Richiamo di attenzione sulla presentazione di una lista da parte del Consiglio di amministrazione uscente per il suo rinnovo (Comunicato del 21 gennaio 2022)

È stato pubblicato sul sito della Consob il Richiamo di attenzione sulla presentazione di una lista da parte del Consiglio di amministrazione uscente per il suo rinnovo a seguito della Consultazione in materia.

Il testo è corredato dalla pubblicazione integrale delle risposte dei partecipanti alla Consultazione e di una tabella di confronto che sintetizza le osservazioni ricevute e le valutazioni della Commissione.

21 gen 2022

Avviso Consob in merito agli Orientamenti ESMA sulla metodologia, sulla funzione di sorveglianza e sulla conservazione delle registrazioni a norma del regolamento sugli indici usati come indici di riferimento emanati dall'ESMA ai sensi dell'art. 40 del Regolamento (UE) 2016/1011 (20 gennaio 2022)

Avviso Consob del 20 gennaio 2022

Avviso in merito agli Orientamenti ESMA sulla metodologia, sulla funzione di sorveglianza e sulla conservazione delle registrazioni a norma del regolamento sugli indici usati come indici di riferimento emanati dall'ESMA ai sensi dell'art. 40 del Regolamento (UE) 2016/1011

In data 7 dicembre 2021 l'ESMA ha pubblicato sul proprio sito internet, in tutte le lingue ufficiali dell'Unione, le "Guidelines on methodology, oversight function and record keeping under the Benchmarks Regulation" (c.d. "Orientamenti"), emanate ai sensi all'art. 16 del Regolamento (UE) n. 1095/2010. Gli Orientamenti sono disponibili nella versione italiana anche sul sito istituzionale della Consob.

Gli Orientamenti hanno lo scopo di garantire l'applicazione comune, uniforme e coerente, per quanto riguarda l'applicazione delle disposizioni presenti nel Regolamento BMR che disciplinano la possibilità di usare una metodologia alternativa per il calcolo di un benchmark in circostanze eccezionali. In particolare, le Guidelines contengono alcuni chiarimenti - relativi ai dettagli da specificare nel contesto della metodologia da usare per il calcolo dei benchmark in circostanze eccezionali ed alla procedura di consultazione da seguire nel caso di proposte di modifiche rilevanti della metodologia - che dovrebbero consentire agli utilizzatori di meglio valutare le caratteristiche dei benchmark utilizzati o che intendono utilizzare.

La Consob, in adempimento del paragrafo 3 del citato articolo 16 del Regolamento ESMA, ha comunicato all'Autorità europea l'intenzione di conformarsi agli Orientamenti in parola.

IL PRESIDENTE
Paolo Savona

 Avviso Consob del 20 gennaio 2022 in formato PDF

 

21 gen 2022

Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti internet abusivi (Comunicato stampa del 20 gennaio 2022)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

- "NGTCM" (sito internet https://ngtcm.com);

- 24 X 7 LIMITED (sito internet https://24waysfx.com e relativa pagina https://client.24waysfx.com);

- Beradora Ltd (sito internet https://fullmarkets.com);

- "ABSystem" (sito internet https://absystem.trade);

- "LITHE GROUP LTD" (sito internet https://platinex.io).

Sale, così, a 610 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

-   Comunicato stampa in versione PDF

20 gen 2022

Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti internet abusivi (Comunicato stampa del 13 gennaio 2022)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

- Crypto Solution Ltd (sito internet https://cryptopro24.com e relativa pagina https://client.cryptopro24.com);

- Agrico Holdings Limited (sito internet https://investagrico.com e relativa pagina https://client.investagrico.com);

- Wirexinvest Invest Limited e Wirex UAB (sito internet www.wirexinvest24.com e relativa pagina https://webtrade.wirexinvest24.com);

- Strat Ltd (sito internet www.finexoinv.io e relativa pagina https://client.finexoinv.io);

- Invest Area Ltd (sito internet https://investarea.com e relativa pagina https://accounts.investarea.com).

Sale, così, a 605 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

-   Comunicato stampa in versione PDF

13 gen 2022

Presentazione del Rapporto Consob 2021 sulle scelte di investimento delle famiglie italiane (11 gennaio 2022)

Acf: nel 2021 record di risarcimenti a favore dei risparmiatori. Prossima al 97% la percentuale di ottemperanza degli intermediari. Si conclude con il segno "più" il primo quinquennio di attività dell'Arbitro (Comunicato stampa 3 gennaio 2022)

COMUNICATO STAMPA

Un 2021 da record per i risarcimenti riconosciuti ai risparmiatori da parte dell'Arbitro per le controversie finanziarie (Acf), l'organo istituito presso la Consob per la risoluzione stragiudiziale delle controversie tra gli intermediari e i loro clienti. Con 35,88 milioni di euro rientrati nelle tasche dei risparmiatori è stato toccato l'anno scorso un nuovo massimo a fronte dei 28,9 e dei 15,77 milioni di euro risarciti rispettivamente nel 2020 e nel 2019. Sale, così, ad oltre 120 milioni di euro l'ammontare complessivo dei rimborsi decisi dall'Acf nel suo primo quinquennio di operatività.

In rialzo nel 2021 anche il tasso di accoglimento dei ricorsi (69,4%, a fronte dei 30,4% rigettati), con una media nel quinquennio del 67,3% di ricorsi accolti e del 32,7% rigettati.

