Newsletter


Le notizie della settimana:
- > Comunicazioni Consob a tutela dei risparmiatori
- > Esma: dichiarazione sulle raccomandazioni d’investimento diffuse attraverso i social network
- > La Settimana Mondiale dell’Investitore, promossa dalla Iosco e, in Italia, dalla Consob, non termina a ottobre
- > Save The Date, 5 novembre 2021: Seminario Consob/Politecnico di Milano: “MiCAr, implicazioni per il mercato primario secondario”
- > Save The Date, 12 novembre 2021: Seminario Consob - Sapienza Università di Roma “Emerging risks in cryptocurrencies”
- > Marbles Spa: determinato il corrispettivo per l’adempimento dell’obbligo di acquisto di azioni Retelit Spa
- > Finanza sostenibile: nuove regole delle ESAs per la diclosure dei prodotti relativi alla tassonomia
- > Comunicazioni a tutela dei risparmiatori di altre autorità di vigilanza

- > Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana

Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.

- LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

Consob ha ordinato l’oscuramento di 5 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L’Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività internet di inibire l’accesso dall’Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l’oscuramento:

  • Tradernet Ltd (sito internet https://web.utradefx.uno e relativa pagina https://utradefx.uno);
  • “FMarketX” (sito internet https://fmarketx.com e relative pagine https://client.fmarketx.com, https://webtrader.fmarketx.com);
  • “Primus Trader” (sito internet https://primustrader.com e relative pagine https://client.primustrader.com e https://webtrader.primustrader.com);
  • “RoyalFX24” (sito internet www.royalfx24.com e relativa pagina https://royal24fx.com);
  • Allglobalfin Limited (sito internet www.allglobalfin.com e relativa pagina https://webtrader.allglobalfin.com).

Sale, così, a 542 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l’Autorità è stata dotata del potere di ordinare l’oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l’oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l’attenzione dei risparmiatori sull’importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l’operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione “Occhio alle truffe!”, dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l’investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

torna al sommario

Per garantire una maggiore protezione dei consumatori, lo scorso 28 ottobre l’Esma, autorità di regolamentazione dei mercati mobiliari dell’Unione europea, ha chiarito in una dichiarazione che le informazioni - diffuse da soggetti interni o esterni all’Unione - con cui si propongono decisioni di investimento su strumenti finanziari (azioni e obbligazioni) destinati al pubblico e scambiati in ambito Ue (quale la condivisione di un parere sul prezzo attuale o futuro di una determinata azione) hanno natura di raccomandazioni di investimento ai sensi del diritto Ue.

  • Natura delle raccomandazioni d’investimento. Per il diritto dell’Unione si tratta di un'informazione che raccomanda o suggerisce, esplicitamente o implicitamente, una strategia di investimento destinata ai canali di distribuzione o al pubblico, riguardante uno o più strumenti finanziari o emittenti, incluso qualsiasi parere sul valore o sul prezzo attuale o futuro di tali strumenti. Può essere diffusa mediante rapporti di analisti, articoli, media tradizionali o anche attraverso i social network.
  • Destinatari delle raccomandazioni d’investimento. Chiunque raccomandi investimenti in qualsiasi modo o forma, attraverso qualsiasi piattaforma e chiunque assuma decisioni d’investimento sulla base delle raccomandazioni fatte su qualsiasi piattaforma, inclusi i social media.
  • Protezione dei consumatori. Le raccomandazioni d’investimento devono essere formulate in modo specifico e trasparente per non indurre in errore gli investitori che, prima di assumere qualsiasi decisione di investimento, devono essere posti in grado di conoscere e valutare la credibilità della raccomandazione, la sua obiettività, gli interessi di coloro che formulano raccomandazioni. Le opinioni contenute in raccomandazioni d’investimento non devono arrecare danni ai risparmiatori.
  • Elaborazione delle raccomandazioni d’investimento. Le raccomandazioni d’investimento sono generalmente formulate da soggetti quali società, banche, broker o analisti finanziari. Questa platea deve essere necessariamente allargata fino ad includere soggetti che - sui social network - diffondono con frequenza proposte per strategie d’investimento destinate a raggiungere un pubblico più vasto, presentandosi quali esperti in possesso di competenze finanziarie. In questi casi è richiesta la comunicazione di maggiori informazioni sugli autori della comunicazione/opinione.
  • Norme sulle raccomandazioni d’investimento. Queste norme sono contenute nel regolamento Ue sugli abusi di mercato e prevedono che coloro che formulano raccomandazioni d’investimento debbano comunicare la loro identità, presentare le raccomandazioni in modo obiettivo e rendere noti tutti i rapporti o circostanze che potrebbero compromettere la loro obiettività. Inoltre gli esperti devono attenersi a norme supplementari.
  • Rispetto delle norme per la protezione degli investitori. E’ compito delle Autorità di regolazione europee monitorare la condotta, gli ordini e le operazioni degli investitori sul mercato ed investigare, ove necessario. Qualora risulti che la normativa sulle raccomandazioni d’investimento non è stata rispettata, ciò può comprendere sanzioni pecuniarie o altre azioni di vigilanza, inclusa la segnalazione all’Autorità Giudiziaria.

