Newsletter


Notiziario settimanale - anno XXVI - N° 42 - 23 novembre 2020

Le notizie della settimana:
- > Servizi finanziari abusivi: Consob oscura 5 siti abusivi
- > Tesmec Spa: Consob autorizza il prospetto di offerta di nuove azioni
- > Esma: nuove priorità strategiche di vigilanza dell'Unione europea
- > Esma: primo rapporto statistico sui mercati mobiliari dell'Unione europea
- > L’Esma pubblica il rapporto statistico annuale sui mercati dei derivati nella Ue e il rapporto sul rischio di liquidità nei fondi di investimento
- > Terzo seminario del ciclo online "Securities Markets: Trends, Risks and Policies"
- > Consob: avvicendamenti nell’assetto organizzativo di Istituto - > Comunicazioni a tutela dei risparmiatori di altre autorità di vigilanza

Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana

Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.

- LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L’autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività internet di inibire l’accesso dall’Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l’oscuramento:

  • ForTradersFx Ltd (sito internet www.for-tradersfx.com);
  • "Mibtrades" (sito internet www.mibtrades.com);
  • "Iacademy" (sito internet www.iacademy.io e url iacademy.io);
  • GAM Group Ltd e Llc Ic Prime Broker (sito internet https://marketsfx.co);
  • Hbc Market Ltd e Zentrale Zahlstelle Ltd (sito internet www.hbc-markets.com).

Sale, così, a 335 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l’autorità è stata dotata del potere di ordinare l’oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l’oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l’attenzione dei risparmiatori sull’importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l’operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione “Occhio alle truffe!”, dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l’investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

* * *

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa segnala che la Capitalgest Srl con sede a Brescia non è autorizzata ad offrire fuori sede (avvalendosi di incaricati) presso il pubblico degli investitori residenti in Italia prodotti finanziari quali le obbligazioni emesse dalla società svizzera Valtech Sa.

torna al sommario

Consob ha autorizzato il prospetto informativo in formato tripartito (documento di registrazione, nota informativa e nota di sintesi) relativo all’offerta in opzione ai soci e all’ammissione alle negoziazioni sul Mercato telematico azionario (Mta), segmento Star, organizzato e gestito da Borsa Italiana Spa, delle azioni di azioni ordinarie Tesmec Spa rivenienti dall’aumento di capitale deliberato dal Consiglio di Amministrazione il 22 settembre 2020.

Il gruppo Tesmec si occupa della progettazione, della produzione e della commercializzazione di sistemi e di soluzioni integrate per la costruzione, la manutenzione e la diagnostica di infrastrutture (reti aeree, interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di dati e di materiali (petrolio e derivati, gas e acqua), nonché di tecnologie per la coltivazione di cave e miniere di superficie.

Alla data del documento di registrazione i soggetti che possiedono direttamente o indirettamente una partecipazione superiore al 3% del capitale sociale dell’emittente rappresentato da azioni con diritto di voto, sono: (i) Ttc Srl che detiene, direttamente e indirettamente, il 46,067% del capitale; (ii) Quaero Capital Funds (Lux) che ne detiene il 7,922%. Ttc Srl, disponendo direttamente e per il tramite della società controllata Fi.Ind e delle società da questa controllate Rx e Mts di una quota pari a circa il 46,067% dei diritti di voto esercitabili in assemblea, è il soggetto controllante ai sensi dell’articolo 2359, comma 1, numero 2) del codice civile, come richiamato dall’articolo 93 del Tuf.

L’attività del gruppo Tesmec ha risentito significativamente degli impatti della pandemia da Covid-19. L’andamento reddituale del gruppo, da positivo nell’esercizio 2019, è divenuto negativo nei primi sei e nove mesi del 2020. Benché a partire dal mese di maggio 2020 l’attività del gruppo abbia mostrato segnali di ripresa, per l’esercizio 2020 è atteso un volume di ricavi inferiore rispetto a quello conseguito nel 2019 ed un risultato netto consolidato negativo.

