ESMA e i regulators dell'Unione Europea approvano accordi con la FCA per una Brexit senza accordo di recesso (Comunicato stampa Esma del 1° febbraio 2019)

L'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) e le autorità europee di regolamentazione dei valori mobiliari hanno approvato protocolli d'intesa (MoU) con la Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito.

I MoU fanno parte delle attività preparatorie delle autorità nel caso in cui il Regno Unito lasci l'UE senza un accordo di recesso (Brexit no-deal). Pertanto, detti MoU entreranno in vigore solo nel caso di uno scenario Brexit no-deal. I Memorandum sono simili a quelli già conclusi sullo scambio di informazioni con molte autorità di vigilanza di paesi terzi.

I MoU sono:

1. un Memorandum tra l'ESMA e la FCA relativo allo scambio di informazioni a fini di vigilanza sulle agenzie di rating (CRA) e dei trade repositories  (TR). Il Memorandum consentirà all'ESMA di continuare a svolgere la sua missione e adempiere al suo mandato finalizzato alla protezione degli investitori, l'ordinato funzionamento  dei mercati e la stabilità finanziaria nell'UE; e

2. un MoU multilaterale (MMoU) tra i regulators UE/SEE e la FCA per la cooperazione a fini di vigilanza, enforcement e scambio di informazioni tra i singoli regulators e la FCA e consentirà loro di condividere informazioni relative, tra l'altro, alla vigilanza sul mercato, ai servizi di investimento e alle attività di gestione patrimoniale. Ciò, a sua volta, consentirà che determinate attività, quali l'outsourcing e la delega dei gestori di fondi, possano continuare ad essere svolte da entità con sede nel Regno Unito per conto di controparti con sede nel SEE.

 Comunicato stampa Esma in inglese PDF

01 feb 2019