre dalle 10:30 alle 13:30, presso l’Auditorium della Consob (Via C. Monteverdi, 35 – Roma).

Il programma del convegno sarà reso noto nei prossimi giorni.

La partecipazione è libera, ma è comunque gradita la registrazione online tramite il modulo Sipe (http://www.consob.it/web/area-pubblica/iscrizione-seminari).

torna al sommario

Giovedì 25 ottobre alle ore 15.00 si terrà a Roma, presso l’Auditorium della Consob, con ingresso in via Claudio Monteverdi, 35, il convegno dal titolo “Finanza sostenibile e responsabilità sociale d’impresa”, organizzato da Consob, Fondazione Symbola e Fondazione Adriano Olivetti.

Il programma del convegno, moderato da Guido Gentili (Il Sole 24 Ore), prevede gli interventi di: Anna Genovese (Presidente Vicario Consob), Ermete Realacci (Fondazione Symbola), Beniamino De’ Liguori Carino (Fondazione Adriano Olivetti), Ernesto Ciorra (Enel), Veronica Tonini (Ferragamo), Mirta Barbareschi (Biblioteca Bilancio Sociale) e padre Enzo Fortunato (Sacro Convento di Assisi).

L’intervento conclusivo sarà di Alberto Bonisoli, Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Per partecipare ai lavori è necessaria la registrazione online tramite il modulo Sipe (http://www.consob.it/web/area-pubblica/iscrizione-seminari).

torna al sommario

Consob, Esma e università Bocconi, attraverso il centro di ricerca Baffi-Carefin, hanno pubblicato una call for papers per il convegno "Securities markets: trends, risks and policies" che si terrà il 7 marzo 2019 a Milano presso l'università Bocconi.

Saranno presi in considerazione i lavori attinenti ai seguenti temi: innovazione finanziaria e rischio sistemico; microstruttura dei mercati, post-trading ed efficienza dei mercati; market-based finance; corporate governance; servizi finanziari, tutela degli investitori ed educazione finanziaria.

I contributi potranno essere inviati alla casella email "convegni@consob.it" entro il 31 ottobre 2018. Ogni proposta sarà sottoposta a un processo di referaggio – curato da un comitato scientifico coordinato da Massimo Guidolin (università Bocconi), Claudia Guagliano (Esma) e Nadia Linciano (Consob) – e approvazione da parte di un comitato direttivo, composto da università Bocconi (Donato Masciandaro, Direttore Centro Baffi-Carefin), Esma e Consob

(Carmine Di Noia, Commissario). L'esito della selezione sarà comunicato entro il 10 dicembre 2018.

Saranno particolarmente apprezzati i lavori che utilizzano dati relativi al contesto europeo, aventi implicazioni di policy. Si incoraggia inoltre l’invio di contributi da parte delle autorità europee di vigilanza e di altre autorità nazionali competenti, allo scopo di rafforzare il dibattito sulle questioni di vigilanza finanziaria.

Il programma definitivo dell’evento sarà pubblicato sui siti internet di Consob, Esma e università Bocconi entro la fine di gennaio 2019.

Il testo integrale della call for papers è disponibile ai seguenti link:

torna al sommario

Mercati
  • Divieto temporaneo di vendite allo scoperto sul titolo Astaldi (delibere n. 20598 del 1° ottobre 2018 e n. 20599 del 2 ottobre 2018).
Prospetti
  • Approvato il prospetto informativo relativo all’ammissione a quotazione sul Mercato telematico azionario (Mta) organizzato e gestito da Borsa Italiana Spa di azioni ordinarie di Piovan Spa (decisione del 4 ottobre 2018).
  • Approvato il prospetto di base relativo al programma di offerta al pubblico di certificates emessi dalla Banca Imi Spa (decisione del 4 ottobre 2018).
  • Approvato il prospetto relativo all’offerta di quote del Fia (Fondo di investimento alternativo) immobiliare italiano di tipo chiuso non riservato “FAI Mercati Privati Globale”, gestito dalla Fideuram Investimenti Funds Sgr spa (decisione del 2 ottobre 2018).
Albi ed elenchi
  • Sospensione cautelare per sessanta giorni di Lorenzo Bresciani dall’esercizio dell’attività di consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede (delibera n. 20578 del 13 settembre 2018).
  • Sospensione cautelare per sessanta giorni di Gian Carlo Cremaschini dall’esercizio dell’attività di consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede (delibera n. 20579 del 13 settembre 2018).
CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Laura Ferri, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l'Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "Area pubblica/pubblicazioni/newsletter".