In forte crescita, inoltre, i volumi dell'attività, con un abbattimento dei tempi istruttori e decisionali di quasi il 40% nel 2021 rispetto agli anni precedenti. Confermato, dunque, l'obiettivo di azzerare entro fine 2022 l'arretrato accumulatosi nei primi tre anni di attività, a seguito di alcuni casi di risparmio tradito che hanno visto fortemente impegnato l'Acf sin dall'avvio della sua attività nel gennaio 2017.

Sono questi alcuni dei dati più salienti che emergono da un primo consuntivo del lavoro svolto dall'Arbitro nel 2021. Resta rilevante il valore complessivo dei risarcimenti richiesti, attestatisi nel 2021 a poco più di 81 milioni di euro, con una media a ricorso di oltre 51 mila euro. La richiesta minima è stata di 10,92 euro; quella massima di 500.000 euro, corrispondente al valore massimo di competenza dell'Acf. Nel complesso, nel quinquennio 2017/2021, sono pervenuti 8.695 ricorsi, con richieste risarcitorie per oltre 480 milioni di euro (circa 56 mila euro, in media, a ricorso).

In costante crescita l'attività decisionale. Nel 2021 il Collegio ha tenuto 71 riunioni (53 nel 2020, 46 nel 2019, 45 nel 2018, 27 nel 2017), prendendo oltre 1.600 decisioni (circa 1.100 nel 2020), cui vanno aggiunte le decisioni di irricevibilità/inammissibilità, prese direttamente dal Presidente (219 nel 2021, in calo rispetto agli anni precedenti) e quelle di estinzione per intervenuto accordo tra le parti (242 nel 2021, positivamente in aumento rispetto ai 212 casi del 2020 e ai 194 del 2019).

In tutto, nel 2021 sono stati conclusi 2.107 procedimenti, a fronte dei 1.582 ricorsi in entrata, portando così a 7.373 il numero dei ricorsi definiti nel quinquennio 2017/2021. Al 31 dicembre scorso è salito a 4.868 il numero delle decisioni pubblicate e liberamente consultabili all'indirizzo www.acf.consob.it (erano 3.302 al 31.12.2020).

Il tasso di adempimento delle decisioni dell'Arbitro - si ricorda, non vincolanti - resta elevato. La percentuale di spontanea esecuzione delle decisioni dell'Acf sfiora il 97% dei casi ed è in tendenziale e costante crescita. Il dato è al netto delle decisioni riferite alle banche poste in liquidazione o risolte nel biennio 2015/2017, che hanno - come noto - trovato esecuzione attraverso forme di intervento pubblico legislativamente previste nonché di alcune banche popolari emittenti titoli azionari caratterizzati da situazioni di marcata illiquidità.

Confermata in termini quantitativi la prevalenza di ricorrenti residenti nel nord del Paese (42,6%), seguiti da vicino dai residenti nelle regioni del sud (38%), mentre restano distanziati i risparmiatori del centro Italia (18,6%) e marginale la presenza di ricorrenti residenti all'estero (0,8%). Si tratta di dati coerenti con quelli fatti registrare nell'intero quinquennio.

Ancora elevata la percentuale di risparmiatori che optano per l'assistenza di un procuratore: il 72% dei ricorrenti nel 2021 a fronte di una media quinquennale al 66%. Il dato assume valenza segnaletica delle difficoltà che tuttora molti investitori retail incontrano nel farsi promotori e, soprattutto, tutori in prima persona dei propri diritti; più in generale, rappresenta una cartina di tornasole del livello tuttora insoddisfacente di alfabetizzazione finanziaria di larghi strati della popolazione. Per rimuovere queste criticità, l'Acf intende dare il proprio contributo alla luce dell'esperienza applicativa ormai maturata, mediante la realizzazione, già nel 2022, di iniziative mirate che vadano nella direzione di accrescere il livello di consapevolezza dei piccoli risparmiatori, superando le loro diffidenze e favorendone la migliore partecipazione alla vita economica e allo sviluppo del Paese.

Gli intermediari convenuti dinanzi all'Arbitro sono stati 87 nel 2021; 201 in tutto quelli coinvolti nell'intero quinquennio, a fronte dei 1.204 intermediari aderenti al sistema Acf.

Quello del tasso di adempimento delle decisioni è un aspetto a cui l'Arbitro attribuisce sin dal 2017 speciale rilievo, trattandosi del primo parametro di valutazione del grado di efficacia del servizio erogato. È per questo che continuerà ad essere attentamente monitorato anche in futuro, anzitutto attraverso la qualità argomentativa e motivazionale delle decisioni. Resta, nello stesso tempo, importante che gli intermediari, ma anche gli stessi risparmiatori, continuino ad individuare nell'Acf lo strumento idoneo per la definitiva soluzione di ogni controversia. Ciò anche coerentemente con il processo di valorizzazione degli strumenti Adr, che rappresenta uno dei cardini del recente intervento di riforma della giustizia civile.

Le dinamiche relazionali continuano ad essere al centro dei motivi di conflitto tra risparmiatori ed intermediari. Critica si rivela essere, prima di ogni altra, la fase dell'informativa propedeutica alla scelta d'investimento. Ciò di cui i risparmiatori spesso si dolgono è l'inadeguatezza del flusso informativo ricevuto per farne scaturire scelte d'investimento effettivamente consapevoli. Su questo fronte numerose oramai sono le decisioni assunte dal Collegio dell'Acf, in cui sono stati elaborati orientamenti che, partendo dai casi pratici esaminati, hanno condotto all'elaborazione di principi generali che, correttamente intesi ed applicati, possono rivelarsi particolarmente utili per rimuovere ex ante buona parte dei motivi di contenzioso. Tali principi troveranno speciale evidenziazione anche nella relazione annuale 2021, che sarà pubblicata entro il prossimo 31 marzo ed in cui sarà inserita un'apposita sezione riepilogativa degli orientamenti di maggiore rilevanza elaborati nell'intero primo quinquennio non solo in materia informativa, ma anche per quanto attiene ai comportamenti tanto degli operatori professionali, quanto degli stessi risparmiatori.

