Newsletter


Notiziario settimanale - anno XXVII - N° 13 - 6 aprile 2021

Le notizie della settimana:
- > Servizi finanziari abusivi: Consob oscura 6 siti abusivi
- > Utilizzo illecito dell’acronimo e del logo Consob
- > Oggi, 6 aprile 2021 - La corporate governance delle società quotate italiane: presentazione del IX Rapporto Consob
- > Opa NAF 2 Spa su azioni ASTM Spa: Consob approva il documento di offerta
- > Eureka!: le frontiere digitali. Ciclo di webinar Consob
- > 12 aprile 2021 - L’evoluzione dell’informativa finanziaria negli ultimi 30 anni: convegno in memoria di Angelo Apponi
- > Relazione annuale 2020 dell’Arbitro per le controversie finanziarie (ACF)
- > L’Esma chiarisce gli obblighi di informativa societaria per gli emittenti del Regno Unito
- > Esma, pubblicazione dei reports RTS 27 sull’applicazione della best execution
- > Esma, Eba ed Eiopa pubblicano Q&A condivise sugli aspetti intersettoriali delle operazioni di cartolarizzazione
- > Comunicazioni a tutela dei risparmiatori di altre autorità di vigilanza

Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana

Le determinazioni dirigenziali assunte nel corso della settimana

Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.

- LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

Consob ha ordinato l'oscuramento di 6 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

- Nab Europe Ltd (sito internet www.nabeuropeltd.com);

- Donnybrook Consulting Ltd (siti internet https://bid-broker-stocks.io e https://bid-broker-stocks.cc/);

"Globalcfd Ltd" e "D&D Venture Project Ltd" (sito internet www.globalfxcfd.com);

- "TradersHome Ltd" (sito internet https://tradershome.trade);

- "Primery Swiss Group" (sito internet www.primeryswissgroup.com e relativa pagina client.primeryswissgroup.com).

Sale, così, a 416 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione “Occhio alle truffe!”, dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l’investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

torna al sommario

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) segnala che non meglio precisati individui, mediante l'invio di messaggi di posta elettronica (provenienti da indirizzi apparentemente riferibili alla Consob), utilizzando illecitamente l'acronimo e il logo Consob, identificativi della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, prospettano ai risparmiatori la possibilità di farsi riconoscere la titolarità di quantitativi di cripto-valute (quali i bitcoin) che sarebbero nella disponibilità della Consob in quanto asseritamente "bloccati" presso di essa. Si avvisano i risparmiatori che i suddetti messaggi non sono in alcun modo riferibili alla Consob né sono stati da questa autorizzati. Tali iniziative potrebbero essere finalizzate all'appropriazione di somme di denaro e/o di dati personali.

torna al sommario

Oggi 6 aprile, dalle 11:30 alle 13:00, verrà presentato il IX Rapporto Consob sulla corporate governance delle società quotate italiane.

Il Rapporto, che insieme alle slides delle presentazioni saranno disponibili sul sito Consob dalle ore 11:30 di oggi, fornisce evidenze in merito ad assetti proprietari, organi sociali, assemblee e operazioni con parti correlate, sulla base di dati desunti da segnalazioni statistiche di vigilanza e informazioni pubbliche.

Interverrà Paolo Ciocca, Commissario Consob.

Il programma dettagliato dell'evento è disponibile sul sito Consob (https://www.consob.it/documents/46180/46181/20210406_programmaRCG.pdf/06239fe6-9d34-4dd1-9f18-a5344286ac0b).

L'evento si terrà in streaming sulla piattaforma GoToMeeting; il link di collegamento è stato inviato a coloro che si sono registrati online (https://www.consob.it/web/area-pubblica/iscrizione-seminari).

torna al sommario

Consob ha approvato il documento d'offerta relativo all'offerta pubblica di acquisto (opa) volontaria promossa, ai sensi degli articoli 102 e ss. del d. lgs. n. 58 del 1998 (Testo unico della finanza – Tuf), da NAF 2 Spa , su azioni ordinarie emesse da ASTM Spa (delibera n. 21786 del 1° aprile 2021).