Il 3 settembre 2020 il consiglio di amministrazione (Cda) dell’emittente ha approvato il piano industriale 2020-2023; detto piano prevede un miglioramento dei margini reddituali ed una riduzione significativa dell’indebitamento finanziario solo a fine periodo (2023).

Il successivo 22 settembre il Cda dell’emittente ha deliberato di esercitare parzialmente la delega ex articolo 2443 del codice civile, conferita dall’assemblea straordinaria dei soci del 21 maggio 2020, e in particolare, di aumentare il capitale sociale di Tesmec a pagamento e in denaro, anche mediante utilizzo di eventuali versamenti già effettuati in conto futuro aumento di capitale, in via scindibile, per un importo massimo pari a 35 milioni di euro, comprensivo dell’eventuale sovrapprezzo, mediante emissione di azioni ordinarie Tesmec, prive dell’indicazione del valore nominale, aventi le stesse caratteristiche di quelle già in circolazione, da offrire in opzione agli azionisti della società ai sensi dell’articolo 2441, primo comma, del codice civile entro il termine del 31 luglio 2021.

L’offerta, per un controvalore complessivo di massimi 34.956.334 euro, ha ad oggetto massime 499.376.200 azioni da offrire in opzione ai titolari di azioni ordinarie di Tesmec sulla base di un rapporto di 200 azioni ogni 41 azioni detenute, al prezzo di 0,07 euro per ciascuna azione. Non sono previsti quantitativi minimi o massimi di sottoscrizione.

I diritti di opzione dovranno essere esercitati, a pena di decadenza, nel periodo dal 23 novembre 2020 al 10 dicembre 2020 (estremi inclusi). I diritti di opzione saranno negoziabili in Borsa dal 23 novembre al 4 dicembre 2020.

I diritti di opzione non esercitati entro il termine del periodo di offerta saranno offerti in Borsa dall’emittente entro il mese successivo alla fine del periodo di offerta per almeno due giorni di mercato aperto, ai sensi dell’articolo 2441, comma terzo, del codice civile.

Le date di inizio e chiusura dell’offerta in Borsa e il numero dei diritti di opzione non esercitati da offrire in Borsa saranno comunicate al pubblico mediante apposito avviso pubblicato su almeno un quotidiano a diffusione nazionale e sul sito internet dell’emittente www.tesmec.com.

Le azioni saranno ammesse alle negoziazioni sull’Mta, segmento Star, al pari delle azioni ordinarie Tesmec in circolazione alla data della nota informativa.

Il prospetto riporta nel capitolo "fattori di rischio" gli elementi di rischiosità relativi alla situazione finanziaria dell’emittente e del gruppo, agli strumenti finanziari dell’emittente offerti e, in particolare alla mancata attuazione del piano industriale nonché alle incertezze derivanti dalla pandemia da Covid-19.

torna al sommario

L’autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (Esma) ha individuato lo scorso 13 novembre, in base ai suoi nuovi poteri di convergenza, le priorità strategiche di vigilanza per le autorità nazionali competenti (Anc) nell’ambito dell'Unione europea. Le priorità riguardano i costi e le prestazioni dei prodotti di investimento al dettaglio nonché la qualità dei dati di mercato.

L’Esma ha stabilito che, in riferimento a questi ambiti, le Anc dovranno vigilare in particolare nel 2021, sotto il coordinamento dell’Esma, su costi e commissioni addebitati dai gestori di fondi e sul miglioramento della qualità dei dati di trasparenza, oggetto di reporting ai sensi del regolamento Mifir (Markets in Financial Instruments Regulation).