È intendimento dell'Arbitro, inoltre, realizzare nel 2022 iniziative di confronto con gli stakeholders e con le associazioni rappresentative, al fine di ricevere feedback sull'attività sinora svolta e sulla qualità percepita dei servizi erogati, con l'obiettivo di adeguarne costantemente il livello ai bisogni dell'utenza.

Proseguirà, infine, e troverà ulteriori forme di consolidamento il rapporto di collaborazione, oramai strutturato, con l'Arbitro Bancario Finanziario (Abf) e, non appena possibile, anche con l'istituendo Arbitro assicurativo (Aas).  

 Comunicato stampa in versione PDF

03 gen 2022

Appalti: ACN aderisce al Protocollo d'intesa tra Banca d'Italia, Consob, Antitrust, ANAC e IVASS (28 dicembre 2021)

L'Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN) ha aderito al Protocollo d'Intesa, precedentemente sottoscritto, tra la Banca d'Italia, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB), l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), l'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) e l'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS) per la gestione in comune delle  procedure  di appalto congiunto  secondo la disciplina di cui al d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50.

Il protocollo definisce le modalità di coordinamento tra le Autorità sottoscrittrici al fine di individuare strategie congiunte per l'acquisizione di lavori, servizi e forniture ed è funzionale al conseguimento di risparmi di spesa.

Il Protocollo d'Intesa costituisce una best practice nel panorama nazionale e pone le basi per innalzare la qualità della committenza pubblica, anche sotto i profili della trasparenza e dell'anticorruzione. L'adesione dell'ACN contribuirà a rafforzare le sinergie generate dalla collaborazione massimizzando gli obiettivi perseguiti dalla sottoscrizione del suddetto Protocollo. 

 

28 dic 2021

Pubblicato Piano Strategico Consob 2022-2024 (27 dicembre 2021)
27 dic 2021

AFX Capital Markets Ltd - Ritirata autorizzazione dalla CYSEC (24 dicembre 2021)

La competente autorità di vigilanza cipriota (Cyprus Securities Exchange CommissionCysec), in data 23 dicembre 2021, ha comunicato di aver adottato, a conclusione dell'attività di investigation nei confronti dell'impresa di investimento di diritto cipriota AFX Capital Markets Ltd già oggetto di sospensione dell'autorizzazione a partire dal 19 luglio 2019, un provvedimento di ritiro dell'autorizzazione ad operare a Cipro e in tutta l'Unione Europea, ivi inclusa l'Italia, della medesima AFX Capital Markets Ltd.

Nel contempo, la Cysec ha comunicato altresì di aver adottato talune misure sanzionatorie nei confronti di alcuni esponenti aziendali della AFX Capital Markets Ltd.

Per ulteriori dettagli, si rinvia al documento di cui al seguente link: GetFile.aspx (cysec.gov.cy)

24 dic 2021

Abusivismo finanziario: Consob oscura 7 siti internet abusivi (Comunicato stampa del 24 dicembre 2021)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 7 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

- Vigo and Co LLC (sito internet www.level5x.com e relativa pagina https://webtrader.level5x.com); 

- Lithe Group Ltd (sito internet https://platinex.cc);

- FX Publications INC, Acetopfinancial Ltd, Vita Impex Ltd (sito internet https://acetopfin.com e relativa pagina https://accounts.acetopfin.com);

- S.E trend Ltd (sito internet https://sealtd.co e relativa pagina https://client.sealtd.co);

- Axis Solutions Ltd (sito internet www.emiratesfx24.com e relativa pagina https://my.emiratesfx24.com);

- "WBI Invest" (sito internet https://wbiinvest.com e relativa pagina https://client.wbiinvest.com);

- "Globalinvestous" (sito internet https://global-investous.eu e relativa pagina https://client.global-investous.eu).

Sale, così, a 600 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

  Comunicato stampa in versione PDF

24 dic 2021

Abusivismo finanziario: Consob oscura 28 pagine/siti internet abusivi segnalati dalla Guardia di Finanza - Al via una task force congiunta (Comunicato stampa del 23 dicembre 2021)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 28 pagine/siti web che offrono abusivamente servizi finanziari. L'intervento è il risultato di una segnalazione pervenuta alla Consob dalla Guardia di Finanza.

Consob e Guardia di Finanza hanno concordato di proseguire e intensificare la collaborazione in questo campo. A tal fine è stato deciso di istituire un apposito gruppo di lavoro congiunto.

Nell'ambito di un'indagine ad ampio spettro sono stati individuati numerosi domini web mediante i quali erano offerti abusivamente servizi di trading su strumenti finanziari correlati, nella maggior parte dei casi, a cripto-valute.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), relativamente all'oscuramento dei siti degli intermediari finanziari abusivi.