L'offerta è volta ad ottenere la revoca delle azioni dell'emittente dalla quotazione sull'Mta (delisting).

NAF 2 è un veicolo societario interamente detenuto da Nuova Argo Finanziaria Spa, società partecipata al 60% da Aurelia Srl, società interamente riferibile alla famiglia Gavio, e al 40% da Mercure Investment Sàrl, società riferibile ad Ardian, società di investimento privata francese.

Pertanto, Aurelia detiene il controllo di diritto diretto su Nuova Argo e il controllo di diritto indiretto su NAF 2; inoltre, Aurelia controlla l'emittente, ai sensi dell'articolo 93 del Tuf, per il tramite di Nuova Argo. Ai sensi dell'articolo 101-bis, commi 4 e
4-bis, del Tuf, Nuova Argo, Aurelia, Nuova Codelfa Spa e Mercure sono persone che agiscono di concerto con l'offerente.

L'offerta ha ad oggetto massime 66.937.880 azioni, pari al 47,638% del capitale sociale dell'emittente, corrispondenti alla totalità delle azioni emesse da ASTM, dedotte le azioni detenute da Nuova Argo, Nuova Codelfa, Mercure e dallo stesso emittente, pari al 52,362% del capitale, ovverosia: (a) le complessive 60.449.417 azioni detenute da Nuova Argo (di cui 58.501.677 direttamente e 1.947.740 indirettamente tramite Nuova Codelfa); (b) le 2.385.650 azioni detenute da Mercure; (c) le 10.741.948 azioni proprie detenute dall'emittente (di cui 8.571.040 azioni detenute direttamente, 2.149.408 azioni detenute indirettamente tramite SINA Spa e 21.500 azioni detenute indirettamente tramite ATIVA Spa). NAF 2 non detiene azioni dell'emittente.

Per ciascuna azione portata in adesione è offerto un corrispettivo pari a 25,60 euro. Il controvalore massimo complessivo dell'offerta, calcolato in caso di adesione totale all'offerta sulla base del numero di azioni oggetto della stessa, è pari a 1.713.609.728 euro.

Il periodo di adesione, concordato con Borsa Italiana Spa, si svolgerà dal 13 aprile sino al 10 maggio 2021 (estremi inclusi), salvo proroga. Il periodo di adesione potrebbe essere riaperto per cinque giorni di borsa aperta ai sensi dell'articolo 40-bis, comma 1, lettera a), del Regolamento Emittenti qualora l'offerente, in occasione della pubblicazione dei risultati dell'offerta, comunichi il verificarsi della condizione sulla soglia (come di seguito definita) ovvero la rinuncia alla stessa.

Nel caso in cui all'esito dell'offerta l'offerente e le persone che agiscono di concerto venissero a detenere una partecipazione complessiva superiore al 90%, ma inferiore al 95% del capitale sociale dell'emittente, l'offerente non ripristinerà un flottante sufficiente ad assicurare il regolare andamento delle negoziazioni delle azioni dell'emittente.

In tale circostanza, l'obbligo di acquistare le restanti azioni ASTM dagli azionisti dell'emittente che ne facciano richiesta, ai sensi dell'articolo 108, comma 2, del Tuf, gravante solidalmente sull'offerente e sulle persone che agiscono di concerto, sarà adempiuto dall'offerente ad un corrispettivo per azione pari al corrispettivo riconosciuto nell'ambito dell'offerta.

Nel caso in cui, all'esito dell'offerta l'offerente e le persone che agiscono di concerto venissero a detenere una partecipazione complessiva superiore o pari al 95% del capitale sociale dell'emittente, l'offerente si avvarrà del diritto di acquistare le rimanenti azioni in circolazione, ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 111 del Tuf.

