Newsletter


Notiziario settimanale - anno XXV - N° 40 - 18 novembre 2019

Le notizie della settimana:
- > Comunicazioni Consob a tutela dei risparmiatori
- > Comunicazioni a tutela dei risparmiatori di altre autorità
- > 25 novembre 2019: Lectio magistralis del Presidente Consob Paolo Savona
- > Roma/Milano 20 novembre 2019: open hearing sulla revisione del Regolamento europeo sugli abusi di mercato (Mar)
- > Short selling: estensione dell’esenzione ai market maker su strumenti finanziari non quotati (over-the-counter)
- > Bper Banca Spa: Consob approva il prospetto di offerta di nuove azioni
- > Modifiche al Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Spa

Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana
Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.

- LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

torna al sommario

Consob ha ordinato l'oscuramento di 6 siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito l'elenco delle società e dei siti:

  • Waltika Partners Ltd (https://imperial-finance.io);
  • CobraCFD Ltd (www.c0bracfd.com e www.cobracfd.biz/it);
  • Alfa Financial, Zurich Corporation e lsystems LTD (https://web.zurichcorporation.com);
  • Energy Capital Group Eood (www.omegafx.io);
  • Crypto Consultancy Ltd (www.cfmcapital.com).

Sale così a 83 il numero dei siti oscurati da luglio scorso, da quando cioè Consob ha acquisito il potere di ordinare l’oscuramento dei siti. I provvedimenti con i quali è stato ordinato alle suddette società la cessazione dell'attività abusiva sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet, che operano sul mercato italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l’attenzione dei risparmiatori sull’importanza di prestare la massima attenzione al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, focalizzandosi su quei comportamenti di comune buon senso - come ad es. verificare che l’operatore con cui si investe sia autorizzato - che sono imprescindibili se si vuole davvero salvaguardare e, magari, far fruttare il proprio risparmio. A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione “Occhio alle truffe!”, ove sono presenti informazioni utili a mettere in guardia l’investitore contro gli operatori abusivi.

* * *

La Commissione, inoltre, ha sospeso per 90 giorni:

  • ai sensi dell’articolo 99, comma 1, lettera b), del Testo unico della finanza -Tuf, l’offerta al pubblico residente in Italia avente ad oggetto investimenti di natura finanziaria effettuata dalla società Expedite Spzoo in assenza delle prescritte autorizzazioni anche tramite il sito web www.omega.best (delibera n. 21148 del 13 novembre 2019);
  • ai sensi dell’articolo 101, comma 4, lettera b), del Tuf, l’attività pubblicitaria, effettuata in assenza delle prescritte autorizzazioni, tramite i siti www.manuelcooper.com e https://manuel.omegaita.it nonché la pagina facebook https://www.facebook.com/groups/241778882951122 riconducibili al Sig. Emanuele Fiore, relativa all'offerta al pubblico promossa da Expedite Spzoo e avente ad oggetto investimenti di natura finanziaria (delibera n. 21147 del 13 novembre 2019).

torna al sommario

Le autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority - Fca), Hong Kong (Securities and Futures Commission - Sfc), Spagna (Comisión Nacional del Mercado de Valores - Cnmv), Austria (Financial Market Authority - Fma), Belgio (Financial Services and Markets Authority - Fsma), Lussemburgo (Commission de Surveillance du Secteur Financier - Cssf), Nuova Zelanda (Financial Markets Authority - Fma New Zealand), Polonia (Polish Financial Supervision Authority - Knf), Svizzera (Swiss Financial Market Supervisory Authority - Finma) segnalano le società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari e assicurativi senza le previste autorizzazioni.

Segnalate dalla Fca:

  • Huttonfield Capital Partners (www.huttonfieldcapitalpartners.com), con sede dichiarata a New York;
  • Zurichbanc (www.zurichbanc.com) clone della società autorizzata Zurich Investment Services (UK) Limited;
  • RWC Partners (http://get.rwcbonds.com) clone della società autorizzata RWC Partners Limited (www.rwcpartners.com);
  • Irvine Investments (www.irvine-investments.com) con sede dichiarata a New York clone della società autorizzata Irvine Investment Management Limited;
  • Follow Phil (tramite la piattaforma di trading FSN Strategic Thinking Ltd; https://followphil.com) con sede dichiarata a Wanchai (Hong Kong);
  • Cabinet Klienmann Sarl (www.cabinetklienmann.com) clone della omonima società autorizzata con sede a Marley (Francia);
  • GE Capital Limited (info@ge-capitalfinance.com) con sede dichiarata a Londra clone della omonima società autorizzata (www.gecapital.com/energy-financial-services);
  • Julius Baer International Ltd (https://juliusbaer.cc, https://juliusbaer.investordept.com) con sede dichiarata a Londra clone della omonima società autorizzataJulius Baer International Limited (www.juliusbaer.com);
  • Alliance Capital (www.alliance-capital.io) con sede dichiarata a Kingstown (St.Vincent and the Grenadines) clone della società autorizzata Capital Alliance Partners Limited (www.capitalalliancepartners.com) con sede a Londra;
  • Payment Solutions (www.ukpaymentsolution.com) clone della società autorizzata Payment Solutions Limited (www.smartdebit.co.uk);
  • Finamore Capital S.A. (www.finamorecapital.com) con sede dichiarata in Lussemburgo, clone della società autorizzata Finamore Sa;
  • Tucker and Ross Advisers LLC / Tucker and Ross (www.tuckerandrossadvisors.com, www.tuckerandross.com) con sede dichiarata a New York.

Siti internet segnalati dalla Sfc:

  • www.fedilhk.com;
  • www.fuchangzq.com.

Segnalate dalla Cnmv:

  • Trading Investors Limited Autoinversor (www.autoinversor.com / www.autoinversorvip.com);
  • Aurum Pro Finance Apf, Inc (https://aurum-pro-finance.cc);
  • Aafx Trading Company Ltdaafx Trading (www.aafxtrading.com);
  • One Thousand One Ltd / One Lable Limited Ltd (www.dax1001.com) soggetto destinatario di delibera Consob n. 20826 del 20.2.2019 (v. Consob Informa” n. 7/2019 del 25.2.2019). Successivamente il sito internet in lingua italiana è stato oscurato dal nostro Istituto che si è avvalso dei nuovi poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a internet di inibire l’accesso dall’Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione (v. “Consob Informa” n. 32/2019 del 23.9.2019);
  • www.royalfinance24.com sito internet clone della società autorizzata dall’autorità cipriota (Cysec) Royal Financial Trading (Cy) Ltd (www.oneroyal.com/eu).

Segnalate dalla Fma (Austria):

  • www.intermarketbank.com;
  • https://ks-securities.com;
  • LV Grow Markets / Arrow Capital Ltd (www.lvgrowmarkets.com/de) con sede dichiarata a Port Vila (Vanuatu);
  • Cryptotrustconsulting Ltd (www.cryptotrustconsulting.com) già segnalata dalla stessa autorità di vigilanza austriaca (v. “Consob Informa” n. 36/2019 del 21.10.2019);
  • Mt4-Trades Tradings (www.mt4-trades.com), con sede dichiarata a Londra;
  • Yamanashi Kyoto Management (www.ykmglobal.com), con sede dichiarata ad Osaka (Giappone) ma che risulterebbe avere sede in Shangai (Cina).

Segnalate dalla Fsma:

  • First-Matching (www.first-matching.com).

Segnalate dalla Cssf:

  • Premium Fund (www.pf-gestion.com);
  • Baumann Partners (www.baumannpartners.com);
  • 21stOptions (https://21stoptions.com).

Segnalate dalla Fma New Zealand:

  • Lonni Investment ( http://nrt.net.nz);
  • Circle Markets Limited;
  • Safumax Group Limited Saint Johns (http://www.safumax.com), con sede dichiarata ad Auckland (Nuova Zelanda);
  • Forexbrokerz (www. forexbrokerz.com), già segnalato dalla Fma (New Zeland; v. “Consob Informa” n. 36/2019 del 21.10.2019).

Segnalata dalla Knf:

  • JonGroce Limited con sede dichiarata a Kingstown (St.Vincent and the Grenadines).

Segnalate dalla Finma:

  • Swiss Wealth Confidence (www.swisswecon.com), con sede dichiarata a Zurigo (Svizzera);
  • W & W Asset Management Gmbh (www.asset-ww.com), con sede dichiarata a Ginevra (Svizzera);
  • Globalpha AG (www.globalpha-ag.com), clone della società autorizzata Globalpha Corporation AG;
  • ProCapitalMarkets (www.procapitalmarkets.com) già segnalata dall’autorità di vigilanza olandese Afm (v. “Consob Informa” n. 38/2019 del 4.11.2019);
  • Pearl Bridge Financial (www.pearlbridgefinancial.com) con sede dichairata a Zurigo (Svizzera);
  • Helvetic Private Capital Group AG (www.helvetic-private-capital.ch) con sede a Nyon (Svizzera);
  • J McKenzie (https//jmmckenzie.com), con sede dichiarta a Ginevra (Svizzera).

