Newsletter


Le notizie della settimana:
- > Comunicazioni Consob a tutela dei risparmiatori
- > Avviso in merito all'applicazione del Regolamento Prospetto e alla revoca di comunicazioni Consob adottate nella vigenza della Direttiva Prospetto
- > Aumento di capitale Juventus Football Club Spa
- > Opa volontaria promossa da Rialto Holdco Sarl su azioni Reale Compagnia Italiana Spa
- > Opa totalitaria Fine Foods & Pharmaceuticals N.T.M. Spa su azioni Euro Cosmetic Spa
- > La Iosco pubblica le raccomandazioni su rating ESG e fornitori di prodotti dati
- > Consultazione Esma sugli strumenti finanziari altamente liquidi nell'ambito delle politiche di investimento delle controparti centrali
- > Comunicazioni a tutela dei risparmiatori di altre autorità di vigilanza

- > Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana

Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.

- LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • Vibeinv Invest Limited (sito www.vibeinv24.com);
  • Prim Global Reach Ltd - Primeatrade Limited - FX Publications Inc. (sito https://primea-trade24.com e relativa pagina https://client.primea-trade24.com);
  • Fundiza LTD (sito www.fundiza.org);
  • Swissqb247 (sito www.swissqb247.net e pagine https://client.swissqb247.net e https://webtrader.swissqb247.net);
  • Magna Emporium Group Ltd (sito https://fxmagna.com e relativa pagina https://client.fxmagna.com).

Sale, così, a 553 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

torna al sommario

Il Regolamento Prospetto (Regolamento Ue 2017/1129) e i relativi atti delegati (Regolamenti delegati Ue 2019/979 e 2019/980) - pienamente e direttamente applicabili in tutti gli Stati membri dal 21 luglio 2019 - hanno introdotto rilevanti novità in relazione a materie che hanno costituito oggetto di Orientamenti della Consob adottati nella vigenza della Direttiva Prospetto. In tale contesto, sono stati svolti lavori di ricognizione e analisi degli Orientamenti Consob rientranti nell'area della disciplina dell'offerta al pubblico e dell'ammissione alla negoziazione di titoli in un mercato regolamentato al fine di valutarne l'opportunità di una sostituzione o revoca.

Dalle analisi svolte è emerso che i più recenti interventi normativi del legislatore europeo rendono non più attuali le seguenti Comunicazioni che si intendono pertanto revocate:

La Commissione pertanto con apposito Avviso (Avviso del 24 novembre 2021) ha invitato gli operatori a prestare particolare attenzione alle indicazioni fornite dall'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (Esma) e dalla Commissione europea nella disciplina del prospetto.

torna al sommario

Approvato il prospetto informativo in formato tripartito (documento di registrazione, nota informativa e nota di sintesi) relativo all'offerta al pubblico e l'ammissione alle negoziazioni sul mercato Euronext Milan, organizzato e gestito da Borsa Italiana Spa, delle azioni ordinarie rivenienti dall'aumento di capitale in opzione della Juventus FC Spa, deliberato dall'assemblea straordinaria degli azionisti il 29 ottobre 2021.

L'emittente è una società di calcio professionistico il cui core business consiste nella partecipazione alle competizioni calcistiche nazionali e internazionali. Le principali fonti di ricavo del gruppo facente capo alla società derivano prevalentemente dall'attività di licenza (tramite negoziazione centralizzata ad opera della Lega Serie A e Uefa) dei diritti audiovisivi e media in relazione alle competizioni nazionali ed internazionali disputate, dalle sponsorizzazioni, dai ricavi da stadio e dalla gestione dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori.

Ai sensi dell'articolo 93 del Tuf alla data del documento di registrazione, l'emittente è controllata di diritto da Exor N.V. (che detiene il 63,8% del capitale sociale), la quale a sua volta è controllata dalla Giovanni Agnelli B.V., holding della famiglia Agnelli.

