L'educazione finanziaria con giochi e talk show debutta a "Più libri più liberi 2019" (comunicato del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria del 3 dicembre 2019)

Debuttano i giochi e i talk show voluti dal Comitato per l'educazione finanziaria alla 18esima Fiera nazionale della piccola e media editoria, al via il 4 dicembre 2019 a Roma. Lusardi: "Vogliamo essere presenti alle occasioni di incontro con studenti, giovani, adulti e tutti gli appassionati della lettura".

GamEconomics, tra laboratori e quiz a squadre, sarà una delle novità della 18esima edizione di "Più libri più liberi", la Fiera nazionale della piccola e media editoria, che si tiene dal 4 all'8 dicembre nella Capitale, presso il Roma Convention Center – La Nuvola, in viale Asia 40. Tra gli scaffali e gli espositori di libri sbarcano dunque, per la prima volta, i giochi e talk show sull'educazione finanziaria voluti dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria (Comitato Edufin) per sensibilizzare il grande pubblico sui temi economici e finanziari che non solo sono sempre stati presenti nelle pagine dei libri, ma che sono diventati sempre più centrali nella vita di ciascuno di noi.

I partecipanti alla Fiera, che ospiterà diversi appuntamenti e coinvolgerà centinaia di studenti, scrittori, conduttori televisivi e radiofonici con format innovativi, da quest'anno potranno anche accrescere le proprie conoscenze economiche, e la consapevolezza sui rischi e le opportunità in materia finanziaria.

Dal 4 al 6 dicembre ci saranno tre appuntamenti con "GamEconomics" per le scuole del Lazio, incontri laboratoriali di gamification a cura del Comitato con la collaborazione di  Francesco Artibani, sceneggiatore di fumetti, cartoni animati e tra gli autori di TOPOLINO, in cui gli studenti - divisi in gruppi - lavoreranno alla sceneggiatura di un fumetto e all'ideazione di un'App realizzata nella loro ottica, così da intercettare i bisogni educativi degli adolescenti sui principi base dell'educazione finanziaria.

3 laboratori per studenti: il programma. Il 4 dicembre, alle ore 12, in sala Antares si terrà "Assicurati sempre, dal motorino alla patente", un laboratorio per le scuole sui temi assicurativi con Silvia Castronovi, membro del Consiglio nazionale consumatori utenti, e gli esperti del Comitato per l'educazione finanziaria.

Il giorno successivo, iI 5 dicembre alle ore 11:30, in Sala Venere, Paola Soccorso dell'Ufficio Studi Economici della Consob animerà "Quando scegli pensi mai a rischi e opportunità?" mentre il 6 dicembre, alle ore 11:30 in Sala Luna, le scuole si sfideranno su "L'importanza del tempo e la magia dell'interesse composto", con Elisabetta Giacomel, membro del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, e Roberto Basso, consigliere per la comunicazione del Ministro dell'Economia e delle Finanze.

3 talk aperti a tutti. Dal 4 al 7 dicembre sono poi in programma tre brevi talk-show rivolti a tutti e aperti alle domande del pubblico: "Ri-leggere i classici con l'economia" con la partecipazione dello scrittore e conduttore televisivo e radiofonico Edoardo Camurri, del sociologo ed editorialista Massimiliano Panarari, e dell'autrice e conduttrice radiofonica di Radio3 Rosa Polacco. Passi scelti da grandi libri per comprendere come gli errori che si reiterano, quando si investono i propri soldi, siano più comuni di quel che si pensa. Con loro, ogni sera, due esperti della divisione educazione finanziaria della Banca d'Italia: Roberta Nanula e Pietro Gaudenzi, e un rappresentante delle istituzioni che fanno parte del Comitato.

Il 4 dicembre alle 18:30 in sala Luna si inizia con "Pinocchio, Perpetua e le buche scavate dai risparmiatori": Edoardo Camurri e Magda Bianco, capo del Servizio tutela clienti e antiriciclaggio di Banca d'Italia, introducono alla rilettura dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni e Pinocchio di Carlo Collodi. Il giorno successivo, alle 16 in Sala Vega, con Massimiliano Panarari e Nadia Linciano, responsabile dell'Ufficio Studi Consob, si parlerà di bias cognitivi, fake-news e informazione finanziaria a partire da Madame Bovary di Gustave Flaubert e da "L'argent" di Emile Zola, uno dei primi romanzi ambientato nel mondo della Borsa. Infine, sabato 7 dicembre alle ore 18:30 in Sala Giove, appuntamento con i grandi romanzi di Jane Austen e Charles Dickens per "David Copperfield, l'orgoglio e il pregiudizio… l'indebitamento e la pianificazione" con Rosa Polacco e Alessandro Paralupi, Segretario generale dell'Organismo di Vigilanza e tenuta dell'Albo Unico dei Consulenti Finanziari.

In tutti gli eventi del progetto saranno distribuiti 5 segnalibri con i 5 consigli di base sul mondo della finanza.

"Far comprendere a tutti cosa può succedere quando si gestiscono in maniera più oculata le proprie finanze è uno degli obiettivi principali del Comitato. Per questo debutto – interviene Annamaria Lusardi, direttore del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria - l'entusiasmo degli studenti verso le nostre proposte ci ha colpito favorevolmente. Lavoriamo affinché l'educazione finanziaria sia sempre più presente nelle nostre scuole".

Maggiori informazioni sulla partecipazione del Comitato a "Più Libri Più Liberi", progetto curato da Marco Laudonio del MEF - Ministero delle Economia e finanze - e sulle iniziative del Comitato sono disponibili sul portale www.quellocheconta.gov.it.

Contatti stampa

Guido Schwarz (Comitato Edufin) 3482833290

Il Comitato

Il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria ha il compito di programmare e promuovere iniziative di sensibilizzazione ed educazione finanziaria per migliorare in modo misurabile le competenze dei cittadini italiani in materia di risparmio, investimenti, previdenza, assicurazione.

Il Comitato è composto da undici membri ed è presieduto da un direttore, nominato dal Ministro dell'economia e delle finanze d'intesa con il Ministro dell'istruzione, università e ricerca scientifica tra personalità con comprovate competenze ed esperienza nel settore. La partecipazione al Comitato non dà titolo ad alcun emolumento o compenso o gettone di presenza. Il Comitato opera attraverso riunioni periodiche collegiali e il lavoro di specifici gruppi cui possono partecipare accademici ed esperti nella materia. 

Sul sito www.quellocheconta.gov.it si possono trovare ulteriori informazioni, articoli e comunicati stampa relativi all'attività del Comitato, mentre testimonianze video e foto sono disponibili sul canale Youtube e sui profili Facebook ITAedufinTwitter @ITAedufin e Instagram @itaedufin.

 Comunicato stampa in PDF

03 dic 2019