L’Esma è responsabile per l’identificazione delle priorità di vigilanza in relazione ai principali rischi di mercato ed ha quindi il compito di coordinare l'azione di vigilanza delle autorità nazionali competenti, tra cui la Consob, in specifiche aree tematiche, per consentire una risposta coordinata rispetto ai rischi e alle problematiche di varia natura. Le Anc, tra cui la Consob, sono chiamate ad inserire queste priorità nei loro work programme di vigilanza.

torna al sommario

L’Esma, autorità di regolamentazione dei mercati mobiliari dell’Unione europea, ha pubblicato il 18 novembre scorso il primo rapporto statistico sui mercati mobiliari dell'Unione europea, utilizzando nuovi dati regolamentari Mifid II a sua disposizione per fornire una prima panoramica dei mercati azionari e obbligazionari europei nel 2019, relativamente a: numeri, caratteristiche, volumi scambiati e dati sulla trasparenza degli strumenti azionari e obbligazionari soggetti alla direttiva Mifid (Markets in Financial Instruments Directive) II.

I risultati verranno illustrati in un webinar pubblico il 25 novembre prossimo.

L’Esma ha valutato che nel 2019 i volumi di scambio europei sono stati pari a 27 trilioni di euro nei mercati azionari e a 101 trilioni di euro nei mercati obbligazionari, distribuendosi su 430 sedi di negoziazione, così suddivise: 135 mercati regolamentati (Regulated markets-Rm), 223 sistemi multilaterali di negoziazione (Multilateral trading facilities-Mtf) e 72 sistemi di negoziazione organizzati (Organised trading facilities-Otf), oltre che attraverso internalizzatori sistematici (Systematic internalisers-Si), in incremento di 47 unità rispetto all'inizio del 2019.

Il rapporto si concentra sulle risultanze del monitoraggio del mercato, sui dati di riferimento e trasparenza e sulle statistiche dei mercati mobiliari.

Tra i risultati dello studio riguardo alle dimensioni dei mercati, l’Esma segnala che nel 2019 erano disponibili per il trading 28.000 azioni e strumenti simili alle azioni, di cui il 75% azioni, seguite da Etf (Exchange traded funds, al 20%), nonché più di 170.000 obbligazioni, con il 53% costituito da obbligazioni societarie e il 5% da obbligazioni sovrane, e importi nozionali di obbligazioni - sovrane e societarie - equamente suddivisi a 10 trilioni di euro per tipologia.

torna al sommario

L’Esma ha pubblicato il 16 novembre scorso il terzo rapporto statistico annuale sui mercati dei derivati nell’Unione europea (2020) e il rapporto sul rischio di liquidità nei fondi di investimento.

Il rapporto statistico, basato su dati presentati nell'ambito della regolamentazione Emir (European Markets Infrastructure Regulation), offre una panoramica dei mercati dei derivati europei, sui quali a fine 2019 l’importo nozionale delle posizioni in essere (outstanding notional amount) ammonta complessivamente a 681 trilioni di euro, in calo del 5% circa rispetto al 2018.

Alla riduzione della dimensione totale del mercato nel 2019 contribuisce principalmente la contrazione dei derivati su valute e su azioni (-15% e -35% rispettivamente); a fine 2019, i derivati su tassi di interesse rappresentano l’82% circa delle posizioni complessivamente in essere sui mercati europei.

Anche nel 2019, i contratti Otc rappresentano la principale fonte di posizioni outstanding (con nozionale in crescita dal 90% al 92% del totale, mentre il rimanente 8% è riferito a derivati exchange traded); nel quarto trimestre 2019 la quota di scambi nozionali eseguiti tramite sedi di negoziazione passa al 15% dal 17% dell’anno precedente, trainata dal calo dei derivati exchange traded su tassi.

Anche nel 2019 le esposizioni sono particolarmente concentrate in un numero relativamente limitato di controparti, in particolare imprese di investimento, istituti di credito e controparti centrali (Ccp).

Il Regno Unito resta il mercato dominante in Europa per le transazioni con i paesi terzi, con esposizioni UK-USA in crescita, ed esposizioni UK-Europa in calo.