torna al sommario

Non termina ad ottobre la WIW (World Investor Week) settimana mondiale dell’investitore iniziata il 4 ottobre scorso (v. “Consob Informa” n. 34/2021) organizzata dalla Iosco, l’organizzazione mondiale delle autorità di vigilanza sui mercati finanziari a cui partecipa anche la Consob.

Il calendario, disponibile al link https://www.consob.it/web/investor-educatimon/calendario-eventi-2021, sarà costantemente aggiornato con l’indicazione delle prossime iniziative.

Tra queste segnaliamo:

torna al sommario

Il 5 novembre prossimo dalle 11.00 alle 13.00 si terrà il secondo seminario della serie organizzata dalla Consob e dall’osservatorio Blockchain & Distributed Ledger del Politecnico di Milano per approfondire le principali sfide poste dalle tecnologie Blockchain e la profonda trasformazione della finanza, spinta dall’evoluzione normativa e tecnologica e dalla crescente competizione. Il secondo incontro del percorso ha come oggetto “MiCAr, implicazioni per il mercato primario secondario.

L’incontro permetterà di approfondire il tema dellaMarkets in Crypto-asset Regulation (MiCaR), proposta di regolamento europeo che avrà grandi impatti all’interno del mercato europeo e in particolare sull’evoluzione del settore dei crypto-asset, costituendo anche un’importante occasione di confronto in diretta con i principali attori ed esperti del settore. Sarà infatti data la possibilità di interagire con i relatori attraverso apposite sessioni di Q&A.

L’evento prevede (11.00) i saluti iniziali di Paolo Ciocca (Commissario Consob).

Sono successivamente previste due sessioni di lavoro, moderate da Vittorio Carlini (Giornalista, IlSole24Ore). Alla prima (11.00) partecipano, con Martina Tambucci (Responsabile Ufficio Relazioni Internazionali, Consob), Maria Rosaria Maugeri (Componente del Comitato Direttivo della Scuola Superiore della Magistratura e Presidente della Scuola Superiore dell’Università degli Studi di Catania), Filippo Annunziata(Professore di diritto dei mercati finanziari, Università Bocconi Milano) e Pietro Sella (Ceo Banca Sella).

Alla seconda (12.00) partecipano, con Laura Grassi (Direttore, Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger), Diego Monorchio (Ufficio Post Trading, Consob), Christian Miccoli (Co-founder & CEO, Conio) e Mariano Carozzi (Chairman, Young Platform).

I saluti finali (12.50) sono a cura di Valeria Portale (Direttore, Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger).

Il seminario sarà fruibile in streaming gratuitamente, previa registrazione al seguente link: https://www.osservatori.net/it/eventi/prossimi/webinar/micar-implicazioni-mercato-primario-secondario-webinar che consentirà l’assegnazione di un accesso personalizzato all’evento.

Il calendario dei seminari (gratuiti) prevede, successivamente, i seguenti appuntamenti:

Ulteriori informazioni sui seminari potranno essere richieste a: micarseries@consob.it.

torna al sommario

La Consob organizza per il 12 novembre prossimo alle 10:00, insieme alla Facoltà di Economia - Sapienza Università di Roma, il seminario di apertura del ciclo di incontri dedicato alle nuove frontiere nei mercati finanziari e bancari, dal titolo: “Emerging risks in cryptocurrencies”.

