La portabilità dei dati in ambito finanziario

 

La portabilità dei dati in ambito finanziario

A. Genovese e V. Falce

Quaderno FinTech n. 8 - aprile 2021 [formato PDF] 
 

Sintesi del lavoro

Le interferenze e reciproche intersezioni fra regolazione, innovazione finanziaria e innovazione tecnologica si inquadrano a pieno titolo nella quarta rivoluzione digitale. La disruption a cui si assiste è di tipo intersettoriale, si caratterizza per processi di "contaminazione" tra soggetti e mercati, modelli e categorie, architetture e geometrie.
Nella nuova era disintermediata e decentralizzata, operatori, banche, intermediari e soggetti terzi elaborano, definiscono, personalizzano e offrono prodotti e servizi, ricorrendo a tecniche predittive ed intelligenti che usano e riusano dati personali, anonimizzati e commerciali, abbinando quelli "esterni", estratti dal magma della rete, con quelli propri del patrimonio aziendale, e come tali "interni" all'impresa, in un ciclo continuo.
Muovendo da queste premesse, il Quaderno si propone di analizzare il Data space sotto il profilo dell'oggetto (i dati), dei soggetti (vecchi e nuovi), delle responsabilità e dei diritti, ma solo dopo aver messo a fuoco la cornice regolamentare rilevante, che costituisce il perno essenziale e imprescindibile per mappare e di qui esprimere linee di policy anche in tema di portabilità di dati.
Seguendo la predetta linea, nella Prima Parte, il Quaderno si concentra sul quadro normativo. Dall'assunto secondo cui la rapidità della diffusione delle nuove tecnologie, oltre i confini territoriali ed economici, impone un ripensamento delle tradizionali tecniche di regolamentazione, si affrontano i limiti della matrice regolatoria disegnata negli anni‘ 90 e i profili di tecnologia regolatoria necessari per cogliere i cambiamenti e ripensare il quadro normativo in un'ottica di cooperazione tra Autorità nazionali e coordinamento fra i diversi ordinamenti nazionali, e con l'obiettivo chiaro di contemperare gli interessi in gioco e tutelare i diritti fondamentali.
Nella Seconda Parte, invece, le questioni della portabilità e della condivisione dei dati sono analizzate con riferimento ai flussi informativi e ai soggetti coinvolti, sotto il duplice aspetto degli ambiti di responsabilità degli attori e delle ricadute in punto di tutela dei clienti e degli investitori. L'emersione di Third Party Providers insieme al rafforzamento di costitutori di banche dati e titolari dei software getta le basi per una rinnovata competizione incentrata sull'uso delle Smart Technologies nello scenario dell'Open Banking e impone una attenta riflessione su ruoli e funzioni, nonché sulla catena delle eventuali responsabilità.
Attraverso i predetti snodi, il Quaderno propone un solido approccio ricostruttivo e sistematico per inquadrare le nuove sfide e intercettare i rischi associati alla trasformazione digitale con particolare riferimento alla disciplina inerente ai flussi di dati. In tal ambito, infatti, la migrazione dei servizi finanziari verso ambienti sempre più digitali e caratterizzati da una normativa frammentaria e settoriale, rischia di sfociare in vuoti di tutela che a loro volta rischiano di minare la fiducia nel sistema finanziario e nella sua stabilità. Il Quaderno fornisce gli strumenti per scongiurare tali eventualità all'insegna della chiarezza ricostruttiva, della certezza giuridica e dei principi generali, così salvaguardando la protezione degli investitori e l'integrità del mercato.

 

Autori
Anna Genovese - Ordinario di Diritto commerciale, Università di Verona (anna.genovese@univr.it), Commissaria Consob (a.genovese@consob.it);
Valeria Falce - Jean Monnet Professor in EU Innovation Policy e Ordinario di Diritto dell'economia (Università Europea di Roma); Direttore dell'Innovation, Regulation and Competition Policy Centre-ICPC (valeria.falce@unier.it).

Si ringrazia Lucia Marzialetti per gli utili commenti a precedenti versioni del lavoro. Si ringraziano la Cattedra Jean Monnet in EU Innovation Policy dell'Università Europea di Roma e l'Erasmus + Programme dell'Unione Europea per il sostegno alle attività di ricerca.

Eventuali errori e imprecisioni sono imputabili esclusivamente agli autori. Le opinioni espresse nel lavoro sono attribuibili esclusivamente agli autori e non impegnano in alcun modo la responsabilità dell'Istituto. Nel citare il presente lavoro, non è, pertanto, corretto attribuire le argomentazioni ivi espresse alla Consob o ai suoi Vertici.

La normativa nazionale ed europea, nonché i riferimenti dottrinali e giurisprudenziali, sono aggiornati alla data del 5 aprile 2021.

ISBN 9788894369755