Il documento include anche un'analisi del mercato dei Credit default swap (Cds), con statistiche e indicatori specifici, e approfondimenti sui margini iniziali raccolti dalle Ccp, suddivisi per asset e livelli di concentrazione, e sull’indicatore di rischio sistemico Srisk.

L’Esma ha inoltre diffuso un rapporto sul rischio di liquidità nei fondi di investimento, il cui tema principale è la capacità (preparedness) di fondi di investimento con significative esposizioni a debito aziendale e attività immobiliari di far fronte a potenziali futuri shock avversi relativi a liquidità e valutazione.

Sulla base di alcuni significativi risultati di ricerca, il rapporto individua le priorità da seguire allo scopo di migliorare la preparedness dei fonti nei contesti sopra descritti: supervisione continua dell'allineamento tra strategia di investimento del fondo, profilo di liquidità e politica di rimborso; valutazione del rischio di liquidità; rendicontazione del profilo di liquidità del fondo; supervisione dei processi di valutazione in un contesto di incertezza.

L’identificazione delle aree prioritarie è funzionale alla riduzione di rischio e impatto della vendita collettiva dei fondi sul sistema finanziario, in particolare in relazione ai rischi di liquidità e di valutazione a livello del fondo di investimento.

Il monitoraggio Esma prevede in seguito lo svolgimento di periodiche valutazioni della resilienza del settore dei fondi e la partecipazione allo sviluppo e all'operatività del quadro macroprudenziale relativamente a fondi non bancari.

torna al sommario

Il 25 novembre alle 15.00 il prof. Alon Brav (Duke Fuqua School of Business) presenta uno studio dal titolo: “Retail shareholder participation in the proxy process: monitoring, engagement, and voting” (http://www.consob.it/documents/46180/46181/20201125_CEB_Brav.pdf/77d95d17-2668-4dea-b14f-d1d40c8d193c).

Il webinar è il terzo di un ciclo di 10 seminari organizzati da Consob, Esma e Università Bocconi, attraverso il centro di ricerca Baffi - Carefin, sui seguenti temi: microstruttura del mercato, post-trading ed efficienza del mercato; corporate governance e sostenibilità; tutela degli investitori e innovazione finanziaria.

Apre i lavori il Commissario Carmine Di Noia e discute il paper la prof.ssa Marina Brogi (Sapienza Università di Roma).

Link per partecipare: https://global.gotomeeting.com/join/755296861.

torna al sommario

La Commissione, con delibera n. 21587 del 18 novembre 2020, ha attribuito i seguenti incarichi di responsabilità, a decorrere dal 23 novembre 2020:

  • a Martina Tambucci, condirettore, in precedenza responsabile dell’Ufficio Regolamentazione, coordinato nell’ambito della Divisione Strategie Regolamentari, la responsabilità dell’Ufficio Relazioni Internazionali;
  • a Mauro Bellofiore, funzionario di 1a, in precedenza responsabile dell’Ufficio Analisi di Impatto della Regolamentazione, coordinato nell’ambito della Divisione Strategie Regolamentari, la responsabilità dell’Ufficio Regolamentazione, coordinato nell’ambito della Divisione Strategie Regolamentari;
  • ad Adriana Rossetti, condirettore centrale, responsabile della Divisione Strategie Regolamentari, la temporanea reggenzadell’Ufficio Analisi di Impatto della Regolamentazione, coordinato nell’ambito della stessa Divisione.

torna al sommario

Le autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority - Fca), Svizzera (Swiss Financial Market Supervisory Authority - Finma), Lussemburgo (Commission de Surveillance du Secteur Financier - Cssf), Hong Kong (Securities and Futures Commission - Sfc), Portogallo (Comissão do Mercado de Valores Mobiliários - Cmvm), Polonia (Polish Financial Supervision Authority - Knf), British Columbia (British Columbia Securities Commission - Bcsc), Paesi Bassi (The Netherlands Authority for the Financial Markets - AFM), Quebec (Autorité des marchés financiers - Amf Québec) e Cipro (Securities and Exchange Commission - Cy Sec) segnalano le società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari bancari e assicurativi senza le previste autorizzazioni.

