Aggregatore Risorse

Le società quotate e l’intermediazione finanziaria nel primo semestre 2023

 

Bollettino statistico n. 24/1 - Mercati - gennaio 2024
 

I mercati finanziari nel secondo semestre 2023

Nel secondo semestre 2023 la capitalizzazione delle società di diritto italiano con azioni ammesse alle negoziazioni su mercati regolamentati o su sistemi multilaterali di negoziazione italiani (di seguito indicate per brevità “società quotate italiane”) ha registrato un aumento del 6%, prevalentemente per effetto dell’andamento positivo del mercato (l’indice Ftse All Share Italia ha registrato una variazione del 7% nel semestre). Il rapporto fra capitalizzazione e PIL è pari al 28,6% (sulla base dei dati preliminari Istat) dal 27,4% di fine giugno. Il numero di società quotate italiane è passato da 419 a 428, per effetto degli ingressi su Euronext Growth Milan (EGM) (+10 società in entrata nel mercato nella seconda parte dell’anno 2023) e della riduzione di una sola unità su Vorvel.

Il controvalore degli scambi di azioni di società quotate italiane su mercati regolamentati e sistemi multilaterali di negoziazione italiani ed esteri ha registrato un aumento del 18% nel secondo semestre del 2023 rispetto al medesimo periodo del 2022. Il controvalore dei margini costituiti dagli aderenti al sistema di Cassa Compensazione e Garanzia, si è ridotto del 15% passando da 17,6 miliardi di euro di fine giugno a 15 miliardi di euro di fine anno.

Il controvalore nozionale degli scambi di derivati azionari nel secondo semestre 2023 ha segnato un aumento del 10% rispetto all’analogo periodo del 2022. A fine anno 2023, il numero di posizioni aperte sui derivati risulta inferiore del 33,8% rispetto al dato di giugno 2023. Il controvalore degli scambi di covered warrant e certificate nel secondo semestre 2023 ha registrato un aumento del 38% rispetto al secondo semestre 2022 e tale rialzo ha riguardato principalmente i certificate su EuroTLX.

Le posizioni nette corte su azioni quotate italiane sono diminuite rispetto a fine giugno 2023 e risultano pari allo 0,8% della capitalizzazione totale (0,9% a fine giugno 2023); per le società del settore finanziario tale dato risulta pari allo 0,6% della capitalizzazione di settore (0,9% a fine giugno 2023).

Nel secondo semestre 2023 il controvalore degli scambi di titoli di Stato italiani sulle piattaforme di negoziazione italiane è cresciuto del 79% rispetto al secondo semestre 2022, mentre è rimasto pressoché costante il controvalore degli scambi di obbligazioni di emittenti italiani diverse dai titoli di Stato. Il controvalore degli scambi di ETF e strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN) è risultato in calo (-20%), al contrario del controvalore degli scambi dei fondi comuni, in rialzo del 17%.

 

Il Report è stato curato da:
Gaetano N. Finiguerra (Coordinatore) - CONSOB, Divisione Studi (g.finiguerra@consob.it)
Francesco Scalese - CONSOB, Divisione Studi (f.scalese@consob.it)
 

Segreteria di redazione: Andrea Cianciullo

Per eventuali informazioni e chiarimenti scrivere a: Ufficio.Statistiche@consob.it

 

Testo integrale [formato PDF]

 

ISSN 2281-3101 [online]