L'offerente, esercitando il diritto di acquisto, adempirà, anche per conto delle persone che agiscono di concerto, all'obbligo di acquisto di cui all'articolo 108, comma l, del Tuf nei confronti degli azionisti dell'emittente che ne abbiano fatto richiesta, dando pertanto corso ad un'unica procedura. In tal caso, il diritto di acquisto ai sensi dell'articolo 111, comma 1, del Tuf sarà esercitato dall'offerente riconoscendo un corrispettivo per azione pari al corrispettivo riconosciuto nell'ambito dell'offerta.

L'efficacia dell'offerta è subordinata alle seguenti condizioni di efficacia:

che le adesioni all'offerta abbiano ad oggetto un numero complessivo di azioni tale da consentire all'offerente di venire a detenere, a seguito della medesima offerta, una partecipazione complessiva superiore al 90% del capitale sociale dell'emittente. Nel caso in cui la condizione sulla soglia non si avverasse, l'offerente potrà rinunciare alla predetta condizione purché, ad esito dell'offerta, venga a detenere complessivamente più del 66,67% del capitale sociale di ASTM;

che non siano pervenute, entro il secondo giorno di borsa aperta antecedente la data di pagamento, comunicazioni, da parte di qualsivoglia autorità, ove ciò sia previsto dalla disciplina applicabile, inerenti all'esercizio di veti e/o rilievi e/o l'apposizione di condizioni in merito all'offerta, anche ai sensi e per gli effetti dell'eventuale normativa applicabile in materia di "golden power";

il mancato verificarsi o la mancata emersione, entro la data di pagamento del corrispettivo, di eventi o situazioni straordinarie comportanti gravi mutamenti nella situazione politica, finanziaria, economica, valutaria o di mercato, nazionale o internazionale, che abbiano effetti sostanzialmente pregiudizievoli sull'offerta e/o sulla situazione patrimoniale, economica, finanziaria o reddituale dell'emittente e/o dell'offerente, come meglio specificato nel documento.

Il comunicato di cui all'articolo 103, comma 3, Tuf e all'articolo 39 del Regolamento Consob n. 11971/1999, ("Regolamento Emittenti"), comprensivo del parere degli amministratori indipendenti, contenente ogni dato utile per l'apprezzamento dell'offerta, sarà diffuso al mercato, entro il giorno di borsa aperta antecedente al primo giorno del periodo di adesione.

torna al sommario

A partire dal 12 aprile si terrà un ciclo di webinar dal titolo "Consob – Eureka!" sui temi dell'intelligenza artificiale applicabile al campo della regolamentazione e della vigilanza sui mercati finanziari.

Sei appuntamenti, dalle 16,00 alle 17,30 introdotti dal Presidente della Consob, Paolo Savona, in cui alcuni fra i massimi esperti della materia metteranno a fuoco le potenzialità del digitale con l'obiettivo di individuare strumenti innovativi che semplifichino e migliorino le attività di regolatori, vigilanti e decisori politici.

Un confronto fra addetti ai lavori che, ispirandosi ad Archimede, aiuti a raggiungere l'Eureka!

La partecipazione ai webinar è riservata ai dipendenti Consob ed a quelli di altre istituzioni del settore finanziario (Banca d'Italia, Ivass, etc) che sono state interessate tramite i canali istituzionali.

torna al sommario

Lunedì 12 aprile 2021, dalle 9:15 alle 14:00, si terrà un convegno dal titolo L'evoluzione dell'informativa finanziaria negli ultimi 30 anni. L'evento è organizzato in memoria di Angelo Apponi.

I lavori saranno aperti dalla Commissaria Anna Genovese, proseguiranno con la moderazione del Commissario Paolo Ciocca e verranno conclusi dal Commissario Giuseppe Maria Berruti.

Il programma dettagliato dell'evento sarà disponibile a breve.

La partecipazione è libera, ma è gradita la registrazione online: https://www.consob.it/web/area-pubblica/iscrizione-seminari.