L'assemblea straordinaria della società del 29 ottobre u.s. ha deliberato un aumento del capitale sociale, a pagamento e in via scindibile, per un importo massimo complessivo di 400 milioni di euro, comprensivo di eventuale sovrapprezzo, mediante emissione di nuove azioni ordinarie ai sensi dell'articolo 2441, commi 1, 2 e 3, del codice civile.

Nella riunione consiliare del 22 novembre 2021 sono state successivamente fissate le condizioni economiche dell'aumento di capitale con l'impegno di sottoscrizione da parte del socio di maggioranza Exor N.V. per la quota di propria spettanza, pari al 63,8% del capitale sociale, per un controvalore di circa 255 milioni di euro. è stata inoltre fornita garanzia da un pool di istituti di credito fino all'ammontare massimo dell'aumento di capitale (al netto della quota oggetto dell'impegno di sottoscrizione di Exor) ed è stato definito il calendario dell'offerta con l'avvio dell'offerta in opzione e della negoziazione dei diritti di opzione a partire dal 29 novembre 2021.

In esecuzione dell'aumento di capitale saranno conseguentemente emesse 1.197.226.782 nuove azioni ordinarie della società, prive di valore nominale espresso, aventi le medesime caratteristiche delle azioni ordinarie Juventus già in circolazione e godimento regolare, da offrire in opzione agli azionisti della società aventi diritto nel rapporto di 9 nuove azioni ogni 10 azioni Juventus possedute, al prezzo di sottoscrizione di 0,334 euro per ciascuna nuova azione, da imputarsi, quanto a 0,01 euro a capitale sociale e quanto a 0,324 euro a sovraprezzo. Il controvalore dell'offerta in opzione sarà pertanto pari a massimi 399.873.745,19 euro.

Il prezzo di sottoscrizione delle nuove azioni oggetto dell'offerta in opzione incorpora uno sconto del 35,32% circa rispetto al prezzo teorico ex diritto (Theoretical Ex Right Price o TERP) delle azioni ordinarie Juventus, calcolato secondo le metodologie correnti, sulla base della chiusura di Borsa del 22 novembre 2021.

Con riferimento al calendario dell'offerta in opzione è previsto che (a) i diritti di opzione per la sottoscrizione delle nuove azioni siano esercitabili, a pena di decadenza, dal 29 novembre 2021 al 16 dicembre 2021 (estremi inclusi) e (b) i diritti di opzione siano negoziabili sul mercato Euronext Milan, organizzato e gestito da Borsa Italiana Spa dal 29 novembre 2021 al 10 dicembre 2021 (estremi inclusi). I diritti di opzione non esercitati entro la fine del periodo di opzione saranno offerti ai sensi dell'articolo 2441, terzo comma, del codice civile. Le date delle sedute di Borsa in cui saranno offerti i diritti di opzione verranno comunicate con apposito avviso.

L'aumento di capitale costituisce una delle azioni essenziali del Piano 2019- 2024 orientate a porre rimedio, lungo l'arco del piano, alla situazione di tensione economico-patrimoniale e finanziaria in cui versano l'emittente e il gruppo. L'andamento reddituale di Juventus, già negativo prima della diffusione della pandemia da Covid-19, ha subito un ulteriore significativo deterioramento a partire dal marzo 2020 a causa della chiusura dello stadio al pubblico e l'adozione di misure restrittive imposte dalle autorità per far fronte all'emergenza sanitaria che hanno fortemente penalizzato i ricavi da gare e da vendite di prodotti a marchio Juventus. La pandemia ha inciso, in maniera significativa anche sui trasferimenti dei calciatori.

Il gruppo ha chiuso l'esercizio al 30 giugno 2021 con una perdita consolidata di 209,9 milioni di euro e il trimestre al 30 settembre 2021 con una perdita consolidata pari a 64,7 milioni. I proventi netti dell'aumento di capitale saranno destinati, in ordine di priorità, per 145 milioni, a coprire il fabbisogno finanziario complessivo netto del gruppo per i dodici mesi successivi alla data del documento di registrazione, e per 175 milioni, a contribuire al finanziamento delle azioni previste dal piano di sviluppo aggiornato e confermato che sono attese comportare flussi di cassa in uscita successivamente ai dodici mesi dalla data del documento di registrazione.

