Pubblicazioni

Newsletter


Le notizie della settimana:
Occhio alle truffe! Abusivismo finanziario: Consob oscura 7 nuovi siti internet abusivi
Save The Date, 25 giugno 2024, Incontro annuale della Consob con il mercato finanziario in Borsa Italiana
Le Autorità dei mercati finanziari di Italia, Spagna, Francia e Austria elencano le loro priorità-chiave per un approccio macroprudenziale alla gestione patrimoniale
Comunicazioni a tutela dei risparmiatori di altre Autorità di vigilanza
Save The Date, 18 aprile 2024, Arbitro per le controversie finanziarie: Relazione sull’attività dell’anno 2023
Save The Date, 9 maggio 2024, La tokenizzazione di strumenti finanziari - Prospettive per il mercato italiano
Save The Date, 16 maggio 2024, Le sanzioni Consob a 10 anni dalla sentenza Grande Stevens
EU Data Hub settore finanziario: Call for proposals della Commissione europea
Global Money Week: 176 Paesi nel mondo, 300 iniziative di educazione finanziaria in Italia riconosciute dal Comitato Edufin, con le scuole secondarie protagoniste
PCTO Consob 2023-2024: lavori degli studenti e progetti vincitori
Conferimento di incarichi

Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana

Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.

- LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

Consob ha ordinato l’oscuramento di 7 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L’Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), relativamente all’oscuramento dei siti degli intermediari finanziari abusivi, nonché del potere introdotto dalla legge n. 8 del 28 febbraio 2020, articolo 4, comma 3-bis, riguardo all’oscuramento del sito mediante il quale è posta in essere l’offerta abusiva.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l’oscuramento:

  • “GMT” (siti internet www.gmtdirect.com, www.gmtplatform.com, www.gmtcapitals.com e relative pagine https://client.gmtdirect.com, https://client.gmtplatform.com);
  • “Capitalpartners24” (sito internet https://capitalpartners24.com);
  • “FP Invest” (sito internet www.fpinvest247.io);
  • “Smart Limited Group” (siti internet https://smart-limited-group.com e relativa pagina https://cfd.smart-limited-group.com);
  • “Stockcptls” (sito internet https://stockcptls.com).

Sale, così, a 1060 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l’Autorità è stata dotata del potere di ordinare l’oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it. Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l’oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l’attenzione dei risparmiatori sull’importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l’operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione “Occhio alle truffe!”, dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l’investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

torna al sommario

Martedì 25 giugno 2024 si svolgerà l’Incontro annuale della Consob con il mercato finanziario.

L'evento, che avrà luogo nella sede di Palazzo Mezzanotte, in Piazza Affari a Milano, darà l'avvio ufficiale alle celebrazioni per i cinquant’anni dell’Istituzione e potrà essere seguito a partire dalle 11.00 in diretta streaming sul sito www.consob.it.

torna al sommario

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB - Italia), la Comisión Nacional del Mercado de Valores (CNMV - Spagna), l’Autorité des marchés financiers (AMF - Francia) e la Finanzmarktaufsicht (FMA - Austria) pubblicano oggi le loro priorità-chiave (key priorities) nell’ambito del dibattito sull’approccio macroprudenziale alle gestioni patrimoniali e in vista della prossima consultazione della Commissione europea su questo tema.

Negli ultimi anni i rischi derivanti dall'intermediazione finanziaria non bancaria (Non-Bank Financial Intermediation - NBFI) sono stati oggetto dell’attenzione delle autorità di regolamentazione mondiali, soprattutto perché è andata aumentando la quota relativa da essi ricoperta nel sistema finanziario globale.

Sono state inoltre sollevate preoccupazioni sui potenziali effetti negativi per l’economia reale degli shock diffusi attraverso la Non-Bank Financial Intermediation, o da essa generati. Questi dibattiti sono importanti e legittimi.

Nell'elaborazione delle normative necessarie per affrontare i rischi delle gestioni patrimoniali, occorre tener conto delle loro caratteristiche specifiche.

L'ecosistema delle gestioni patrimoniali è diverso da quello delle banche e altrettanto variegato, così come le vulnerabilità finora evidenziate.

Pertanto, la natura dei rischi che le autorità di regolamentazione si propongono di affrontare deve essere definita con precisione: le autorità di regolamentazione dovrebbero concentrarsi in via prioritaria sulle caratteristiche delle gestioni patrimoniali che generano eccessiva volatilità dei prezzi e stress di liquidità.