L'evento si terrà in streaming sulla piattaforma GoToMeeting, al link che verrà trasmesso in prossimità dell'evento a coloro che si saranno registrati.

torna al sommario

È stata pubblicata la Relazione annuale per il 2020 dell'Arbitro per le controversie finanziarie (ACF), l'organismo istituito presso la Consob nel 2016 per la risoluzione stragiudiziale delle controversie (c.d. Alternative Dispute Resolution - ADR) tra investitori retail e intermediari autorizzati alla prestazione dei servizi d'investimento in caso di violazione da parte di questi ultimi degli obblighi di diligenza, trasparenza, correttezza e informazione.

Nel 2020 sono aumentati i ricorsi in entrata (1.772) con un incremento del 5,6% rispetto ai 1.678 pervenuti nel corso del 2019, portando così a 7.113 il numero dei ricorsi complessivamente trasmessi all'ACF nel suo primo quadriennio di operatività.

Anche nel 2020 il contenzioso ACF è stato di significativo peso economico, con richieste risarcitorie che hanno sfiorato i 100 milioni di euro complessivi, portando a 400 milioni di euro il totale dei risarcimenti richiesti nel quadriennio 2017/2020.

Nel range tra 10.000 e 30.000 euro si sono collocati 414 ricorsi, 286 sono state le richieste di risarcimento di valore superiore ai 100.000 euro e non rare quelle attestatesi alla soglia massima di competenza (500.000 euro).

Di pari passo e in misura più marcata rispetto agli anni precedenti è cresciuta l'attività decisionale del Collegio, che ha tenuto 53 riunioni (erano state 46 nel 2019), assumendo in tutto 1.060 decisioni (853 nel 2019), di cui il 65% di accoglimento dei ricorsi; percentuale, quest'ultima, che si traduce in un significativo balzo (+10%) rispetto all'omologo dato 2019 (55% di ricorsi accolti).

Le decisioni di accoglimento assunte hanno consentito di riconoscere risarcimenti per 28,5 milioni di euro, raddoppiati rispetto al 2019, con una media di oltre 41.000 euro a ricorso. L'importo minimo è stato di 12,22 euro, massimo di 494.000 euro. È salito così a 84,4 milioni di euro il totale dei risarcimenti riconosciuti dall'ACF nel quadriennio 2017/2020.

È aumentato anche il numero dei procedimenti che si sono conclusi anticipatamente, su richiesta del risparmiatore: sono stati 212 nel 2020 con un incremento del 9,2% rispetto ai 194 del 2019, portando così a 676 (circa il 10% del totale) il numero complessivo dei ricorsi estintisi nel primo quadriennio di attività. In costante e positivo decremento, invece, il dato relativo ai casi di irricevibilità/inammissibilità dei ricorsi: 238 nel 2020 (-17,9% rispetto al dato 2019, quando erano stati 290).

Sommando le decisioni del Collegio, i procedimenti estintisi anticipatamente su istanza dei ricorrenti e i provvedimenti di irricevibilità/inammissibilità del Presidente, nel quadriennio 2017/2020 sono state concluse 5.270 istruttorie, corrispondenti al 75% del totale dei ricorsi ricevuti.

Il consuntivo 2020 conferma e consolida alcuni trend. Come nel 2019, il sud è stata l'area di provenienza del maggior numero di ricorsi (45%), seguita dalle regioni del nord (37%) e del centro (18%) del Paese.

Quanto alla ripartizione per genere, la percentuale di ricorsi presentati da uomini è scesa dal 70% del 2019 al 64,3% del 2020, colmando così in parte il gap di genere, che tende a scomparire nelle fasce d'età più giovani, schiudendo prospettive di un futuro e non più così lontano definitivo riequilibrio.

L'età media dei risparmiatori che si rivolgono all'ACF continua ad essere elevata, con gli over 55 che hanno cumulato quasi il 70% del monte ricorsi 2020, indice segnaletico di quanto sia difficile invece per i più giovani poter accumulare risparmio da destinare ad investimenti finanziari.

Le dinamiche relazionali tra risparmiatori e intermediari continuano a rimanere al centro del contenzioso ACF. Tra i motivi di contenzioso più frequenti, quelli che riguardano la redazione del questionario di profilatura e la valutazione di adeguatezza/appropriatezza.