Di seguito le 28 pagine/siti internet per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

- Gate Technology Corp (domini internet www.gate.io, www.gateio.rocks, www.gateio.ws);  

- "EliteCrypto Trade" (dominio internet www.elitecryptotrade.com);

- Maxbit LLC (domini internet www.quotex.io, www.quotex.com);

- PrimeXBT Trading Services LLC (dominio internet www.primexbt.com e relativa pagina https://my.pimexbt.com);

- Po Trade Ltd (dominio internet www.po.trade);

- AMarkets Ltd (dominio internet www.amarkets.com e relativa pagina https://my.amarkets.org);

- "Finmax" (dominio internet www.finmaxbo.com);

- SimpleFX Ltd (dominio internet https://simplefx.com e relativa pagina https://app.simplefx.com);

- Vantage Global Limited (dominio internet www.monetamarkets.com);

- "Ultimate-mining.co" (dominio internet www.ultimate-mining.co);

- "Bitcoin ERA" e "Absystem" (domini internet https://bitcoinera.app e https://absystem.world);

- "Bitcoin ERA", "CryptoRobot", "Sagatrade" (domini internet www.bitcoinera.com, www.cryptorobot.com, www.sagatrade.io);

- "Bitcoin-evolutionpro", Twingle Consulting LTD (domini internet www.bitcoin-evolutionpro.com e https://cointrade.cc);

- "Bitcoin UP" "FXPLANB" (domini internet www.bitcoin-up.live e https://fxplanb.com);

- Binarium Limited (domini internet www.binarium.com, https://binarium.global e https://binarium.trading).

Sale, così, a 593 il numero dei domini web complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei domini web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei domini da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

  Comunicato stampa in versione PDF

23 dic 2021

Modifiche al regolamento emittenti in materia di prospetto e avvio di una nuova consultazione con il mercato su ulteriori proposte di modifica (23 dicembre 2021)

La Consob, con delibera n. 22144 del 22 dicembre 2021, ad esito della consultazione con il mercato avviata l'8 ottobre 2021, ha approvato una serie di modifiche regolamentari (vedi la Relazione illustrativa) volte ad allineare le disposizioni regolamentari alle modifiche apportate al Testo unico della finanza (Tuf) dal decreto legislativo 2 febbraio 2021, n. 17, di attuazione nell'ordinamento nazionale del Regolamento Prospetto.

Le modifiche riguardano l'attività pubblicitaria relativa alle offerte svolte nel territorio nazionale dettate dal nuovo articolo 101, comma 1, del Tuf, come modificato dal citato d.lgs. n. 17/2021 e la tempistica della pubblicazione dei documenti di esenzione nei casi di esenzione dall'obbligo di pubblicare un prospetto per le offerte e le ammissioni a quotazione di titoli emessi in occasione di operazioni di fusione, scissione e offerte pubbliche di scambio (OPSC), ai sensi della disciplina introdotta dal Regolamento (Ue) 2019/2115, in materia di promozione e uso dei mercati di crescita per le PMI (che ha modificato il Regolamento Prospetto), nonché dal Regolamento delegato (UE) 2021/528 (pubblicato nel mese di marzo 2021).

Contestualmente alla emanazione delle anzidette modifiche regolamentari, è stata avviata una nuova consultazione con il mercato su alcune proposte di modifica del Regolamento Emittenti, volte a volte a:

a) allineare i termini di approvazione del prospetto con la legislazione europea, prevedendo una maggiore definizione delle informazioni richieste nell'ambito della domanda di approvazione e una semplificazione della fase di verifica di completezza della domanda, nonché l'eliminazione dei termini massimi previsti dal regolamento per il relativo procedimento amministrativo;

b) potenziare il c.d. prefiling, in modo da consentire un più ampio ricorso all'istituto in parola, nell'ottica di rendere più agevole l'individuazione degli elementi informativi utili ai fini dell'esame preliminare, nonché per individuare modalità più efficaci di rappresentazione nel prospetto dei principali profili informativi;

c) autorizzare la redazione del prospetto informativo in lingua inglese per offerte promosse in Italia quale stato membro di origine, prevedendo che la nota di sintesi debba essere comunque tradotta in lingua italiana.

La nuova consultazione si concluderà il 6 febbraio 2022.

 Nuova consultazione del 23 dicembre 2021 - Modifiche al Regolamento Emittenti in materia di prospetti

 Consultazione dell'8 ottobre 2021 sulle modifiche al Regolamento Emittenti per l'adeguamento alle disposizioni in materia di prospetto alle nuove norme introdotte dal Regolamento (UE) 2019/2115, in materia di promozione e uso dei mercati di crescita per le PMI, dal Regolamento (UE) 2021/337, che introduce il Prospetto UE della ripresa, e dal decreto legislativo 2 febbraio 2021, n. 17, di attuazione nell'ordinamento nazionale del Regolamento Prospetto

 Relazione illustrativa (23 dicembre 2021)

 Istruzioni operative per la trasmissione alla Consob della documentazione pubblicitaria applicabili fino al rilascio del server SFTP e dell'interfaccia web (23 dicembre 2021)

 Osservazioni al documento di consultazione dell'8 ottobre 2021 (23 dicembre 2021)

 Delibera n. 22144 del 22 dicembre 2021

 Parere del COMI - Comitato Operatori di Mercato e degli Investitori (novembre 2021)

23 dic 2021

Il Commissario Carmine Di Noia da febbraio 2022 a capo della Direzione affari finanziari dell'Ocse - Lascia l'incarico in Consob (Comunicato stampa 22 dicembre 2021)

COMUNICATO STAMPA

A partire dal prossimo 16 febbraio il Commissario della Consob, Carmine Di Noia, assumerà l'incarico di Direttore della Direzione per gli affari finanziari e delle imprese (Directorate for Financial and Enterprises Affairs) presso l'Ocse, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, con sede a Parigi.