I requisiti patrimoniali e le riserve di liquidità non sono le soluzioni più adatte a mitigare questi rischi in termini di stabilità finanziaria.

In base a queste considerazioni e per ciò che concerne il settore dell'asset management, le autorità di Italia, Spagna Francia e Austria hanno individuato cinque priorità.

Le prime tre riguardano misure di breve e medio termine, mentre le altre andrebbero approfondite nel lungo termine:

  • garantire un'ampia disponibilità e un maggiore utilizzo degli strumenti di gestione della liquidità (Liquidity Management Tools - LMT) in tutti i tipi di fondi aperti (Open-Ended Funds -OEF): la recente revisione della direttiva sui gestori di fondi di investimento alternativi (Alternative Investment Fund Manager Directive) consentirà un significativo progresso nell'adozione di LMT, sebbene le misure di secondo livello siano ancora in fase di elaborazione;
  • vietare la contabilizzazione a costi ammortizzati dei fondi comuni del mercato monetario (Money Market Funds): la contabilizzazione a costi ammortizzati è intrinsecamente dannosa per la stabilità finanziaria, equivale a fornire false dichiarazioni agli investitori, facendo loro credere di godere di uno stabile valore patrimoniale netto (Net Asset Value - NAV) e incentiva i first movers;
  • dovrebbero essere anche previsti stress test sistematici intesi a comprendere meglio le vulnerabilità di ciascun gruppo di gestione patrimoniale e le sue interconnessioni con altri partecipanti al sistema finanziario;
  • introdurre un approccio di vigilanza realmente consolidato per ciò che concerne i grandi gruppi di gestione patrimoniale transfrontalieri: poiché i loro team e fondi sono attualmente soggetti al controllo di autorità nazionali diverse, garanti della concorrenza in diversi Paesi, la creazione di un collegio di vigilanza su questi gruppi determinerebbe rilevanti benefici sia in periodi di stress che in normali condizioni di mercato;
  • Creare un data hub integrato e condiviso dalle autorità di vigilanza dei mercati e dalle banche centrali, che risponda alle esigenze di entrambi, sia per quanto concerne la vigilanza quotidiana che gli esercizi di stress-test.

torna al sommario

L’Autorità di vigilanza greca Hellenic Capital Market Commission (“HCMC”) ha comunicato di aver sospeso temporaneamente, per un periodo di 45 giorni, l’autorizzazione ad operare come impresa di investimento della Capital Securities S.A.. Informazioni aggiornate sono reperibili al seguente link: http://www.hcmc.gr/en_US/web/portal/home.

torna al sommario

Giovedì 18 aprile 2024, alle 11.00, presso l’Auditorium Consob in Roma, ingresso di Via Claudio Monteverdi, 35, sarà presentata la Relazione sull’Attività dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie relativa all’anno 2023.

La registrazione dei partecipanti avverrà a partire dalle 10:00. La partecipazione è libera, ma è gradita la registrazione online: https://www.consob.it/web/area-pubblica/iscrizione-seminari.

L’evento è gratuito. È in corso la procedura per l’accreditamento presso l’Ordine degli Avvocati di Roma.

torna al sommario

Giovedì 9 maggio 2024, ore 14.15-17.30, la Consob terrà presso l’Auditorium di Roma (Via C. Monteverdi 35) il seminario dal titolo "La tokenizzazione di strumenti finanziari - Prospettive per il mercato italiano".

Aprirà i lavori Piero Cipollone, membro del Comitato Esecutivo della Banca Centrale Europea, e chiuderà Paolo Savona, Presidente della Consob.

La partecipazione è libera, ma è gradita la registrazione online: http://www.consob.it/web/area-pubblica/iscrizione-seminari.

Il programma completo dell’evento è disponibile al seguente link.

torna al sommario

Giovedì 16 maggio 2024, alle 11.00, l’Università di Siena e la Finmads (Financial Markets and Administrative Sanctions in the EU) organizzano il seminario cofinanziato dall’Unione Europea “Le sanzioni Consob a 10 anni dalla sentenza Grande Stevens”.

