Sandbox
Con l'entrata in vigore del Decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 30 aprile 2021, n. 100 ("Regolamento Sandbox") anche in Italia possono essere condotte sperimentazioni di attività di tecno-finanza (FinTech) con il supporto delle autorità di vigilanza.
La Sandbox regolamentare consente agli operatori FinTech di testare soluzioni innovative, potendo beneficiare di un regime semplificato transitorio e in costante dialogo con le autorità di vigilanza.

Il Regolamento Sandbox identifica i casi in cui gli operatori del settore FinTech possono accedere alla Sandbox regolamentare (art. 5) e garantisce in ogni caso agli operatori FinTech la possibilità di attivare un dialogo con la Consob e con le altre autorità di vigilanza (Banca d'Italia e IVASS) attraverso la sezione LIFTECH.
Possono partecipare alla Sandbox gestita dalla Consob – in coordinamento con il Comitato FinTech, la Banca d'Italia e l'IVASS (che attivano la Sandbox per gli ambiti di propria competenza) – i progetti riguardanti:
 
  • attività soggette all'autorizzazione o iscrizione in un albo, elenco o registro tenuto dalla Consob (es. prestazione di servizi di investimento e di gestione di portali di crowdfunding);
  • attività che sarebbero soggette all'autorizzazione o iscrizione in un albo, elenco o registro tenuto dalla Consob, ma che rientrano in un caso di esclusione previsto dalla legge, ivi comprese le ipotesi in cui l'attività non è svolta nei confronti del pubblico o è svolta nei confronti di un pubblico circoscritto ai sensi di legge;
  • attività che incidono su ambiti regolati svolte da outsourcer in favore di soggetti vigilati o regolamentati dalla Consob;
  • attività che incidono su ambiti regolati svolte da un soggetto vigilato o regolamentato dalla Consob (es. una SIM, una banca per gli ambiti riguardanti la prestazione dei servizi di investimento vigilati da Consob, un gestore di portali di crowdfunding, un emittente quotato, un gestore di OICR, un gestore di mercati regolamenti, etc.).
La prima finestra temporale per la presentazione delle richieste di ammissione alla Sandbox regolamentare sarà aperta dal 15 novembre 2021 al 15 gennaio 2022. Nella prima finestra non sono state previste limitazioni in termini di numero massimo e area tematica dei progetti ammissibili. Per partecipare alla Sandbox regolamentare troverete tutte le informazioni per la richiesta di ammissione alla Sandbox qui appena possibile. Se volete consultare il decreto che contiene le disposizioni che regolano la Sandbox cliccate sul link seguente decreto 30 aprile 2021, n.100.

E' stato attivato un canale di comunicazione dedicato (ct@consob.it) attraverso il quale gli operatori possono instaurare interlocuzioni informali con la Consob, eventualmente in coordinamento con le altre autorità di vigilanza. Per avvalerti di tale strumento compila il modulo che trovi nella nostra pagina CONSOB-TECH e invialo a ct@consob.it.

Tale strumento di confronto vuole essere, in primo luogo, un ausilio per gli operatori intenzionati a partecipare alla Sandbox, consentendo loro di ricevere supporto per la presentazione della domanda, anche al fine di individuare correttamente l'autorità di vigilanza competente.