Who intends to become financially literate? Insights from the Theory of Planned Behaviour

 

Who intends to become financially literate? Insights from the Theory of Planned Behaviour

La propensione ad accrescere la propria cultura finanziaria - Un'applicazione della Teoria del comportamento pianificato

F.C. Billari, M. Gentile, N. Linciano, F. Saita

N. 88 - novembre 2019 [formato PDF]
 

Sintesi del lavoro
Lo studio analizza le motivazioni della domanda di cultura finanziaria nel contesto domestico. Nonostante i numerosi programmi lanciati negli ultimi anni per favorire il miglioramento del livello generale di cultura finanziaria, è ancora marginale l'analisi dei fattori che possono stimolare l'attenzione al tema da parte dei destinatari delle iniziative. È quindi importante approfondire le leve utilizzabili per motivare i singoli individui ad accrescere le proprie conoscenze in materia di risparmio e investimenti. Questo studio analizza le motivazioni della domanda di cultura finanziaria, utilizzando l'impostazione socio-psicologica della Teoria del comportamento pianificato (Theory of Planned Behaviour) per valutare il ruolo di profili attitudinali personali, contesto sociale e percezione della propria capacità di controllo del processo di apprendimento, oltre a quello di vari fattori quali età, genere, livello di istruzione, fiducia e caratteristiche psicologiche individuali. L'analisi si basa sui dati originali relativi a 1.601 individui intervistati nell'ambito delle rilevazioni per il 2018 dell'Osservatorio Consob sulle scelte di investimento delle famiglie italiane. I risultati ottenuti mostrano che l'intenzione di migliorare la propria cultura in materia di risparmio e investimenti dipende da fattori attitudinali e norme sociali ed evidenzia i segmenti della popolazione potenzialmente più motivati ad accrescere le proprie conoscenze. Lo studio pertanto fornisce elementi utili per la definizione delle iniziative di educazione finanziaria, offrendo indicazioni sui criteri di segmentazione del pubblico di riferimento, e in particolare degli adulti la cui partecipazione avviene su base volontaria, anche in funzione delle leve psicologiche che ne possono determinare interesse e impegno.  
 

Autori
Francesco C. Billari - Università Bocconi (francesco.billari@unibocconi.it)
Monica Gentile - CONSOB, Divisione Studi (m.gentile@consob.it)
Nadia Linciano - CONSOB, Divisione Studi (n.linciano@consob.it)
Francesco Saita - Università Bocconi (francesco.saita@unibocconi.it)

Si ringrazia un anonimo referee per gli utili commenti. Le opinioni espresse, eventuali errori e imprecisioni sono imputabili esclusivamente agli autori. Nel citare il presente lavoro, pertanto, non è corretto attribuire le argomentazioni ivi espresse alla Consob o ai suoi Vertici. 

 

JEL Classifications: G40, G41, G53

ISSN 2281-1915 [online]