Segnalate dalla Fca:

  • Vision Introducer Ltd / Money Bonds Market (www.moneybondsmarket.com);
  • AXA Investment Managers / AXA plc (email: enquiry@private-axa.com; complaints@private-axa.com; clarity.uk@private-axa.com) clone di società autorizzata;
  • Budsfx (www.budsfx.com);
  • Forge Global UK (www.forgeglobaluk.com);
  • www.bond-invest.com;
  • Insight Investment Group/ Insight Premium (email: colin.n@insight-investment-group.com, fortin.c@insight-investment-group.com, pelletier.a@insight-investment-group.com, tessier.s@insight-investment-group.com, Gauthier.i@insight-investment-group.com; contact@insight-premium.financial, n.colin@insight-premium.financial), clone di società autorizzata;
  • Jacob & Grunfeld (www.jacobgrunfeld.com) clone di società autorizzata;
  • RBC Capital Markets / RBC Investor & Treasury Services / RBC Financial Group (https://application.rbc-capital.co.uk / www.rbc-capital.co.uk) clone di società autorizzata;
  • Markets profit / Marketsprofit.com / Profit Market Trading (http://www.marketsprofit.com/uk/en);
  • Meritkapital.co (www.meritkapital.co) clone di società autorizzata;
  • Deals for Loan (www.dealsforloan.co.uk);
  • Fast Loan UK / Fast Finance UK LTD (email: theconsumerhelpline@gmail.com, fastukhelpline042493@googlegroups.com, customerhelplineloansapproval@gmail.com, thefastukffl042493@googlegroups.com, loansappovalshelplines@gmail.com, ukloansteam@gmail.com) clone di società autorizzata;
  • Montgrand Wealth Management (www.montgrandwealthmanagement.co.uk) clone di società autorizzata;
  • MarginElite / Margin Elite (https://marginelite.com);
  • Invicta-Securities (www.invicta-securities.com) clone di società autorizzata;
  • Thunder Loans (www.thunderloans.co.uk);
  • Mymarketexpert.com (www.mymarketexpert.com);
  • Bondmarket.vip (www.bondmarket.vip);
  • Fixed Rates UK (www.fixedratesuk.com);
  • Fixed Rate Search (www.fixedratesearch.com);
  • The ISA Finder (www.theisafinder.com);
  • Search and Invest (www.searchandinvest.co.uk);
  • Findtopukbonds.co.uk (www-topukpropertybonds.co.uk, www.findtopukbonds.co.uk);
  • The-ratesclub.com (www.the-ratesclub.com);
  • Evolution Trading (www.evolution-trading.ltd);
  • Beforex Capital / The Capital Holding Funds (https://beforexcapital.com; www.capitalholdingfunds.com);
  • Infinity Financial Services (tel: +442032392015; +443333031158; +442032392669);
  • DGXLTD (www.dgxltd.com);
  • Tenants Disrepair Help (www.tenantsdisrepairhelp.co.uk; facebook: www.facebook.com/Tenantsdisrepairhelp);
  • Invest-select.com (www.invest-select.com);
  • Km Asset Holdings (email: account@kmassetholding.co.uk).

Segnalata dalla Finma:

  • Swiss Prime / Swiss Prime Limited (https://swissprime.cc).

Segnalate dalla Cssf:

  • Cosminvest S.A. / COSMI Group (www.cosminvest-sa.com);
  • Presidio Investments Limited (https://presidioinvestmentsltd.com);
  • Deutsche Investment Loans / Deutsche Financial Investment, clone di intermediario bancario autorizzato.

Segnalate dalla Sfc:

  • GKS (www.za1.gks-financial.com) clone di società autorizzata;
  • GDC Limited (https://gdcinvestment.com).

Segnalata dalla Cmvm:

  • InvestTeck (www.investteck.com, www.investteck.net).