* * *

L'autorità di vigilanza della Stati Uniti (Securities and Exchange Commission – Sec) ha aggiornato l'elenco delle società e dei siti web che offrono servizi di investimento senza autorizzazione. L’elenco completo è pubblicato sul sito internet della Sec al seguente indirizzo: https://www.sec.gov/enforce/pause-unregistered-soliciting-entities.

torna al sommario

Il Presidente della Consob, Paolo Savona, terrà il prossimo lunedì 25 novembre alle 10.00 una Lectio magistralis dal titolo “La sfida posta dalle innovazioni tecnologiche all’attuale assetto istituzionale di funzionamento dei mercati monetario e finanziario: alcune riflessioni” presso l’Auditorium della Consob in Roma, Via Claudio Monteverdi, 35. È previsto un indirizzo di saluto da parte del Presidente dell’ A.I.A.F. - Associazione Italiana per l'Analisi Finanziaria, Alberto Borgia.

È gradita la registrazione, a cura dell'Aiaf, attraverso il seguente link (https://www.aiaf.it/informazioni-evento/la-sfida-mossa-dalle-innovazioni-tecnologiche-allattuale-assetto-istituzionale-di-funzionamento-dei-mercati-monetario).

Per maggiori informazioni: tel. 02/72023500.

torna al sommario

Il 3 ottobre 2019 l’Esma ha pubblicato un documento di consultazione avente ad oggetto possibili interventi di modifica al Regolamento (Ue) n. 569/2014 (Market Abuse Regulation - Mar), il cui termine per l'invio delle osservazioni scadrà il 29 novembre 2019.

Il testo integrale del documento di consultazione è disponibile al seguente link:

https://www.esma.europa.eu/press-news/esma-news/esma-consults-mar-review.

Il 20 novembre 2019 alle 15.00, presso la Sala dell’Auditorium della Consob di Roma, Via C. Monteverdi n. 35, si terrà un incontro aperto al pubblico al quale potranno partecipare tutti i soggetti interessati, quali, ad esempio, rappresentanti di associazioni di categoria, emittenti strumenti finanziari negoziati presso trading venue, imprese di investimento, gestori di trading venue, asset manager, consulenti e accademici, nel quale potranno essere discusse le proposte di revisione contenute nel documento di consultazione.

Per esigenze organizzative è necessario registrarsi tramite il Sipe.

Sono disponibili alcuni posti - soggetti a conferma - per seguire l’evento dalla sede di Milano della Consob (Via Broletto, 7).

torna al sommario

Con la Comunicazione congiunta del 4 novembre 2019, Consob e Banca d’Italia hanno deliberato di disapplicare parzialmente gli Orientamenti Esma del febbraio 2013 riguardanti l’esenzione, prevista dall’articolo 17 del Regolamento (Ue) 236/2012, per le attività di market making.

Le autorità italiane si erano conformate agli Orientamenti Esma nel 2013, informandone il mercato con la Comunicazione congiuntaBanca d’Italia/Consob del 5 giugno 2013.

In particolare, le autorità italiane hanno deciso di discostarsi dagli Orientamenti Esma al fine di permettere, agli operatori italiani, di beneficiare dell’esenzione per le attività di market making su azioni, titoli di Stato e strumenti finanziari collegati ad azioni e titoli di Stato anche quando tali attività sono condotte interamente al di fuori delle sedi di negoziazione.

Potranno pertanto beneficiare dell’esenzione, ad esempio, le attività di market making su strumenti finanziari non quotati (c.d. over-the-counter o otc) quali i credit default swap su emittenti sovrani o i contract for difference su azioni.

La decisione delle autorità italiane è maturata alla luce della fatto che gli Orientamenti Esma sono stati disapplicati dalle autorità dei principali Paesi europei e, inoltre, in considerazione della circostanza che la stessa Esma, nel dicembre 2017, ha formulato alla Commissione europea un parere tecnico nel quale ha proposto di estendere l’esenzione per attività di market making alle attività condotte su strumenti finanziari over-the-counter.

torna al sommario

Consob ha approvato il prospetto informativo (documento di registrazione, nota informativa sugli strumenti finanziari e nota di sintesi) relativo all’offerta al pubblico di azioni di nuova emissione di Bper Banca Spa.