Il prospetto riporta nel capitolo "fattori di rischio" del documento di registrazione e della nota informativa gli elementi di rischiosità relativi all'emittente, al gruppo e al settore di attività in cui opera e agli strumenti finanziari oggetto di quotazione. Tra i fattori di rischio menzionati vi è la circostanza che la società è soggetta a una verifica ispettiva da parte della Consob in merito alla voce "Proventi da gestione diritti calciatori" iscritta nei bilanci al 30 giugno 2020 (complessivamente pari a 172 milioni di euro ) e al 30 giugno 2021 (complessivamente pari a 43,2 milioni di euro ) e che l'emittente è esposto al rischio che ad esito della verifica ispettiva in corso la Consob adotti provvedimenti sfavorevoli per il gruppo.

torna al sommario

Approvato il documento di offerta relativo all'offerta pubblica di acquisto (opa) volontaria totalitaria promossa da Rialto Holdco Sarl, ai sensi degli articoli 102 e ss. del Tuf, su azioni ordinarie non quotate emesse da Reale Compagnia Italiana Spa (delibera n. 22090 del 24 novembre 2021).

All'offerta si applica la normativa in materia di opa in quanto pur avendo ad oggetto titoli non quotati è rivolta ad un numero di soggetti superiore a 150 ed è di ammontare complessivo superiore a 8 milioni di euro (come previsto dall'articolo 1, comma 1, lettera v), del Tuf).

L'offerente è Rialto Holdco Sarl, società di nuova costituzione indirettamente detenuta da fondi gestiti da entità riferibili a Blackstone Inc. In virtù della catena partecipativa dell'offerente, Blackstone Property Associates Europe (Lux) Sarl, Blackstone Property Partners Europe Lower Fund 2 SCSp, Pearl Master Topco Sarl, Master Unsecured Topco Sàarl, Blackstone Property Partners Europe Holdings Sarl e Rialto Topco Sarl, sono considerati soggetti che agiscono di concerto con l'offerente in relazione all'offerta, ai sensi dell'articolo 101-bis, comma 4-bis, lettera b), del Tuf, in quanto soggetti che controllano, direttamente o indirettamente, l'offerente.

L'emittente è Reale Compagnia Italiana Spa, società per azioni non quotata che gestisce un portafoglio immobiliare composto da assets di primario rilievo nelle città di Milano e Torino. L'unico azionista dell'emittente che detiene una partecipazione superiore al 5% è l'offerente (il quale possiede l'80,4% del capitale sociale dell'emittente).

L'offerta ha ad oggetto massime 1.455 azioni ordinarie emesse da Reale Compagnia Italiana, rappresentative del 19,6% del capitale sociale dell'emittente, corrispondenti alla totalità delle azioni ordinarie dell'emittente dedotte le azioni già detenute direttamente da Rialto Holdco, pari, come detto, all'80,4% circa del capitale sociale.

Per ciascuna azione portata in adesione è offerto un corrispettivo pari a152.000 euro. Il corrispettivo incorpora un premio del 6% rispetto al valore contabile del patrimonio netto dell'emittente di 143.425 euro per azione a seguito della rivalutazione degli assets immobiliari di cui al bilancio relativo all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2020. Il controvalore massimo complessivo dell'offerta, calcolato in caso di adesione totale alla stessa sulla base del numero di azioni oggetto della stessa, è di 221.160.000 euro.

Il comunicato dell'emittente approvato ai sensi degli articoli 103, comma 3, del Tuf e 39 del Regolamento Emittenti il 29 ottobre 2021, sarà allegato al documento d'offerta, unitamente alla fairness opinion rilasciata in pari data dall'esperto indipendente nominato dal consiglio di amministrazione dell'emittente nell'adunanza del 29 settembre 2021.

Il periodo di adesione decorre dal 1° dicembre al 30 dicembre 2021, con data di pagamento il 10 gennaio 2022. Tale termine sarà eventualmente riaperto dal 10 al 14 gennaio 2022 con successiva data di pagamento il 21 gennaio 2022.