In aumento anche il contenzioso relativo alla prestazione di servizi di trading online, di pari passo con l'utilizzo sempre più diffuso dei sistemi di home banking, indotto anche dai periodi di lockdown imposti dall'emergenza sanitaria.

torna al sommario

L'autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (Esma) ha pubblicato lo scorso 31 marzo uno statement riferito all'applicazione dei requisiti di trasparenza da parte degli emittenti del Regno Unito (paese "terzo" ai sensi della direttiva sulla trasparenza 2004/109/Ce "DT" , per effetto della Brexit) che abbiano titoli ammessi alla negoziazione nei mercati regolamentati dell'Unione europea (Ue).

Dal 1° gennaio 2021 gli emittenti del Regno Unito non possono più redigere e pubblicare relazioni finanziarie sulla base del diritto del Regno Unito in assenza di una decisione di equivalenza.

In particolare, l'articolo 23, paragrafo 1, della direttiva DT consente alle autorità nazionali competenti (Anc) di esentare gli emittenti di paesi terzi dall'obbligo di pubblicare una relazione finanziaria annuale predisposta secondo gli standard internazionali Ifrs (International Financial Reporting Standards), a condizione che il paese terzo stabilisca requisiti equivalenti.

Scopo della dichiarazione è garantire l'uniformità della vigilanza da parte delle autorità nazionali competenti nel concedere agli emittenti britannici l'esenzione dall'applicazione dei criteri fissati dalla direttiva sulla trasparenza per i bilanci consolidati e individuali di singole entità di gruppo.

A tal fine, gli emittenti britannici possono avvalersi degli standard internazionali Ifrs approvati dall'Ue, di quelli emessi dallo Iasb (International Accounting Standards Board) ovvero dei principi di paesi terzi considerati equivalenti (US GAAP, Chinese GAAP, Canada GAAP, Japan GAAP, Republic of Korea GAAP).

Inoltre, devono essere fornite informazioni afferenti, per gli emittenti di azioni, il computo dei dividendi e la capacità di pagare i dividendi, e per tutti gli emittenti, requisiti di capitale minimo e equity e problemi di liquidità.

torna al sommario

L'autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati, Esma, ha pubblicato il 31 marzo scorso un public statement per promuovere un'azione coordinata delle autorità nazionali competenti (Anc) relativamente all'obbligo per le sedi di esecuzione di mettere a disposizione del pubblico i dati relativi alla qualità dell'esecuzione delle operazioni nelle loro sedi, previsto dalla direttiva MIFID II (reports RTS 27).

L'Esma, consapevole della circostanza che i reports RTS 27 vengono raramente letti e non consentono agli investitori e ad altri utenti di effettuare confronti significativi in base alle informazioni contenute e tenuto conto della mancanza di chiarezza tra gli operatori di mercato circa la data di applicazione della sospensione dell'obbligo di pubblicazione dei reports RTS 27, raccomanda alle Anc di non dare priorità, nelle azioni di vigilanza nei confronti delle sedi di esecuzione, all'obbligo di pubblicare i reports RTS 27, fino alla data di applicazione delle misure nazionali di recepimento.

torna al sommario

Le tre autorità europee di vigilanza (Esma, Eba ed Eiopa) hanno pubblicato il 26 marzo scorso le domande e risposte (Q&A) sugli aspetti intersettoriali del regolamento sulle cartolarizzazioni, allo scopo di chiarirne i meccanismi di applicazione, facilitare l'adempimento degli obblighi relativi da parte degli operatori di mercato e promuovere l'attuazione coerente dei requisiti in questione nell'ambito dell'Unione europea nei settori di competenza.