Di Noia ha rassegnato quindi le sue dimissioni dall'incarico in Consob con decorrenza dal 7 febbraio 2022. Il suo mandato sarebbe scaduto a inizio 2023.

Il Commissario ha espresso il proprio vivo ringraziamento a tutti i componenti del Collegio, ai dirigenti e al personale della Consob per la collaborazione prestata in questi anni.

 Comunicato stampa in versione PDF

22 dic 2021

La Borsa italiana si butta alle spalle l'effetto pandemia - Indicatori di mercato in forte ripresa nel primo semestre di quest'anno - Pubblicato l'ultimo Bollettino statistico della Consob (Comunicato stampa 22 dicembre 2021)

COMUNICATO STAMPA

Cresce il rapporto tra capitalizzazione di Borsa e Pil, riportandosi al livello pre-pandemia. Aumentano gli investimenti azionari, mentre diminuisce il volume degli investimenti in titoli di Stato. Sale il numero delle società quotate; in netto miglioramento la redditività delle imprese finanziarie e non finanziarie.

Sono questi alcuni degli elementi che caratterizzano la fotografia della Borsa italiana, come risulta dall'ultimo Bollettino statistico della Consob relativo al primo semestre del 2021.

Dai dati del Bollettino, pubblicato oggi sul sito della Consob, emerge il quadro di un mercato mobiliare in forte ripresa, che cancella l'effetto recessivo della pandemia da covid registrato nel 2020, recuperando e superando i valori del 2019.

Quasi tutti gli indicatori presentano un andamento positivo. Grazie al forte aumento dei prezzi azionari la capitalizzazione complessiva delle società italiane quotate in Borsa fa, al 30 giugno scorso, un balzo in avanti del 19,9% su base annua. In relazione al Prodotto interno lordo la capitalizzazione di Borsa sale, quindi, al 34,8% dal 32% di fine giugno 2020.

Cresce (da 382 a 389) il numero delle società quotate, trainato dalle nuove ammissioni a quotazione sull'Aim, la piattaforma di negoziazione dedicata alle piccole e medie imprese (oggi ridenominata Euronext Growth Milan).

Gli investimenti in azioni superano il livello pre-pandemia, indirizzandosi di preferenza verso i titoli esteri. Al tempo stesso gli investimenti in titoli di Stato scendono sotto il livello del 2019. Gli utili delle imprese non finanziarie quotate sul mercato principale (MTA) e sull'Aim registrano, al 30 giugno scorso, un forte incremento annuo, salendo rispettivamente a 11,1 miliardi di euro (da 1,8 miliardi) e a 75,9 milioni (da una perdita di 30,3 milioni). In netto miglioramento anche gli utili delle banche (7,5 miliardi di euro dai precedenti 100 milioni) e delle assicurazioni (a 2,5 miliardi da 1,5)

In calo, invece, il fenomeno delle vendite allo scoperto (-20,1% su base annua le posizioni nette corte al 30 giugno 2021).

In crescita, infine, il portafoglio titoli detenuti presso intermediari italiani (+4,69%) e i depositi bancari di famiglie e imprese (+2,9%). Di segno positivo (+17,5% a 245,8 miliardi) la raccolta lorda di strumenti finanziari da parte dei fondi d'investimento (Oicr), mentre si riduce la raccolta di prodotti assicurativi a prevalente contenuto finanziario da parte degli intermediari italiani (-2,6% a 18,7 miliardi).

 Comunicato stampa in versione PDF

 

22 dic 2021

Applicazione del nuovo regime di acquisizione dei KID PRIIPs e dei dati strutturati ai sensi delle delibere Consob 21639 e 21640 del 15 dicembre 2020 (Comunicato stampa 17 dicembre 2021)

COMUNICATO STAMPA

Il 15 dicembre 2020 sono state definite nuove modalità di accesso ai documenti contenenti le informazioni chiave, i cosiddetti KID dei PRIIPs - prodotti di investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati – ed è stato previsto l'obbligo di rendere accessibili alla Consob le informazioni e i dati strutturati relativi ai PRIIPs commercializzati in Italia (delibere n. 21639 e n. 21640 del 15 dicembre 2020).

Le delibere sopra citate hanno previsto un periodo transitorio in base al quale:

a) l'obbligo di messa a disposizione del KID in formato PDF tramite server SFTP della Consob è entrato in vigore il 1° gennaio 2021, pur essendo stata riconosciuta agli ideatori di PRIIPs la possibilità di avvalersi, fino al 31 dicembre 2021, del regime previgente, consistente nella notifica preventiva alla Consob via PEC dei KID;

b) l'obbligo di rendere accessibili alla Consob le informazioni e i dati strutturati relativi ai PRIIPs è assolto con la messa a disposizione su server SFTP oppure mediante interfaccia web e si applica a decorrere dal 1° gennaio 2022.

Con delibera n. 22134 del 17 dicembre 2021 la possibilità di rendere accessibile alla Consob il KID via PEC è stata estesa fino al 28 febbraio 2022, mentre la decorrenza degli obblighi previsti dalla sopra indicata delibera 21640 è stata posticipata al 1° marzo 2022, per accordare ulteriore tempo di adeguamento a fronte di specifiche richieste in tal senso.

Le modalità di assolvimento dei citati obblighi sono specificate nelle apposite istruzioni operative pubblicate nel sito internet della Consob https://www.consob.it/web/area-operativa-interattiva/priips.