L'offerta non è soggetta ad alcuna condizione di efficacia. L'offerente, tuttavia, nel documento d'offerta ha precisato che l'efficacia di ciascuna scheda di adesione è subordinata al verificarsi delle seguenti circostanze: "a. nel caso in cui qualsivoglia azione oggetto dell'offerta sia detenuta dall'aderente solo in usufrutto o solo in nuda proprietà, alla circostanza che abbiano aderito all'offerta anche, rispettivamente, l'usufruttuario e il nudo proprietario di tali azioni, restando espressamente esclusa qualsiasi responsabilità di un usufruttuario di procurare la sottoscrizione della scheda di adesione da parte del rispettivo nudo proprietario e viceversa; b. alla consegna all'offerente da parte del notaio (…) di una dichiarazione sottoscritta dallo stesso con cui questi dichiari di avere verificato l'identità dell'aderente o, in caso di sottoscrizione della scheda di adesione per procura, dell'autentica di firma apposta dal notaio avanti al quale tale procura è stata rilasciata dall'aderente".

torna al sommario

Approvato il documento di offerta relativo all'offerta pubblica di acquisto (opa) obbligatoria - per richiamo statutario - totalitaria promossa, ai sensi degli articoli 102 e ss. del d. lgs. n. 58 del 1998 (Testo unico della finanza - Tuf), da Fine Foods & Pharmaceuticals N.T.M. Spa su azioni ordinarie emesse da Euro Cosmetic Spa, negoziate sull'Euronext Growth Milan (delibera n. 22089 del 24 novembre 2021).

L'offerta - finalizzata alla revoca delle azioni Euro Cosmetic Spa dalla negoziazione ("delisting") su Euronext Growth Milan, comunicata al mercato da Fine Foods & Pharmaceuticals N.T.M. Spa l'8 ottobre 2021 ai sensi degli articoli 102 e sgg. del Testo unico della finanza - Tuf, ha ad oggetto le azioni ordinarie emesse da Euro Cosmetic Spa negoziate sul sistema multilaterale di negoziazione Euronext Growth Milan (già AIM Italia), organizzato e gestito da Borsa Italiana per un corrispettivo di 8,6 euro ad azione.

L'offerta ha ad oggetto massime 1.187.600 azioni ordinarie Euro Cosmetic, rappresentanti circa il 24,94% del capitale sociale dell'emittente, ovvero la totalità delle azioni ordinarie dell'emittente, dedotte le 3.574.000 azioni ordinarie Euro Cosmetic già detenute direttamente dall'offerente e pari al 75,6% circa del capitale sociale.

L'offerente Fine Foods, società quotata su Euronext Milan (già MTA), con sede a Zingonia (BG), è la principale azienda indipendente in Italia nel settore dello sviluppo e della produzione in conto terzi di prodotti destinati all'industria farmaceutica e nutraceutica. Il gruppo Fine Foods, inoltre, attraverso la controllata Pharmatek PMC Srl, sviluppa e produce, anche in conto proprio, presidi medico chirurgici disinfettanti e igienizzanti, nonché prodotti cosmetici.

L'emittente Euro Cosmetic, con sede a Trenzano (BS), è una società leader nel campo della produzione cosmetica per conto terzi; in particolare l'emittente produce soluzioni per l'igiene, il benessere e la profumazione della persona destinate a diversi mercati.

Il 21 settembre 2021 Fine Foods ha comunicato di aver sottoscritto con MD Srl e con Findea's Srl un accordo vincolante per l'acquisto di una partecipazione di controllo nel capitale sociale di Euro Cosmetic. Tale accordo, in particolare, prevedeva l'acquisto da parte di Fine Foods di complessive 3.474.800 azioni Euro Cosmetic, pari al 72,98% del capitale sociale dell'emittente, di cui:

(i) 1.845.069 azioni Euro Cosmetic, rappresentative del 38,75% circa del capitale sociale, detenute da MD, ad un prezzo unitario per azione pari a 8,13 euro, e quindi per complessivi 15.000.411 euro; e

(ii) 1.629.731 azioni Euro Cosmetic, rappresentative del 34,23% circa del capitale sociale, detenute da Findea, ad un prezzo unitario per azione pari a 7,25 euro e quindi per complessivi 11.815.550 euro.

