Comunicati stampa congiunti Consob/Banca d'Italia del 25 luglio 2022 in materia di: 1) ritardo della comunicazione al pubblico di informazioni privilegiate; 2) indici di riferimento

Protocollo d'intesa tra la Consob e la Banca d'Italia:
ritardo della comunicazione al pubblico di informazioni privilegiate

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) e la Banca d'Italia hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per la collaborazione nei procedimenti di autorizzazione al ritardo della comunicazione al pubblico di informazioni privilegiate, ai sensi dell'articolo 17, paragrafi 5 e 6 del Regolamento sugli abusi di mercato.

Tale Regolamento prevede che, ai fini di preservare la stabilità del sistema finanziario, un emittente con titoli quotati in un mercato regolamentato o negoziati su un sistema multilaterale di negoziazione (sia esso una banca o un'altra istituzione finanziaria vigilata) possa ritardare, sotto la propria responsabilità, la comunicazione al pubblico di informazioni privilegiate, comprese ad esempio le informazioni legate a un problema temporaneo di liquidità.

In tali circostanze, il ritardo può essere autorizzato dalla Consob qualora siano soddisfatte tutte le seguenti condizioni:

a) la comunicazione delle informazioni privilegiate comporti il rischio di compromettere la stabilità finanziaria dell'emittente e del sistema finanziario;

b) sia nell'interesse pubblico ritardare la comunicazione;

c) sia possibile garantire la riservatezza delle informazioni.

Ai fini del rilascio dell'autorizzazione, la Consob richiede un parere alla Banca d'Italia. Il protocollo firmato oggi riguarda in particolare le modalità, i tempi e i contenuti delle interazioni finalizzate al rilascio alla Consob del parere della Banca d'Italia sul rischio che la comunicazione di informazioni privilegiate possa comportare per la stabilità dell'emittente e del sistema finanziario, nonché sulla sussistenza dell'interesse pubblico al ritardo.

Il documento può essere consultato sui siti internet delle Autorità www.consob.it e www.bancaditalia.it.

 Comunicato stampa in formato PDF


Protocollo d'intesa tra la Consob e la Banca d'Italia
in materia di indici di riferimento

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) e la Banca d'Italia hanno sottoscritto un protocollo d'intesa che definisce le modalità per la collaborazione e lo scambio di informazioni ai fini della partecipazione delle due Autorità ai collegi europei di supervisione degli indici finanziari di riferimento (benchmark) considerati critici ai sensi del Regolamento (UE) 2016/1011 (c.d. Regolamento Benchmark).

Il protocollo definisce anche le modalità con cui Consob e la Banca d'Italia collaborano con le Autorità dell'Unione competenti sugli amministratori di benchmark critici.

Il documento può essere consultato sui siti internet della Consob e della Banca d'Italia ai seguenti indirizzi www.consob.it e www.bancaditalia.it.

Ai sensi del Regolamento Benchmark sono indici di riferimento critici gli indici rilevanti per la stabilità finanziaria oltre che per l'integrità dei mercati, con possibili effetti negativi sull'economia reale, le famiglie e le imprese.

L'articolo 4-septies.1 del TUF indica la Consob quale autorità competente sugli amministratori di benchmark, e indica la Consob e la Banca d'Italia quali autorità competenti sui contributori di dati sottoposti alla rispettiva vigilanza ai fini della partecipazione ai collegi per i benchmark critici previsti dal Regolamento Benchmark.

 Comunicato stampa in formato PDF


25 lug 2022