Al fine di soddisfare gli adempimenti previsti nell'ambito della Delibera 21640 del 15 dicembre 2020, nel sito internet della Consob https://www.consob.it/web/area-operativa-interattiva/priips sono state inoltre pubblicate le "specifiche tecniche contenenti gli schemi XSD" necessarie ad assolvere l'obbligo di rendere accessibili i dati strutturati su server SFTP della Consob.

Sarà infine reso disponibile il 20 dicembre 2021, nell'ambito della medesima sezione del sito, il manuale relativo all'utilizzo dell'interfaccia web.

Con riguardo agli OICR già soggetti al Regolamento PRIIPs, l'acquisizione del KID e dei relativi dati strutturati potrà essere effettuata, alternativamente alla messa a disposizione mediante il Sistema KID PRIIPs (c.d. SIKID PRIIPs), tramite il Sistema DEPROF, il cui manuale è stato aggiornato per riflettere tale modalità alternativa di acquisizione. I gestori che intendano avvalersi del DEPROF, ai fini degli adempimenti in questione, potranno accedervi tramite le credenziali già assegnate dalla Consob in fase di avvio dell'operatività in Italia.

Si rammenta pertanto che il 28 febbraio 2022 termina il periodo transitorio; dal 1° marzo 2022 si applicano le disposizioni relative all'acquisizione dei KID e dei relativi dati strutturati con le modalità sopra indicate e dettagliate nelle apposite istruzioni consultabili nel sito internet della Consob.

 Comunicato stampa in versione PDF

 

17 dic 2021

Raccomandazione del Comitato Europeo per il Rischio Sistemico del 24 settembre 2020 sull'identificazione delle legal entities (CERS/2020/12) (Avviso Consob del 17 dicembre 2021)

Raccomandazione del Comitato Europeo per il Rischio Sistemico del 24 settembre 2020 sull'identificazione delle legal entities (CERS/2020/12)

L'economia mondiale si basa su una rete strettamente connessa ed estremamente complessa di operazioni finanziarie poste in essere da operatori finanziari e non finanziari. Una chiara identificazione dei singoli soggetti e dei loro collegamenti è un requisito fondamentale per tracciare una mappa affidabile del panorama economico e finanziario globale, presidiare i rischi e individuare le potenziali catene di contagio sui mercati.

Il Comitato Europeo per il Rischio Sistemico (CERS) è intervenuto sul tema della identificazione delle legal entities con la Raccomandazione del 24 settembre 2020 (pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea del 26 novembre 2020), articolata in (sub) raccomandazioni (A, B) indirizzate a differenti autorità a seconda dell'obiettivo da perseguire.

Le raccomandazioni del gruppo A sono indirizzate alla Commissione europea e riguardano l'introduzione di norme che impongano l'utilizzo del codice identificativo LEI per l'identificazione dei soggetti che operano sui mercati finanziari.

Le raccomandazioni del gruppo B sono indirizzate alle autorità competenti e riguardano l'introduzione, nelle more di un intervento della Commissione europea sulle raccomandazioni del gruppo A, di misure a livello nazionale in merito alla identificazione dei soggetti tramite il codice LEI.

La CONSOB, nell'ambito delle proprie competenze, darà attuazione alla raccomandazione B3 del CERS con cui si raccomanda alle autorità di identificare mediante il codice LEI i soggetti in merito ai quali pubblicano informazioni e pertanto includerà il codice LEI nell'ambito delle informazioni che saranno pubblicate sui soggetti vigilati, ove questi ultimi siano già in possesso del codice LEI.

IL PRESIDENTE
Paolo Savona

 Avviso Consob del 17 dicembre 2021 in formato PDF

 

17 dic 2021

Informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari - Slitta al 1° gennaio 2023 la data di applicazione dell'atto delegato recante gli RTS ai sensi del Regolamento (UE) 2019/2088 (16 dicembre 2021)

Con lettera del 25 novembre u.s. indirizzata al Parlamento europeo (ECON) e al Consiglio (ECOFIN), la Commissione europea ha reso noto che il processo di adozione dei progetti di RTS presentati dal Comitato Congiunto delle Autorità di vigilanza europee il 22 ottobre scorso ai sensi del "Sustainable Finance Disclosure Regulation" (SFDR, articoli 8(4), 9(6) e 11(5)) non potrà essere completato nell'ordinario periodo di tre mesi. La Commissione ha, inoltre, annunciato che la data di applicazione del Regolamento delegato che recherà, in un unico atto, detti RTS e gli altri standard tecnici di regolamentazione di cui al SFDR (già presentati dal Comitato Congiunto a febbraio scorso) sarà posticipata al 1° gennaio 2023.

La necessità di rinviare ulteriormente la data di attuazione dell'atto delegato – rispetto alla data, previamente annunciata, del 1° luglio 2022 e all'entrata in applicazione del SFDR il 10 marzo u.s. – si ricollega, spiega la Commissione, all'ampiezza e al livello di dettaglio tecnico degli RTS (13 in totale), alla tempistica di  presentazione degli stessi e all'intento di favorire una agevole implementazione dell'atto delegato ad opera degli ideatori dei prodotti, dei soggetti che prestano consulenza finanziaria e delle autorità di vigilanza.

Nella lettera in parola, la Commissione precisa altresì che, in conseguenza di quanto sopra, i partecipanti al mercato finanziario che pubblicano la dichiarazione concernente gli effetti negativi per la sostenibilità (ex articolo 4(1)(a), 4(3) o 4(4) del SFDR) saranno tenuti a pubblicare l'informativa sui principali effetti negativi (principal adverse impacts) in conformità al Regolamento Delegato per la prima volta entro il 30 giugno 2023, assumendo a riferimento il periodo dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022.  