Successivamente, l'8 ottobre 2021, per effetto dell'esecuzione del citato accordo - e del conseguente trasferimento della partecipazione di controllo in capo a Fine Foods - l'offerente ha comunicato alla Consob e al mercato il verificarsi dei presupposti per la promozione dell'offerta, ai sensi dell'articolo 102, comma 1, del Tuf e dell'articolo 6 dello statuto dell'emittente.

Per ciascuna azione portata in adesione è offerto un corrispettivo di 8,6 euro il quale incorpora un premio pari al 14,7% rispetto al prezzo ufficiale delle azioni Euro Cosmetic alla data del 20 settembre 2021 (ultimo giorno di borsa aperta anteriore alla data del 21 settembre 2021, in cui è stato diffuso al mercato il comunicato ai sensi dell'articolo 17 del Regolamento Ue 596/2014 contenente la notizia della sottoscrizione del contratto Euro Cosmetic). Il premio è invece del 5,6% rispetto al prezzo unitario di cessione della partecipazione detenuta da MD e del 18,6% rispetto al prezzo unitario di cessione della partecipazione detenuta da Findea.

L'esborso massimo complessivo è di 11.066.480 calcolato sulla base del corrispettivo, assumendo che tutte le azioni oggetto dell'offerta siano portate in adesione.

Ai sensi degli articoli 103, comma 3, del Tuf e 39 del Regolamento Emittenti, l'emittente è tenuto a diffondere al mercato, entro il giorno di borsa aperta antecedente al primo giorno del periodo di adesione, un comunicato contenente ogni dato utile per l'apprezzamento dell'offerta. All'offerta si applicano le disposizioni che prevedono la predisposizione del parere degli amministratori indipendenti dell'emittente, ai sensi dell'articolo 39-bis, comma 1, lettera a), n. 1), del Regolamento Emittenti, in quanto Fine Foods detiene una partecipazione superiore alla soglia di cui all'articolo 106 del Tuf. Pertanto, ai sensi dell'articolo 39-bis del Regolamento Emittenti, prima dell'approvazione del comunicato dell'emittente, gli amministratori indipendenti che non siano parti correlate dell'offerente redigeranno un parere contenente le valutazioni sull'offerta e sulla congruità del corrispettivo.

Il periodo di adesione - concordato con la Consob ai sensi dell'articolo 40, comma 2, lettera b), del Regolamento Emittenti, va dal 29 novembre al 17 dicembre con eventuale riapertura dei termini nelle sedute di negoziazione del 23, 27, 28, 29 e 30 dicembre 2021.

L'offerta è finalizzata al delisting dell'emittente. Al riguardo, secondo quanto riportato nel documento d'offerta, l'offerente, dopo il completamento dell'offerta, valuterà la possibilità di "realizzare eventualmente anche nei dodici mesi successivi alla data di pagamento (o della data di pagamento all'esito della riapertura dei termini): (i) qualora le azioni dell'emittente restassero negoziate sull'Euronext Growth Milan, la fusione dell'emittente in altra società del gruppo Fine Foods anche non quotata, al fine di perseguire il delisting; o (ii) qualora venisse conseguito il delisting, la fusione dell'emittente in altra società anche non quotata del gruppo Fine Foods; o (iii) altre operazioni straordinarie come trasferimenti di cespiti o aziende o rami d'azienda riguardanti sia società del gruppo Fine Foods sia Euro Cosmetic, ovvero conferimenti che comportino aumenti di capitale dell'emittente".

torna al sommario

 La Iosco (International Organization of Securities Commissions) ha pubblicato il 23 novembre scorso alcune raccomandazioni relative a rating ESG e Data Product Provider. Con esse la Iosco intende sostenere il passaggio ad un'economia a zero emissioni (net zero economy) mediante i criteri per ricercare e offrire al mercato maggiori elementi di chiarezza e coerenza informativa nelle comunicazioni a livello di entità.