Il seminario sarà aperto dai saluti di: Roberto Di Pietra (Magnifico Rettore - Università di Siena), Mario Perini (Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza - Università di Siena), Ciro Corvese (Direttore del dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici - Università di Siena) e Mario Siragusa (Presidente dell’AIGE).

Seguirà una relazione introduttiva di Paulo Sérgio Pinto de Albuquerque (Università Cattolica di Lisbona).

Il seminario si articolerà in tre sezioni:

I Sessione ore 11.30, presieduta da Elena Bindi (Università di Siena): “Le sanzioni Consob: procedimento e processo”, suddivisa nei seguenti interventi:

  • “Le sanzioni nella giurisprudenza europea”, Andrea Saccucci (Università della Campania Luigi Vanvitelli);
  • “Le problematiche relative al procedimento”, Gianluca Romagnoli (Università di Padova);
  • “Le problematiche relative al giudizio di opposizione”, Francesco Goisis (Università di Milano).

II Sessione ore 14.30, presieduta da Andrea Pisaneschi (Università di Siena): “Profili sanzionatori e prospettive applicative”, suddivisa nei seguenti interventi:

  • Ne bis in idem e sanzioni”, Eva Desana (Università di Torino);
  • “Le problematiche sovranazionali relative all’art. 187-terdecies”, Marco Scoletta (Università di Milano);
  • “Le problematiche applicative relative all’art. 187-terdecies”: Francesco Mucciarelli (Università Luigi Bocconi).

III Sessione ore 16.00, presieduta da Marcello Clarich (Università di Roma La Sapienza): “La legge Capitali (legge 5 marzo 2024 n. 21) e il nuovo sistema degli accordi”, suddivisa nei seguenti interventi:

  • “Le modifiche ai poteri sanzionatori della Consob introdotte dalla legge Capitali: le ricadute attese”, Simone Alvaro (Responsabile dell'Ufficio Sanzioni Amministrative Consob);
  • “La disciplina degli ‘impegni’ e delle ‘transazioni’ nelle procedure sanzionatorie antitrust”, Margherita Ramajoli (Università di Milano);
  • “Il sistema degli ‘impegni’ nel procedimento sanzionatorio della Consob: profili pratici e questioni aperte”, Paolo Luccarelli (Galante e Associati Studio Legale).

Concluderà i lavori Marco Ventoruzzo (Università Luigi Bocconi).

Link per la registrazione: https://forms.gle/Rqv1H6A8Qth81WKg7. Diretta streaming sul canale YouTube del DIPEC (@dipec1616).

torna al sommario

La Commissione europea ha lanciato una Call for Proposals per acquisire dalle imprese del settore finanziario dell’Unione europea indicazioni sulle tipologie di dati, in possesso delle autorità di vigilanza, che potrebbero essere utili per sviluppare prodotti e servizi innovativi, sperimentare nuove applicazioni e addestrare modelli di intelligenza artificiale, garantendo al contempo la riservatezza e la sicurezza delle informazioni attraverso l’uso di dati sintetici.

Le informazioni raccolte saranno utilizzate per valutare ulteriori set di dati da rendere disponibili sul Data Hub, l’ambiente predisposto dalla Commissione europea nell’ambito della Piattaforma di finanza digitale (Digital Finance Platform) per scopi di sviluppo e sperimentazione.

La finestra per contribuire alla Call for Proposals sarà aperta fino al 26 aprile 2024, 12:00 (CEST). Ulteriori informazioni sono disponibili sulla pagina web dedicata.

torna al sommario

Il 24 marzo scorso si è conclusa la dodicesima edizione della Global Money Week, la campagna di sensibilizzazione dedicata ai giovani, promossa dall’Ocse e coordinata in Italia dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria (Comitato Edufin).

Del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria sono membri il Ministero dell'Economia e delle Finanze, il Ministero dell'Istruzione e del Merito, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Banca d'Italia, Consob, Covip, Ivass, Ocf e il Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti.

Tra il 18 e il 24 marzo in Italia istituzioni pubbliche e private, associazioni, università, scuole ed enti di ricerca hanno coinvolto i giovani in quasi 300 iniziative di educazione finanziaria raccolte nel calendario ufficiale della manifestazione. In queste iniziative si è parlato di moneta, strumenti di pagamento, risparmio, pianificazione finanziaria, investimenti, assicurazioni e, guardando al futuro, previdenza e sostenibilità; un’attenzione particolare è stata dedicata ai pagamenti online, alla sicurezza cibernetica e alle truffe e frodi sul web, in linea con il tema di questa edizione della manifestazione “Proteggi il tuo denaro, metti al sicuro il tuo futuro” (Protect your money, secure your future).