 Lettera della Commissione europea del 25 novembre 2021 - Informazioni sugli standard tecnici di regolamentazione ai sensi del Regolamento 2019/2088 relativo all'informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari

16 dic 2021

Abusivismo finanziario: Consob oscura 7 siti internet abusivi (Comunicato stampa del 10 dicembre 2021)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 7 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari/prodotti finanziari: 6 siti di intermediazione finanziaria abusiva e 1 sito mediante il quale viene svolta un'offerta di prodotti finanziari in mancanza di prospetto informativo.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), relativamente all'oscuramento dei siti degli intermediari finanziari abusivi, nonché del potere introdotto dalla legge n. 8 del 28 febbraio 2020, articolo 4, comma 3-bis), riguardo all'oscuramento dei siti mediante i quali è posta in essere l'offerta abusiva.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

- "24tradex" (siti internet www.24tradex.com e www.24tradex.co e relativa pagina https://client.fx-trade.tech);

- Trade Action Ltd (sito internet https://tradesactions.com e relativa pagina https://accounts.tradesactions.com);

- Renaissance Invest LTD (sito internet www.renaissanceinvestltd.net);

- "ProfitMarketsCFD" (sito internet www.profitmarketscfd.com e relativa pagina https://webtrader.profitmarketscfd.com);

- Notesco Limited (sito internet www.fxgiants.com e relativa pagina https://hub.fxgiants.com).

- "GDenlinea" (sito internet https://gdenlinea.net).

Sale, così, a 565 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.
  Comunicato stampa in versione PDF

10 dic 2021

Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) - Il Presidente Barbuzzi confermato nell'incarico per cinque anni (Comunicato stampa del 9 dicembre 2021)

COMUNICATO STAMPA

La Commissione ha deciso di rinnovare per un secondo mandato l'incarico di Gianpaolo Barbuzzi alla presidenza dell'Arbitro per le controversie finanziarie (Acf), l'organismo di risoluzione stragiudiziale delle controverse tra intermediari e risparmiatori, istituito presso la Consob.

Il nuovo incarico, della durata di cinque anni e non ulteriormente rinnovabile, decorre a partire da lunedì prossimo, 13 dicembre.

La composizione e il procedimento di nomina dei membri effettivi e supplenti del Collegio sono pubblicati nel sito https://www.acf.consob.it/chi-siamo/il-collegio.

 Comunicato in formato PDF

 

09 dic 2021

Consultazione pubblica sull'adozione di un Richiamo di attenzione avente ad oggetto: "La presentazione di una lista da parte del consiglio di amministrazione uscente per il rinnovo del medesimo consiglio" (2 dicembre 2021)

La Consob sottopone alla consultazione del mercato un'ipotesi di richiamo di attenzione per le società quotate e i loro azionisti avente ad oggetto alcuni aspetti di rilievo riguardanti l'esercizio da parte dei consigli di amministrazione delle società quotate della facoltà eventualmente prevista in via statutaria di presentazione di una lista di candidati per il rinnovo del medesimo organo.

Sebbene i richiami di attenzione non rientrino tra gli atti da sottoporre alla consultazione del mercato, ai sensi del Regolamento concernente i procedimenti per l'adozione di atti di regolazione generale (delibera n. 19654 del 5 luglio 2016), in quanto atti tipicamente di vigilanza, la Consob ha ritenuto di avviare una fase di pubblica consultazione tenuto conto della rilevanza della tematica in esame.

 Documento di consultazione

02 dic 2021

Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti internet abusivi (Comunicato stampa del 2 dicembre 2021)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

- EGL Sverige AB (sito https://eglsverigeab.com e relativa pagina https://my.eglsverigeab.com);

- Big Horizons Limited e NewFx Ltd (sito www.newfx.co);

- Dzikanta Limited (sito https://euromts.io);

- Seabreeze Partners Ltd (sito https://maxiplus.trade e relativa pagina https://maxiplus.cc);

- "ConiusFx" (sito https://coniusfx.com).

Sale, così, a 558 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019,  a quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

  Comunicato stampa in versione PDF

02 dic 2021

Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti internet abusivi (Comunicato stampa del 26 novembre 2021)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

- Vibeinv Invest Limited (sito www.vibeinv24.com);

- Prim Global Reach Ltd – Primeatrade Limited – FX Publications Inc. (sito https://primea-trade24.com e relativa pagina https://client.primea-trade24.com);

- Fundiza LTD (sito www.fundiza.org);

- Swissqb247 (sito www.swissqb247.net e pagine https://client.swissqb247.net e https://webtrader.swissqb247.net);

- Magna Emporium Group Ltd (sito https://fxmagna.com e relativa pagina https://client.fxmagna.com).

Sale, così, a 553 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

  Comunicato stampa in versione PDF

26 nov 2021

Avviso Consob del 24 novembre 2021 in merito all'applicazione del Regolamento Prospetto e alla revoca di Comunicazioni Consob adottate nella vigenza della Direttiva Prospetto

Avviso Consob del 24 novembre 2021

Avviso in merito all'applicazione del Regolamento Prospetto e alla revoca di Comunicazioni Consob adottate nella vigenza della Direttiva Prospetto

Il Regolamento Prospetto (Regolamento UE 2017/1129) e i relativi atti delegati (Regolamenti delegati UE 2019/979 e 2019/980) – pienamente e direttamente applicabili in tutti gli Stati membri dal 21 luglio 2019 – hanno introdotto rilevanti novità in relazione a materie che hanno costituito oggetto di Orientamenti della Consob adottati nella vigenza della Direttiva Prospetto.