Le Q&A contengono precisazioni relative (a) al contenuto e al formato delle informazioni sulle cartolarizzazioni, da comunicare a cura del cedente, del promotore
e della Securitisation special purpose entity (Sspe), (b) alle caratteristiche della documentazione da rendere pubblica al fine di facilitare la conformità degli investitori ai requisiti di due diligence e, infine, (c) ai servizi di certificazione sts (semplice, trasparente e standardizzata) che possono essere forniti ai soggetti coinvolti nella cartolarizzazione da verificatori terzi.

torna al sommario

Le autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority - Fca), Lussemburgo (Commission de Surveillance du Secteur Financier - Cssf), Hong Kong (Securities and Futures Commission - Sfc), Nuova Zelanda (Financial Markets Authority - Fma New Zealand), Polonia (Polish Financial Supervision Authority - Knf), British Columbia (British Columbia Securities Commission – Bcsc), Portogallo (Comissão do Mercado de Valores Mobiliários – Cmvm), Irlanda (Central Bank of Ireland – Cbi), Spagna (Comisión Nacional del Mercado de Valores - Cnmv), Francia (Authorité des Marchés Financiers - Amf) e Belgio (Financial Services and Markets Authority – Fsma), segnalano le società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari e assicurativi senza le previste autorizzazioni.

Segnalate dalla Fca:

  • Fixed Income Solutions (www.fixed-income-solutions.com);
  • Just Bonds (www.Just-bonds.com);
  • Bond Compare Uk  (www.bond-compare.com);
  • Supercontrol Limited (https://supercontrol.co.uk);
  • IVI Funds PLC (https://ivifundsplc.com), clone di società autorizzata;
  • Choose Wisely Limited (https://www.choosewisely.co.uk), clone di società autorizzata;
  • FXGbp Markets (https://fxgbpmarkets.com);
  • Fletcher Corporate Partners (www.fletchercorppart.com;
  • Fixed Income Solutions (www.fixed-income-solutions.com);
  • Keyslaw Group / Keys Law Group (www.keyslawgroup.com);
  • Greenberg Securities LLC (www.greenbergsecuritiesllc.com);
  • Lazard & Co Limited (www.lazard.secureportal.uk), clone di società autorizzata;
  • Proper Finance Ltd (email: michael.ruth2545@gmail.com; samanthawoodcock1990@gmail.com), clone di società autorizzata;
  • Castle Trust / Castle Trust Bank (www.castletrustukonline.com; www.astletrustbankukonline.com; www.castletrust-uk.org), clone di società autorizzata;
  • MAEF Wealth Management (www.maefwealthmanagement.co.uk), clone di intermediario autorizzato;
  • Bitmax4u (www.bitmax4u.com), clone di società autorizzata;
  • U Trade FX (https://web.utradefx.net/, www.utradefx.net);
  • High Net Bonds (www.highnetbonds.com);
  • Compare Bonds Uk (www.comparebondsuk.com);
  • Uk Bond Street (www.ukbondstreet.com);
  • Best Uk Bonds (https://best-uk-bonds.com);
  • Offer Investor Yields (offerinvestoryields.com);
  • UK Investment Options (https://ukinvestmentoptions.com);
  • Capital Market Search (www.capitalmarketsearch.com);
  • Compare Best Investment (comparebestinvestment.com);
  • Compare Bonds to Invest (comparebondstoinvest.com);
  • Compare Uk Investments (www.compareukinvestments.net);
  • Uk Elite Bonds (www.ukelitebonds.com);
  • Bond Guides (www.bondguides.com);
  • Uk-investment-search.org.uk (www.UK-investment-search.org.uk);
  • Overton's International (www.overtonsint.com);
  • Capital Platform (CP) International (www.cp-international.co.uk);
  • Search Bonds a trading style of Golden Water Ventures Ltd (https://www.searchbonds.com/, www.searchbonds.net). La società che era già stata segnalata dalla Fca, (v. "Consob Informa" n. 32/2020 del 14 settembre 2020) ora utilizza un ulteriore sito internet;
  • Bond Spotter (www. bondspotter.com);
  • BondRaters (bondraters.com);
  • Future Protect (www. thefutureprotect.com);
  • Compare Bonds Today (www.comparebonds.today);
  • Bond Comparisons Uk (www.bondcomparisonsuk.com);
  • Uk Investing (www.uk-investing.com).