Rilevando che l'attuale mancanza di "divulgazioni coerenti e comparabili degli emittenti" rappresenta, di fatto, un ostacolo verso il passaggio a un'economia a zero emissioni, la Iosco suggerisce di dedicare maggiore attenzione all'uso dei rating ESG e dei prodotti di dati, nonché alle attività dei fornitori di rating ESG e di prodotti di dati nelle loro giurisdizioni.

Le raccomandazioni formulate suggeriscono quindi di intensificare gli sforzi negli ambiti seguenti: (a) la promozione di una maggiore trasparenza nelle metodologie utilizzate dai rating ESG e dai fornitori di prodotti di dati nello sviluppo dei loro prodotti; (b) la garanzia che le loro procedure per la gestione dei conflitti di interesse siano adeguate; (c) il miglioramento dei canali di comunicazione tra i fornitori e le entità coperte dai loro rating ESG o prodotti di dati senza comprometterne l'imparzialità

torna al sommario

L'Esma, Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati, ha pubblicato il 19 novembre scorso un documento di consultazione relativo al tema degli strumenti finanziari altamente liquidi nell'ambito delle politiche di investimento delle controparti centrali. Queste ultime, ai sensi del Regolamento n. 648/2012 (Emir), possono investire le loro risorse finanziarie unicamente in contanti o in strumenti finanziari altamente liquidi con un rischio di mercato e di credito minimi. I relativi standard tecnici definiscono l'elenco di tali strumenti, sostanzialmente rappresentati da titoli obbligazionari che rispettano determinati requisiti in termini, fra l'altro, di emittente, vita residua, valuta di denominazione.

A seguito della revisione di Emir, nel 2019, l'Esma è stata incaricata di presentare una relazione alla Commissione europea volta a valutare, tra l'altro, se l'elenco di strumenti finanziari considerati altamente liquidi possa essere ampliato e se tale elenco possa includere, in particolare, uno o più fondi comuni monetari autorizzati a norma del Regolamento (Ue) 2017/1131.

Nell'ambito dell'istruttoria sul tema, l'Esma ha tra l'altro esaminato le tensioni osservate sui mercati del funding a breve termine in relazione alla crisi da Covid-19 al fine di comprendere più compiutamente le eventuali implicazioni in termini di opportunità di investimento per le controparti centrali. In vista della finalizzazione della relazione per la Commissione europea, è stato quindi predisposto il documento di consultazione al fine di ricevere ulteriori feedback dagli stakeholder.

La consultazione pubblica si chiuderà il 24 gennaio prossimo e la relazione dovrebbe essere trasmessa dall'Esma alla Commissione europea nella primavera del 2022.

torna al sommario

Le autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority - Fca), Hong Kong (Securities and Futures Commission - Sfc), Nuova Zelanda (Financial Markets Authority - Fma New Zealand), Svizzera (Swiss Financial Market Supervisory Authority - Finma), Francia (Authorité des Marchés Financiers - Amf), Spagna (Comisión Nacional del Mercado de Valores - Cnmv), Austria (Financial Market Autority - Fma) e Paesi Bassi (The Dutch Authority for the Financial Markets, The Netherlands - Afm), segnalano le società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari, bancari e assicurativi senza le previste autorizzazioni.

Segnalate dalla Financial Conduct Authority (Fca) - Regno Unito:

  • Fixed Rate Secured Bonds (https://www.comparetheukbondmarket.com/);
  • Cryptobinancefx (https://cryptobinancefx.com);
  • Us International Regulations Bureau / Usirb (www.usirb.org);
  • Jet Capitals (http://jet-capitals.com);
  • Rdc Insolvency Support Ltd (email: info@rdcinsolvencysupportlimited.com);
  • AssetShot (https://assetshot.com);
  • HPS Partners / HPS Investment Partners (www.hpspartners.co.uk), clone di società autorizzata;
  • Kingsway Capital Limited (www.kingswaycapitalltd.com), clone di società autorizzata;
  • Fina Capital (www.finacapital.co.uk, www.finacapital.net);
  • OKchainfx (www.okchainfx.com);
  • FX Globe International (www.fxglobe.international);
  • European Banking Regulators (https://ebr.org.uk);
  • Jyske Bank / jyskeuk.org (www.jyskeuk.org);
  • Coin Investment Group (www.boomcoininvestment.com);
  • Binarycryptominers trading (https://quantumcrypto.ltd);
  • Brokercrypto (www.brokercrypto.net);
  • Cryptoprofixt.com (www.cryptoprofixt.com);
  • Cryptobinoption.com (www. cryptobinoption.com);
  • Tradecryptovariety (www.tradecryptovariety.com);
  • Total Coin Solidarity (www.totalcoin-solidarity.com);
  • Swift Speed Crypto Trading (www.swiftspeedcryptotrading.com);
  • Cryptoelitestrades (https://cryptoelitestrades.com).

Segnalate dalla Securities and Futures Commission (Sfc) – Hong Kong:

  • Jiaxing International Ltd (www.jiaxinguk.com), clone di società autorizzata;
  • Worthington Equity Management (https://worthingtonequity.com), clone di società autorizzata;
  • OSL Corporation (www.hifly59702.top), clone di società autorizzata;
  • Hung Ding Financial (https://hungding-forex.net), clone di società autorizzata;
  • Wrxst Group (www.wrxsthk.com), clone di società autorizzata;
  • JMS Investment Services / JMS Limited / JMS Financial (www.jmsfin.com), clone di società autorizzata. Già segnalata dalla Cbi (Irlanda) vedi "Consob Informa" n. 39/2021 dell'8 novembre 2021);
  • Allied Indices International (www.alliedindicesinternational.com), clone di società autorizzata.

Segnalate dalla Financial Markets Authority (Fma New Zealand) – Nuova Zelanda:

  • Saga Trade (www.sagatrade.io);
  • www.campartnersinvestment.org, clone di società autorizzata;
  • Mido Finance Limited (https://mido-finance.com);
  • Osaka Lenders (www.osakalenders.com);
  • www.invest-az.com;
  • Neptune Blocks (www.neptuneblocks.com);
  • SG Consultancy (www.sgconsultancy.com);
  • tcnewhorizon.com, clone di società autorizzata;
  • CV Markets (www.cvmarkets.com);
  • Synergy Capital Asset Management (www.synergycapitalam.com);
  • Bloom Wealth (www.bloom-wealth.com), clone di società autorizzata.

Segnalate dalla Swiss Financial Market Supervisory Authority (Finma) – Svizzera:

  • Sky Rock Signals (https://skyrocksignals.com);
  • Arzik Financial (www.arzik-financial.com);
  • BiTrade (www.bitrade.net);
  • Citizens Financial Bank of Switzerland (https://www.citizensfnbk.com).

Segnalazione da parte della Authorité des Marchés Financiers (Amf) – Francia:

  • L’Autorità di vigilanza Francese, l’Amf mette in guardia i risparmiatori in merito all’offerta abusiva di investimenti in oro proposta da UGE Group attuata attraverso il sito www.ugegroupbv.be, http://www.ugegroupbv.be.

Segnalate dalla Comisión Nacional del Mercado de Valores (Cnmv) - Spagna:

  • Shuaa Capital / Shuaa Capital Limited / Shuaa Capital International Ltd (https://shuaa.capital);
  • Winhycm (https://winhycm.com);
  • Big Money Back (www.bigmoneyback.com);
  • Xarxa Capital Sl / Crowdsport (www.crowdsport.com, www.xarxacapital.com);
  • Oreana (https://oreanafx.com / https://trader.oreanafx.com).