Nel corso del seminario verranno presentati i seguenti lavori: “The cryptocurrency uncertainty index” di Brian Lucey (Trinity Business School) e “The destabilising effects of cryptocurrency cybercriminality” di Samuel Vigne (Università Luiss Guido Carli).

Sono inoltre previsti gli interventi di Paolo Savona (Presidente Consob), Fabrizio D'Ascenzo (Preside della Facoltà di Economia, Università Sapienza di Roma) e Marina Brogi (Università Sapienza di Roma).

Il programma dettagliato dell’evento e il link per partecipare in streaming verranno resi noti successivamente.

torna al sommario

Consob ha determinato in 3,10 euro per ogni azione il corrispettivo per l’adempimento dell’obbligo di acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma 2, del Tuf, da parte di Marbles Spa sulle azioni residue Retelit Spa (delibera n. 22058 del 27 ottobre 2021).

Il 30 maggio 2021 Marbles ha comunicato la decisione di promuovere un’offerta pubblica di acquisto (opa) volontaria totalitaria ai sensi degli articoli 102 e ss. del Tuf, su massime 117.041.550 azioni ordinarie emesse da Retelit, rappresentative del 71,252%del capitale sociale dell’emittente, dedotte: (i) le 22.771.615 azioni Retelit, pari al 13,863% del capitale sociale dell’emittente, detenute indirettamente dall’offerente tramite la propria controllata Fiber 4.0 Spa; e (ii) le 24.451.781 azioni Retelit, detenute direttamente dall’offerente, pari al 14,885% del capitale sociale dell’emittente (complessivamente il 28,748%).

Il documento relativo all’offerta è stato approvato con delibera Consob n. 21957 del 14 luglio 2021 (v. “Consob Informa” n. 28/2021).

L’offerta si è svolta dal 26 luglio al 1° ottobre 2021 al prezzo unitario di 3 euro per azione. Nel comunicato del 13 settembre 2021, l’offerente, inoltre, ha comunicato (i) la riduzione della condizione soglia prevista nel documento di offerta, dal 66,67% del capitale sociale di Retelit al 50% del capitale sociale più 1 azione di Retelit; e che (ii) qualora ad esito dell’offerta - ivi inclusa l’eventuale riapertura dei termini - fosse giunto a detenere una partecipazione diretta e/o indiretta pari ad almeno il 66,67% del capitale sociale dell’emittente, lo stesso avrebbe riconosciuto un corrispettivo addizionale pari a 0,10 euro per ciascuna azione Retelit. Tale circostanza, poi, si è verificata nel corso del primo giorno della riapertura dei termini, come comunicato dall’offerente il 27 settembre u.s., sicché agli oblati aderenti all’offerta è stato riconosciuto un corrispettivo complessivo pari a 3,10 euro.

Secondo quanto reso noto dall’offerente con il comunicato sui risultati definitivi dell’offerta del 22 settembre 2021, nel corso del periodo di adesione, che si è svolto dal 26 luglio al 17 settembre 2021,

tenuto conto delle adesioni all’offerta, l’offerente ha acquistato complessive 59.089.254 azioni, pari al 50,486% delle azioni oggetto dell’offerta e al 35,972% del capitale sociale dell’emittente. Pertanto l’offerente è venuto a detenere complessive 106.312.650 azioni, rappresentative del 64,720% del capitale sociale dell’emittente.

Successivamente, con comunicato stampa del 6 ottobre 2021, l’offerente ha reso noti i risultati definitivi dell’offerta ad esito della riapertura dei termini; in tale comunicato l’offerente ha rappresentato che tenuto conto (i) delle azioni già detenute direttamente e indirettamente dall’offerente prima della riapertura dei termini; (ii) delle azioni portate in adesione all’offerta durante la riapertura dei termini (pari al 36,204% delle azioni oggetto dell’offerta e al 25,796% del capitale sociale dell’emittente); (iii) delle azioni acquistate dall’offerente al di fuori dell’offerta durante la riapertura dei termini (pari al 2,275% delle azioni oggetto dell’offerta e al 1,621% del capitale sociale dell’emittente); nonché (iv) delle 4.185.636 azioni proprie di Retelit (che rappresentano il 2,55% del capitale sociale dell’emittente), l’offerente è venuto a detenere, direttamente e indirettamente, 155.535.330 azioni, pari al 94,686% del capitale sociale dell’emittente.