Il gruppo facente capo a Bper svolge l’attività bancaria, nelle sue varie forme, nei confronti della clientela privata e corporate, su tutto il territorio nazionale, per il tramite di 1.428 sportelli distribuiti in 19 regioni italiane. A partire dal 1° semestre 2019 il gruppo Bper ha avviato un processo di aggregazione con altre realtà aziendali aventi valenza strategica per le prospettive reddituali dello stesso (acquisizione del 100% del Banco di Sardegna Spa, del 100% del capitale sociale di Unipol Banca Spa, acquisizione della partecipazione complessiva detenuta da Veneto Banca in Arca Holding Spa).

I soggetti che possiedono, direttamente o indirettamente, una partecipazione superiore al 3% del capitale sociale dell’emittente rappresentato da azioni con diritto di voto sono la Unipol Gruppo Spa (19,97%) e la Fondazione di Sardegna (10,60%). Nessun soggetto esercita il controllo sull’emittente ai sensi dell’articolo 93 del Testo unico della finanza-Tuf.

Il consiglio di amministrazione, l’8 marzo 2019, ha deliberato di dare avvio ad un processo di ulteriore razionalizzazione della struttura dell’azionariato di Banco di Sardegna, società facente parte del gruppo Bper da perseguire per il tramite della promozione da parte di Bper di un’offerta pubblica di scambio volontaria, ai sensi dell’articolo 102 del Tuf, avente ad oggetto tutte le azioni di risparmio di Banco di Sardegna detenute da terzi diversi da Bper (che ne possiede il 48,8%), finalizzata al delisting di tali azioni di risparmio (l’ops). Al riguardo l’assemblea ha delegato il consiglio di amministrazione, entro il termine del 30 giugno 2020, ad aumentare in una o più volte, in via scindibile, con esclusione del diritto di opzione, il capitale sociale per un importo massimo complessivo di 40.993.513,60 euro, mediante emissione di un numero massimo di 7.883.368 azioni Bper, a servizio dell’eventuale offerta pubblica di scambio.

Il 7 novembre 2019 il consiglio di amministrazione ha:

  • deliberato di promuovere l’ops con rapporto di scambio pari a 7 azioni Bper per ogni 3 azioni di risparmio di Banco di Sardegna apportate;
  • esercitato la suddetta delega, per un controvalore complessivo di 27.828.289 euro, deliberando di aumentare il capitale per complessivi massimi 23.650.104 euro, oltre sovrapprezzo di massimi 4.178.185 euro, mediante emissione di massime 7.883.368 azioni Bper, al prezzo unitario di 3,53 euro, di cui 3 euro da imputarsi a capitale sociale e 0,53 euro a sovrapprezzo.

Il prospetto riporta nel capitolo "fattori di rischio" gli elementi di rischiosità relativi alla situazione finanziaria dell’emittente e del gruppo ad esso facente capo, nonché all’attività operativa e al settore della banca e del gruppo.

torna al sommario

La Commissione ha approvato (delibera n. 21141 del 13 novembre 2019) il testo del Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Spa con le modifiche approvate dal consiglio di amministrazione della società il 22 ottobre 2019 e le ulteriori modifiche alle Istruzioni al Regolamento, approvate dall’amministratore delegato della società il successivo 24 ottobre.

Le modifiche riguardano:

1. i package orders nel mercato Idem (mercato dei derivati);

2. l’eliminazione dell’opzione di consegna fisica per i contratti futures su energia elettrica nelle Istruzioni del Regolamento del mercato Idem, segmento Idex (derivati sull’elettricità) ;

3. le regole di condotta degli operatori market maker volontari e specialisti nelle Istruzioni del Regolamento del mercato Idem, segmenti Idex e Agrex (dedicato alle commodities agricole).

torna al sommario

LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE ASSUNTE O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA
(i documenti immediatamente disponibili nel sito sono evidenziati tramite link; gli altri provvedimenti saranno disponibili nei prossimi giorni)

Mercati
Prospetti
  • Approvato il prospetto informativo (documento di registrazione, nota informativa sugli strumenti finanziari e nota di sintesi) relativo all’offerta al pubblico di azioni di nuova emissione di Bper Banca Spa (decisione del 14 novembre 2019).
  • Approvati il supplemento al documento di registrazione e il supplemento al prospetto di base relativi al programma di offerta al pubblico di prestiti obbligazionari emessi da Banca Monte dei Paschi di Siena Spa (decisione del 14 novembre 2019).
Contrasto all’abusivismo (art. 7-octies Tuf)
  • Ordine, ai sensi dell’articolo 7-octies, lettera b), del d.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 Testo unico della finanza - Tuf di porre termine alla violazione dell’articolo 18 del medesimo Tuf, posta in essere da:
CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Laura Ferri, Chiara Tomaiuoli, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l'Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "Area pubblica/pubblicazioni/newsletter".