Segnalate dalla Financial Market Autority (Fma) – Austria:

  • TopMarketCap (https://topmarketcap.com). Già segnalata dalla Fma (New Zealand), vedi "Consob Informa" n. 21/2021 del 31 maggio 2021;
  • www.globdechain.com;
  • Richfielder (www.richfielder.com);
  • ATFX Global (https://atfxglobal.info);
  • Platinex / Lithe Group Ltd (https://platinex.co). Già oggetto di delibera Consob n. 22010 del 22 settembre 2021. Successivamente l’Autorità avvalendosi dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), ha ordinato ai fornitori di servizi di connettività ad internet di inibire l’accesso dall’Italia al sito internet https://client.platinex.co/dasboard ed alla relativa pagina web.
  • Red Rock Investment Management Gmbh (www.redrockinvestment.at);
  • www.bitcoinchampion.io;
  • www.yuanpaygroup.org;
  • Panteras Capital Plc (www.panterascapital.com).

Segnalata dalla The Dutch Authority for the Financial Markets, The Netherlands (Afm) – Paesi Bassi:

  • Trd Group Ltd / The Royal FX (https://www.theroyalfx.com).

torna al sommario

LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE ASSUNTE O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA
(i documenti immediatamente disponibili nel sito sono evidenziati tramite link; gli altri provvedimenti saranno disponibili nei prossimi giorni)

Offerte pubbliche di acquisto e scambio
  • Approvato il documento di offerta relativo all'offerta pubblica di acquisto (opa) volontaria totalitaria promossa da Rialto Holdco Sarl, ai sensi degli articoli 102 e ss. del Tuf, su azioni ordinarie non quotate emesse da Reale Compagnia Italiana Spa (delibera n. 22090 del 24 novembre 2021 ).
  • Approvato il documento di offerta relativo all'offerta pubblica di acquisto (opa) obbligatoria totalitaria promossa, ai sensi degli articoli 102 e ss. del d. lgs. n. 58 del 1998 (Testo unico della finanza - Tuf), da Fine Foods & Pharmaceuticals N.T.M. Spa su azioni ordinarie emesse da Euro Cosmetic Spa, negoziate sull'Euronext Growth Milan (delibera n. 22089 del 24 novembre 2021).
Prospetti informativi
  • Approvato il prospetto informativo in formato tripartito (documento di registrazione, nota informativa e nota di sintesi ) relativo all'offerta al pubblico e l'ammissione alle negoziazioni sul mercato Euronext Milan, organizzato e gestito da Borsa Italiana Spa., delle azioni ordinarie rivenienti dall'aumento di capitale in opzione della Juventus FC Spa ( decisione del 24 novembre 2021).
  • Approvato il supplemento al documento di registrazione di Banca Akros Spa approvato il 30 giugno 2021, redatto ai sensi dell'articolo 10, paragrafo 1, e dell'articolo 23 del Regolamento (Ue) 2017/1129 (decisione del 24 novembre 2021 ). Il supplemento è stato predisposto da Akros al fine di aggiornare le informazioni contenute nel documento di registrazione a seguito della pubblicazione sul sito internet della capogruppo Banco BPM Spa il 5 novembre 2021 del comunicato stampa relativo all'approvazione da parte del consiglio di amministrazione del Piano Industriale 2021 - 2024 del gruppo. Con l'occasione, l'emittente ha provveduto altresì a fornire aggiornamenti in merito alla struttura organizzativa del gruppo Banco BPM, cui appartiene Akros.
  • Approvato il supplemento al documento di registrazione di Banco BPM Spa approvato il 16 giugno 2021, redatto ai sensi dell'articolo 10, paragrafo 1, e dell'articolo 23 del Regolamento (Ue) 2017/1129 (decisione del 24 novembre 2021 ). Il supplemento è stato predisposto Banco BPM al fine di aggiornare le informazioni contenute nel documento di registrazione a seguito della pubblicazione sul sito internet dell'emittente il 5 novembre 2021 del comunicato stampa relativo all'approvazione da parte del consiglio di amministrazione della Banca del Piano Industriale 2021 - 2024 del gruppo.
Contrasto all'abusivismo (art. 7-octies Tuf)
  • Ordine, ai sensi dell'articolo 7-octies, lettera b), del d.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 Testo unico della finanza - Tuf di porre termine alla violazione dell'articolo 18 del medesimo Tuf, posta in essere da:

torna al sommario

CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Laura Ferri, Chiara Tomaiuoli, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l'Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "Area pubblica/pubblicazioni/newsletter".