Pertanto, sono sorti in capo all’offerente i presupposti per l’adempimento dell’obbligo di acquisto di cui all’articolo 108, comma 2, del Tuf in relazione alle azioni Retelit ancora in circolazione.

L’offerente definirà con Borsa Italiana la tempistica di esecuzione della procedura di adempimento dell’obbligo di acquisto e provvederà a diffondere un comunicato al mercato in ordine alle modalità di svolgimento di tale procedura.

Ad esito dello svolgimento della suddetta procedura la società verrà delistata e, qualora per effetto dell’obbligo di acquisto l’offerente raggiunga la percentuale del 95% delle azioni Retelit (anche tenuto conto delle azioni proprie ove non apportate all’obbligo di acquisto), lo stesso, come già dichiarato nel documento di offerta, si avvarrà del diritto di acquisto ai sensi dell’articolo 111 del Tuf, che sarà esercitato al medesimo prezzo previsto nell’ambito della procedura di sell-out.

torna al sommario

Le tre Autorità di vigilanza europee (Esas - Esma, Eba ed Eiopa) hanno presentato lo scorso 22 ottobre alla Commissione Europea un Rapporto finale congiunto contenente la proposta di norme tecniche (Regulatory Technical Standards - Rts) sulle informative relative a prodotti finanziari che perseguono obiettivi ambientali attraverso la realizzazione di investimenti sostenibili.

Si tratta delle informazioni richieste dalla Sustainable Finance Disclosure Regulation (Sfdr) (Regolamento (UE) 2019/2088), così come integrate dal Regolamento sull'istituzione di un quadro per facilitare gli investimenti sostenibili (c.d. “regolamento sulla tassonomia”).

La Commissione intende inoltre uniformare il quadro normativo, includendo in un unico strumento - che dovrebbe essere applicabile dal 1 luglio 2022 - gli standard Sfdr originali (febbraio 2021) e quelli attuali.

Il passaggio normativo appare necessario per informare compiutamente gli investitori finali sugli investimenti del prodotto finanziario in attività economiche sostenibili dal punto di vista ambientale, fornendo loro informazioni tra loro comparabili per poter effettuare scelte di investimento consapevoli, nonché allo scopo di pervenire a un codice unico per le informative sulla sostenibilità ai sensi dell'Sfdr e del regolamento sulla tassonomia.

Per i prodotti di cui agli articoli 5 e 6 del regolamento sulla tassonomia il Rapporto propone la redazione di informative precontrattuali e periodiche che identifichino gli obiettivi ambientali ai quali prodotto contribuisce ed evidenzino in quale modo e misura gli investimenti del prodotto siano allineati alla tassonomia europea.

Ciò anche grazie a due ulteriori requisiti: l'allineamento tassonomico degli investimenti del prodotto finanziario sulla base di una specifica metodologia di calcolo o, in alternativa, la garanzia - fornita da un revisore o da una revisione di una terza parte - che le attività economiche finanziate dal prodotto - e qualificate sostenibili dal punto di vista ambientale - sono conformi ai criteri del regolamento sulla tassonomia. Inoltre, per le comunicazioni precontrattuali e periodiche, si propongono modifiche ai modelli obbligatori nel caso di prodotti finanziari che promuovono caratteristiche ambientali e/o sociali o possiedono obiettivi di investimento sostenibili così come definito nell'Sfdr, inserendo informazioni aggiuntive sull’allineamento tassonomico per i prodotti di cui agli articoli 5 e 6 del regolamento sulla tassonomia.