Segnalate dalla Cssf:

  • Vicotoris (www.vicotoris.com);
  • www.nexgenpartners.co.uk, clone di società autorizzata;
  • www.europeancapitalpartners.fr, clone di società autorizzata;
  • Livret FIL (www.fil-lux.com);
  • Nordea Investment Funds S.A., clone di società autorizzata;
  • SFI - Société Financière d'Investissement (www.sfi-capital.com).

Segnalata dalla Sfc:

  • www.qhassetmanagement-hk.com, clone di società autorizzata.

Segnalate dalla Fma - New Zealand:

  • www.ghctrades.com, www.in-tan.com, cloni di società autorizzate.

Segnalate dalla Knf:

  • Krisimarks Eood (www.starmarkets.io);
  • LV Grow Markets (https://lvgrowmarkets.com/pl).

Segnalate dalla Bcsc:

  • Impero Solutions Limited (https://impero.solutions);
  • Tethertrade (https://tethertrade.net);
  • Cryptocloudmine (https://cryptocloudmine.live).

Segnalate dalla Cmvm:

  • Trading Jar (www.tradingjar.com, https://www.tradesjar.com, Facebook: https://www.facebook.com/jamestradingjar, Instagram: https://www.instagram.com/jamestradingjar, Twitter: (https:/twitter.com/jamestradingjar);
  • https://market.banif-bc.online, clone di ex società autorizzata.
  • David Soares (https://www.globalyouthtrading.com/ and www.wevesting.com, Instagram: https://www.instagram.com/davidgyt_/ https://www.instagram.com/wevesting;
  • Juventude Global, Lda;
  • Bds Markets.

Segnalata dalla Bci:

  • FTI Limited (https://www.fti-limited.com), clone di società autorizzata.

Segnalate dalla Cnmv:

  • Ui Group  (https://u-i-group.com);
  • Bitcoin Champion (https://bitcoin-champion.com);
  • https://bluetradesfx.com;
  • www.btcswing.com;
  • City Fx Capital / Turtle Capital Ltd (https://cityfxcapital.com);
  • Classicfx-24trade  (Uk) Limited (www.classicfx24trade.com);
  • Cryptocashsignals / Cryptocashbusiness;
  • Crypto Infuse Ltd (www.cryptoinfuseusa.com);
  • C Trust (https://ctrust.co/es);
  • https://dealfx.net;
  • Forex Al Milímetro  (Telegram Group) (https://t.me/Forex_al_milimetro. https://www.facebook.com/groups/198391691453180);
  • Gemini Option Ltd (https://geminioption.com);
  • Gu Arex (https://guarex.com/es);
  • Pacific Union Limited (https://es.puprime.com);
  • www.stanfordfinancegroup.com;
  • https://stn-capitals.com;
  • Ccai Limited (www.topcmarkets.com);
  • Topindex / Penelope Partnership Ltd (https://topindex.co).

Segnalate dalla Amf:

  • www.gwp-conseil.com;
  • www.itmehpad.com;
  • www.lamaisonlivreo.com;
  • www.petrus-conseil.com;
  • www.placementsfaciles.fr/container;
  • www.rubis-patrimoine.biz;
  • www.st-conseils.com;
  • www.74invest.com.

Segnalate dalla Fsma:

  • Alpha Connect Capital France (www.accfrance.com);
  • Dutch Options & Futures institute BV (https://www.dofin-bv.com);
  • Global Multi Trade (www.globalmtcorp.com);
  • Itm Immo Log;
  • International Financial Advisers (www.robingregory-ifa.com, https://occxpng.1e-gtwsjdnqj7msc-1-3dbtwdnfgq.com;
  • Omicron SCPI (www.omicron-scpi.com);
  • Oranje Vest BV  (www.oranje-bv.com);
  • PMB Invest  (www.pmb-invest.com);
  • Themis Patrimoine;
  • Action Refund (www.actionrefund.com, www.lp.actionrefund.com and www.actionrefund-ltd.com)
  • Private-Union (www.private-union.com), clone di società autorizzata.