Segnalate dalla Knf:

  • Wantuch Investment;
  • Patrycja Kojder-Orent Tania Kas.

Segnalate dalla Bcsc:

  • Avariz Group (www.avarizgroup.com);
  • Fx Stock Trade Income (https://fxstocktradeincome.com);
  • Skycapital (www.skycapital.cc);
  • Bitstakers (www.bitstakers.com);
  • SENbit (https://senbit.com and https://senbit.cc);
  • Crypto-Miner Ltd (https://crypto-miner.ltd);
  • Alma Group Co Trading Ltd (https://almagroupco.com);
  • Everest Coins Invest (www.everestcoinsinvest.com);
  • FalconFxOption (www.falconfxoption.com);
  • Marketscap (www.marketscap.com);
  • Penz Trades (www.penztrades.com);
  • Nimble Options Technologies Ltd (https://nimbleoptions.com);
  • World Markets (www.worldmarkets.com).

Segnalata dalla Afm (Paesi Bassi):

  • Axe Capital (www.axecapital.systems).

Segnalazione da parte delle autorità di vigilanza del Québec (Amf e Opc):

  • L'Autorité des Marchés Financiers (Amf) e l'Office de la Protection du Consommateur (Opc) desiderano mettere in guardia il pubblico su falsi prestatori di denaro che utilizzano i social media per reclutare "clienti". Si rivolgono a persone con promesse di prestiti personali, auto o mutui a tassi molto interessanti per truffarli chiedendo alte commissioni, pagabili in anticipo tramite bonifico bancario. Nel processo, raccolgono informazioni personali altamente sensibili, come le informazioni bancarie delle vittime. I truffatori affermano di essere affiliati a istituti finanziari riconosciuti, ma i nomi della società utilizzati non risultano registrati in Québec. I loro siti web spesso risultano registrati fuori dal Québec. Naturalmente, queste organizzazioni non hanno né un certificato dell'Amf né un permesso dell'Opc.

Segnalazione da parte della CySec:

  • L’autorità di vigilanza di Cipro la Securities and Exchange Commission - CySec, avvisa i risparmiatori di aver aggiornato l’elenco dei siti web che offrono servizi di investimento sui mercati forex senza autorizzazione. L’elenco completo è pubblicato sul sito internet della CySec, al seguente indirizzo: https://www.cysec.gov.cy/en-GB/complaints/non-approved-domains/.

torna al sommario

LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE ASSUNTE O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA
(i documenti immediatamente disponibili nel sito sono evidenziati tramite link; gli altri provvedimenti saranno disponibili nei prossimi giorni)

Prospetti
  • Autorizzato il prospetto informativo relativo all’offerta in opzione ai soci e all’ammissione alle negoziazioni sul Mercato telematico azionario (Mta), segmento Star, organizzato e gestito da Borsa Italiana Spa, delle azioni di azioni ordinarie Tesmec Spa (decisione del 18 novembre 2020).
Albi ed elenchi
  • Cancellata la Europa Hd Srl dal registro di cui all’articolo 50-quinquies, comma 2, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, per effetto della decadenza dall’autorizzazione (delibera n. 21586 del 18 novembre 2020).
  • Autorizzata la Elite Sim Spa, ai sensi dell’articolo 26, comma 6, del Tuf, allo svolgimento nel Regno Unito del servizio di ricezione e trasmissione di ordini, in regime di libera prestazione di servizi e con le seguenti limitazioni operative: senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della società stessa. La delibera assume efficacia dal giorno successivo alla data di conclusione del periodo di transizione previsto dall’accordo di Recesso del Regno Unito dall’Unione Europea, quindi a partire dal 1° gennaio 2021 (delibera n. 21588 del 18 novembre 2020).
Contrasto all’abusivismo (art. 7-octies Tuf)

torna al sommario

CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Laura Ferri, Chiara Tomaiuoli, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l'Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "Area pubblica/pubblicazioni/newsletter".