La rappresentazione dell'allineamento tassonomico degli investimenti viene presa in debita considerazione anche relativamente alle obbligazioni sovrane, caso in cui le Esas propongono di richiedere la comunicazione dell'allineamento tassonomico degli investimenti mediante due distinti ratio: (i) l’uno con l’inclusione delle esposizioni sovrane e l’altro calcolato allo stesso modo ma con l’esclusione delle esposizioni sovrane; (ii) la rappresentazione grafica a complemento: un grafico rappresenterebbe l’allineamento tassonomico includendo nel calcolo tutti gli investimenti in portafoglio, mentre un secondo metterebbe in evidenza l'allineamento tassonomico escludendo tutte le esposizioni sovrane.

torna al sommario

Le autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority - Fca), Lussemburgo (Commission de Surveillance du Secteur Financier - Cssf), Hong Kong (Securities and Futures Commission - Sfc), Svizzera (Swiss Financial Market Supervisory Authority - Finma), Cipro (Securities and Exchange Commission - CySec), Nuova Zelanda (Financial Markets Authority - Fma - New Zealand), Irlanda (Central Bank of Ireland - Cbi), Spagna (Comisión Nacional del Mercado de Valores - Cnmv) e Belgio (Financial Services and Markets Authority - Fsma) segnalano le società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari, bancari e assicurativi senza le previste autorizzazioni.

Segnalate dalla Financial Conduct Authority (Fca) - Regno Unito:

  • InvestSelect (https://investselect.online, https://investselect.uk, https://invest-select.online);
  • Wingfield Corporate Partners LLC (www.wingfieldcorporatepartnersllc.com);
  • Merger Arbitrage Advisors (www.marbadvicellc.com, www.marbadvice.com, www.marbadice.com);
  • InvestSelect (https://investselect.online, investselect.uk, https://invest-select.online);
  • Citibank (www.citifixedrates.com), clone di società autorizzata;
  • Funds-Back (www.funds-back.com);
  • Meteor Trade Investment Management Ltd (https://meteortrade.pro);
  • Olive Tree Invest Limited (www.https://www.olivetreeinvestments.co.uk);
  • Union Investment Luxembourg (www.unioncorp.co.uk, https://uil-london.co.uk/, www.unionmail.co.uk), clone di società autorizzata;
  • Ostrum Wealth (https://ostrumgroup.com), clone di società autorizzata;
  • Fixed Rate Search (www.fixedratesearch.com, https://fixedratesearch.online);
  • LDF Professions (https://ldf-professions.com), clone di società autorizzata;
  • Active Refunds (https://activerefunds.com), clone di società autorizzata;
  • DP Financial Solutions (https://dpfinancialsolutionsltd.co.uk), clone di società autorizzata;
  • Worldwide Trade Finance (https://worldwidetradefinance.net), clone di società autorizzata;
  • Icap-global (email: marketing@icap-global.com), clone di società autorizzata,
  • Investing Views (https://investngviews.com/, https://investingviews.net/, https://investingviews.org);
  • JFS Brokers (https://jfsbrokers.com, http://jfs-brokers.com), clone di società autorizzata;
  • Bit-System.co.uk (http://www.bit-system.co.uk);
  • Coin Standart (https://coinstandart.co.uk), clone di società autorizzata;
  • Wise Funds / Wise Bonds (www.buy.wise-bonds.com, www.bonds.wisefundsuk.com, www.wisefundsuk.com), clone di società autorizzata;
  • PearlFX (www.pearlfx.net), clone di società autorizzata;
  • Online-Trading.Trade (https://online-trading.trade);
  • EOCFX (https://eocfx.com), clone di società autorizzata;
  • Solid Investing (https://solidinvesting.io);
  • Coinnery Limited (www.coinnery.com);
  • Keepuploans (www.keepuploans.com);
  • Covercoin (www.covercoin.net);
  • Finomarkets (www.finomarkets.com). Già oggetto di delibera Consob n. 22030 del 6 ottobre 2021. Successivamente l’autorità avvalendosi dei poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), ha ordinato ai fornitori di servizi di connettività ad internet di inibire l’accesso dall’Italia al sito web www.finomarkets.com (v. “Consob Informa” n. 35/2021 dell'11 ottobre 2021);
  • FMarketX (https://fmarketx.com), clone di società autorizzata. Già segnalata dalla Cnmv (Spagna), v. ”Consob Informa” n. 31/2021 del 13 settembre 2021);
  • PO Trade Limited (https://pocketoption.com, https://potrade.com);
  • Hengry Capital Global Limited (www.hengryfx.com, hengryfx.net, https://www.hengry-fx.com);
  • Money Me Financial (www.moneymefinancial.co.uk);
  • CIBC Group / Canadian Imperial Bank of Commerce (www.canadianimperialbankcommerce.com), clone di società autorizzata;
  • Dunfermline Direct (www.dunfermline-direct.com), clone di società autorizzata;
  • Federal Finance (https://www.fed-finance.io);
  • Best Ethical Bond Rates (www.bestethicalbondrates.com), clone di società autorizzata;
  • National Loans UK / NationalLoansUK (www.nationalloansuk.com);
  • Cresco Trading Limited (www.crescotradinglimited.com), clone di società autorizzata;
  • KPM Finance (https://kpm-finance.com), clone di società autorizzata;
  • Prestige Automotive / Prestigecarsauto / Prestigecarsfinchley (http://www.prestigecarsfinchley.com), clone di società autorizzata;
  • Premier Capital Finance (https://www.premiercapitalfinanceuk.com);
  • Top Trade Group (www.toptradegroup.com);
  • Compare ISA Market (https://bestcomparison2021.com).