La Global Money Week 2024 è stata anche supportata attivamente dal Ministero dell’Istruzione e del Merito che ha invitato le scuole del Paese e le scuole italiane all’estero ad aderire alle iniziative a esse dedicate. Per i più piccoli sono stati realizzati laboratori didattici in classe, come quelli dedicati alla costruzione di racconti o alla gestione del budget di un amico immaginario, così da avvicinare bambine e bambini ai temi della pianificazione finanziaria. Per gli studenti delle secondarie sono stati realizzati laboratori educativi, quiz e lezioni, per gli universitari e per i giovani adulti webinar e seminari; per tutti sono stati diffusi materiali online sempre accessibili come video tutorial, video pillole e Podcast. Alcune scuole hanno anche proposto iniziative realizzate in autonomia internamente all’Istituto.

La partecipazione delle scuole a questa manifestazione è un segnale di quanto i temi di economia e finanza suscitino interesse tra docenti e studenti. Un bel segnale, anche alla luce della novità legislativa dello scorso 5 marzo, che ha introdotto in Italia l’insegnamento dell’educazione finanziaria nelle scuole

torna al sommario

Si è concluso con la selezione dei progetti vincitori il ciclo di PCTO (ex Alternanza scuola-lavoro) organizzato dalla Consob per l’anno scolastico 2023-24, articolato su due distinti moduli della durata di una settimana, svolti dal 22 al 26 gennaio (on line) e dal 12 al 16 febbraio 2024 (in presenza), con la partecipazione di scuole secondarie superiori da tutta Italia e di tutti gli indirizzi didattici.

Il primo dei due moduli, on line, ha visto la partecipazione di circa 250 studenti di 8 istituti, collegati da tutta Italia, con la premiazione di uno dei progetti presentati dal Liceo classico “Mario Pagano” di Campobasso. Al secondo modulo, svolto in presenza presso l’auditorium Consob, a Roma, hanno successivamente preso parte circa 220 studenti di 6 istituti della Capitale, con la premiazione di un lavoro del Liceo classico statale “Giulio Cesare” di Roma.

La giuria Consob, incaricata di vagliare i migliori lavori presentati, ha valutato un gran numero di progetti, singoli e di gruppo, che descrivono le diverse competenze e strategie che – in un mercato finanziario sempre più virtuale - contrappongono un soggetto che influenza l’offerta di prodotti e servizi finanziari (c.d. finInfluencer) ad un investitore/risparmiatore che intende ridurre la possibilità di truffe o perdite economiche, grazie alla conoscenza delle regole e dei rischi, al momento di aderire ad offerte finanziarie (c.d. finConsumer).

Gli schemi messi a punto descrivono con linguaggio semplice e accessibile le dinamiche e le realtà sottostanti a domanda e offerta di prodotti finanziari.

Facciamo i complimenti ai vincitori e a tutti gli studenti attivamente partecipanti, autori di lavori di buona qualità, utili alla diffusione degli strumenti e delle nozioni di educazione finanziaria nelle scuole secondarie superiori e alla preparazione culturale di studenti intenzionati a proseguire gli studi nel campo economico.

torna al sommario

La Commissione, ad esito della procedura di vacancy di cui all'articolo 68, I parte, del Regolamento del personale, ha attribuito, a decorrere dal 10 aprile 2024, ad Antonio Russo l’incarico di responsabile dell’Ufficio Vigilanza Operatività Mercati a Pronti e Derivati, coordinato nell’ambito della Divisione Mercati della Consob (delibera n. 23060 del 10 aprile 2024).

torna al sommario

LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE ASSUNTE O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA

Contrasto all'abusivismo (art. 7-octies Tuf)
  • Ordine, ai sensi dell’articolo 7-octies, lettera b), del d.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 Testo unico della finanza - Tuf di porre termine alla violazione dell’articolo 18 del medesimo Tuf, posta in essere da:

torna al sommario

CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Domenico Conti, Laura Ferri, Chiara Tomaiuoli, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l'Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "Area pubblica/pubblicazioni/newsletter".