torna al sommario

LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE ASSUNTE O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA
(i documenti immediatamente disponibili nel sito sono evidenziati tramite link; gli altri provvedimenti saranno disponibili nei prossimi giorni)

Offerte pubbliche di acquisto e scambio
  • Approvato il documento d'offerta relativo all'offerta pubblica di acquisto volontaria promossa, ai sensi degli articoli 102 e ss. del d. lgs. n. 58 del 1998 (Testo unico della finanza – Tuf), da NAF 2 Spa su azioni ordinarie emesse da ASTM Spa (delibera n. 21786 del 1° aprile 2021).
Albi ed elenchi
  • L'ente di revisione Kpmg Llp, con sede legale in Londra, Regno Unito, è iscritto nella Sezione B dell'Albo Speciale delle società di revisione tenuto dalla Consob, di cui all'articolo 161 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, relativa ai revisori e agli enti di revisione contabile di Paesi terzi iscritti in conformità all'articolo 45, paragrafo 1 della Direttiva 2006/43/Ce (delibera n. 21779 del 30 marzo 2021).
  • L'ente di revisione Ernst & Young Llp, con sede legale in Londra, Regno Unito, è iscritto nella Sezione B dell'Albo Speciale delle società di revisione tenuto dalla Consob, di cui all'articolo 161 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, relativa ai revisori e agli enti di revisione contabile di Paesi terzi iscritti in conformità all'articolo 45, paragrafo 1 della Direttiva 2006/43/Ce (delibera n. 21778 del 30 marzo 2021).
Contrasto all’abusivismo (art. 7-octies Tuf)

Ordine, ai sensi dell’articolo 7-octies, lettera b), del d.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 Testo unico della finanza - Tuf di porre termine alla violazione dell’articolo 18 del medesimo Tuf, posta in essere da:

- Nab Europe Ltd tramite il sito internet www.nabeuropeltd.com (delibera n. 21784 del 31 marzo 2021);

- Donnybrook Consulting Ltd tramite i siti internet https://bid-broker-stocks.io e https://bid-broker-stocks.cc/ (delibera n. 21783 del 31 marzo 2021);

- Globalcfd Ltd e D&D Venture Project Ltd tramite il sito internet www.globalfxcfd.com (delibera n. 21782 del 31 marzo 2021);

- TradersHome Ltd tramite il sito internet https://tradershome.trade (delibera n. 21781 del 31 marzo 2021);

-Primery Swiss Group tramite il sito internet www.primeryswissgroup.com e relativa pagina client.primeryswissgroup.com (delibera n. 21780 del 31 marzo 2021).

torna al sommario

LE DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI ASSUNTE O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA
(i documenti immediatamente disponibili nel sito sono evidenziati tramite link; gli altri provvedimenti saranno disponibili nei prossimi giorni)

Quote per l'elezione degli organi di amministrazione e controllo
  • Il Responsabile della Divisione Corporate Governance della Consob, sulla base delle previsioni dell'articolo 147-ter del d.lgs. n. 58/1998 (Testo unico della finanza - Tuf) e degli articoli 144-ter e seguenti del Regolamento Emittenti, ha determinato la quota minima di partecipazione per la presentazione delle liste dei candidati per l'elezione degli organi di amministrazione e controllo della società Cattolica di Assicurazione – Società per Azioni. Fatta salva l'eventuale minor quota prevista dallo statuto della società, la soglia è stata individuata al 2,5%. Il testo integrale della determinazione dirigenziale (n. 47 del 1° aprile 2021) è disponibile sul sito internet www.consob.it, corredata dalla tabella con l'indicazione dei criteri utilizzati per la determinazione della quota di partecipazione

torna al sommario

CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Laura Ferri, Chiara Tomaiuoli, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l'Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "Area pubblica/pubblicazioni/newsletter".