Segnalata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier (Cssf) - Lussemburgo:

  • Nexus Investments (www.nexus-invest.lu).

Segnalate dalla Securities and Futures Commission (Sfc) - Hong Kong:

  • www.yigangtongkg.com, clone di società autorizzata;
  • Varot Financial Limited (www.varotforex.com), clone di società autorizzata.

Segnalate dalla Swiss Financial Market Supervisory Authority (Finma) - Svizzera:

  • OP-Trust (https://op-trust.com);
  • www.quantusholdingsstrategies.co.

Segnalate dalla Securities and Exchange Commission (CySec) - Cipro:

  • www.capitalmarketcorp.com;
  • www.admiralecn.net;
  • www.thegoldcapitals.com;
  • www.alphacapitaltrade.com;
  • www.magnasale.org;
  • www.brocprime.net.

Segnalate dalla Financial Markets Authority (Fma) - Nuova Zelanda:

  • Income Analysts (www.incomeanalysts.net);
  • www.magnaumbrellafund.org, sito internet già segnalato dalla Fca (Regno Unito) (v. "Consob Informa" n. 34/2019 del 7 ottobre 2019);
  • Pacific Forex Asset Management (https://pacificforexasset.io);
  • GTV Media Group Inc / G Club Operations LLC (s://gtv.org/, http://corp.gtv.com, https://www.gclubs.com/en);
  • TradeVtech / UMedia LLC (www.tradevtech.net);
  • Sterling Specialist (www.sterlingspecialist.com);
  • Avan Investment (in.avaninvestment.com);
  • www.bitsharechain.com;
  • www.investgloballimited.com;
  • HyperFund (https://thehyperfund.com);
  • QuantumAI (quantumai.investerscorp.com, safe-investment-daily.com/quantumai6, the-quantum-tech.com, thebigdatas.tech/QuantumAI);
  • www.merlingrouplimited.com.

Segnalate dalla Central Bank of Ireland (Cbi) - Irlanda:

  • Trojan Funds, clone di società autorizzata;
  • Blackwall UCITS Platform ICAV, clone di società autorizzata;
  • IVI Umbrella Fund PLC / IVI Funds PLC, clone di società autorizzata;
  • NoE P&I Dac, clone di società autorizzata.

Segnalate dalla Comisión Nacional del Mercado de Valores (Cnmv) - Spagna:

  • Seabreeze Partners Ltd (https://maxiplus.trade). Sito internet segnalato dalla Fca (Regno Unito e dalla Fma (Austria), vedi ”Consob Informa" n. 31/2021 del 13 settembre 2021;
  • Investigram Ltd (https://investigram.com). Già oggetto di delibera Consob n. 21764 dell’11 marzo 2021. Successivamente l’autorità avvalendosi dei poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), ha ordinato ai fornitori di servizi di connettività ad Internet di inibire l’accesso dall’Italia al sito web www.investigram.com.
  • Paco World System Ltd (https://24xforex.com/es);
  • www.247smartcapital.com;
  • www.alphafxc.com. Già segnalata dalla Fca, vedi Consob Informa" n. 29/2021 del 26 luglio 2021.
  • Apex Trading Investment Platform (https://apextradings.com);
  • Tremisa Ltd (https://askemarket.com/es). Già oggetto di delibera Consob n. 22012 del 22 settembre 2021. Successivamente l’autorità avvalendosi dei poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), ha ordinato ai fornitori di servizi di connettività ad Internet di inibire l’accesso dall’Italia al sito web www.askemarket.com.
  • Assetgroup / Widdershins Group Ltd (https://assetgroup.io, https://assetgroup.cc);
  • Astra Horizon (www.astrahorizon.com);
  • Dit Markets Ltd (https://bidmarkets.com);
  • Brokersocialtrading (https://www.brokersocialtrading.com);
  • Forex Brokers Limited (https://btcforex.uk);
  • www.centogx.com;
  • Finiviex Dynamic Ltd (www.finiviex.com/es);
  • Fx Managment Bank (https://forex.management);
  • Fxquote247 / Fx-Quote247 / Fx-Quote247 Limited (https://fxquote247.com);
  • https://ironefx.com/es;
  • Jep Investment (https://jepinvestment.com).

Segnalate dalla Financial Services and Markets Authority (Fsma) - Belgio:

  • Forex 7xt+0 (https://web.ftasjh.com/);
  • Garafi (https://garafi.com/);
  • Insun Forex (http://tradeinsun.com/);
  • MWNG Company Limited (https://mwngglobal.com/mwng_en/index.htm);
  • XT.com (https://www.xt.com/).

torna al sommario

LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE ASSUNTE O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA
(i documenti immediatamente disponibili nel sito sono evidenziati tramite link; gli altri provvedimenti saranno disponibili nei prossimi giorni)

Offerte pubbliche di acquisto e scambio
  • Determinato il corrispettivo per l’adempimento dell’obbligo di acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma 2, del Tuf, da parte di Marbles Spa sulle azioni residue Retelit Spa (delibera n. 22058 del 27 ottobre 2021).
Albi ed elenchi
  • Autorizzata la Swiss Investment Corporation Limited allo svolgimento in regime di libera prestazione in Italia, nei confronti di controparti qualificate e di clienti professionali come individuati ai sensi dell’articolo 6, comma 2-quinquies, lettera a), e comma 2-sexies, lettera a), del d.lgs. n. 58/1998 (Tuf) senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela, dei seguenti servizi e attività di investimento: negoziazione per conto proprio di cui alla lettera a) dell’articolo 1, comma 5, del Tuf; esecuzione di ordini per conto dei clienti di cui alla lettera b) dell’articolo 1, comma 5, del Tuf; ricezione e trasmissione di ordini di cui alla lettera e) dell’articolo 1, comma 5, del Tuf., in Italia in regime di libera prestazione, ai sensi dell’articolo 28, comma 6, del decreto legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998. La società è stata quindi iscritta nell’albo di cui all’art. 20 del medesimo decreto legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998 (delibera n. 22056 del 27 ottobre 2021).
  • Decadenza per rinuncia espressa della Impact Sim Spa, ora Impact Sgr Spa, dall’autorizzazione allo svolgimento dei servizi di investimento e cancellazione della stessa società dall’albo delle Sim (delibera n. 22057 del 27 ottobre 2021).
Prospetti
  • Approvati il documento di registrazione e la nota informativa relativi al programma di offerta al pubblico dei certificati a capitale parzialmente o totalmente protetto denominati Certificati Bonus, Certificati Cash Collect, Certificati Express e Certificati Protection emessi dalla Banca Cesare Ponti Spa (decisione del 27 ottobre 2021) .
  • Approvata la nota informativa relativa al programma di offerta al pubblico di Certificati a capitale parzialmente o totalmente protetto denominati Certificati Bonus, Certificati Cash Collect, Certificati Express, Certificati Protection e Certificati Twin Win emessi da Unicredit Spa. (decisione del 27 ottobre 2021) .
Contrasto all’abusivismo (art. 7-octies Tuf)

Ordine, ai sensi dell’articolo 7-octies, lettera b), del d.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 Testo unico della finanza - Tuf di porre termine alla violazione dell’articolo 18 del medesimo Tuf, posta in essere da:

torna al sommario

CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Laura Ferri, Chiara Tomaiuoli, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l'Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "Area pubblica/pubblicazioni/newsletter".