In tale contesto, sono stati svolti lavori di ricognizione e analisi degli Orientamenti Consob rientranti nell'area della disciplina dell'offerta al pubblico e dell'ammissione alla negoziazione di titoli in un mercato regolamentato al fine di valutarne l'opportunità di una sostituzione o revoca.

Dalle analisi svolte è emerso che i più recenti interventi normativi del legislatore europeo rendono non più attuali le seguenti Comunicazioni che si intendono pertanto revocate:

  • Comunicazione Consob n. 1031710 del 27 aprile 2001, avente ad oggetto «Adempimenti relativi alla comunicazione dei risultati dell'offerta e alla attività di stabilizzazione»;
  • Comunicazione n. 11021864 del 24 marzo 2011, avente ad oggetto «Messaggi pubblicitari relativi ad offerte al pubblico e/o ammissioni alle negoziazioni su di un mercato regolamentato di prodotti finanziari non-equity. Disciplina applicabile e raccomandazioni»;
  • Comunicazione n. 12054742 del 29 giugno 2012, avente ad oggetto «Entrata in vigore del Regolamento (UE) n. 486/2012 – Prospetto di base, condizioni definitive e nota di sintesi – Istruzioni operative»;
  • Comunicazione Consob n. 13028158 del 4 aprile 2013, avente ad oggetto «Comunicazione in materia di informazioni da pubblicare in occasione di operazioni di rafforzamento patrimoniale di ammontare complessivo inferiore alla soglia di esenzione dalla pubblicazione del prospetto informativo»;
  • Comunicazione Consob n. 13037777 del 3 maggio 2013, avente ad oggetto la «Comunicazione recante linee guida per la redazione del documento da sottoporre a giudizio di equivalenza ai sensi degli artt. 34-ter e 57 del Regolamento Consob n. 11971 del 14 maggio 1999»;
  • Comunicazione Consob n. 0010807 del 10 febbraio 2014, avente ad oggetto «Modalità di pubblicazione del prezzo dell'offerta ove questo sia stato omesso dal prospetto, collocazione ed estensione del paragrafo "Avvertenze per l'Investitore" ove inserito nel prospetto».

***

Si invitano, infine, gli operatori a prestare particolare attenzione alle indicazioni fornite dall'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) e dalla Commissione europea nella disciplina del prospetto.

IL PRESIDNTE
Paolo Savona

25 nov 2021

Primo forum tra ABF e ACF in attuazione del Protocollo di intesa tra Consob e Banca d'Italia (Comunicato stampa del 19 novembre 2021)

Oggi si è riunito il primo forum tra il Presidente e altri componenti dell'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) e i Presidenti membri del Collegio di Coordinamento dell'Arbitro Bancario Finanziario (ABF).

Attraverso il forum ACF/ABF si dà concreta attuazione al protocollo di intesa (stipulato il 19 marzo 2020) in materia di risoluzione alternativa delle controversie, per prevenire l'insorgenza di conflitti interpretativi o incertezze nella delimitazione delle reciproche competenze, nel rispetto dell'autonomia decisionale dei rispettivi organismi.

L'incontro di oggi è stato dedicato a questioni relative al contenzioso in materia di deposito titoli in amministrazione.

 Comunicato stampa in versione PDF

 

19 nov 2021

Avviso di selezione per la partecipazione a tirocini extracurriculari presso la Consob per profili di informatica/ingegneria informatica e fisica/matematica/statistica (Delibera Consob n. 22086 del 16 novembre 2021)

Delibera n. 22086

Approvazione dell'Avviso di selezione per la partecipazione a tirocini extracurriculari presso la Consob per profili di informatica/ingegneria informatica e fisica/matematica/statistica

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA

VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni;

VISTO l'art. 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, recante la disciplina dei tirocini formativi e di orientamento;

VISTO il Regolamento recante norme di attuazione dei principi e dei criteri di cui all'art. 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, sui tirocini formativi e di orientamento, adottato dal Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale di concerto con il Ministro della Pubblica Istruzione e con il Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, con decreto ministeriale 25 marzo 1998, n. 142;

VISTO l'Accordo Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano sottoscritto il 25 maggio 2017, con il quale sono state adottate le Linee guida in materia di tirocini ai sensi dell'art. 1, commi 34–36, della legge 28 giugno 2012, n. 92;

VISTE le delibere n. 576 del 2 agosto 2019 e n. X/7763 del 17 gennaio 2018, rispettivamente della Giunta Regionale del Lazio e della Giunta Regionale della Lombardia, attuative del citato art. 1 della legge n. 92 del 2012, recanti la disciplina dei tirocini extracurriculari svolti nelle predette Regioni;

RITENUTO di procedere all'attivazione di tirocini formativi e di orientamento extracurriculari per i profili di informatica/ingegneria informatica e fisica/matematica/statistica, finalizzati all'integrazione del percorso di studi universitario di giovani laureati mediante una esperienza formativa da realizzare a contatto con il mondo del lavoro;

D E L I B E R A:

È approvato l'unito "Avviso di selezione per la partecipazione a tirocini extracurriculari presso la CONSOB per profili di informatica/ingegneria informatica e fisica/matematica/statistica".

16 novembre 2021

IL PRESIDENTE
Paolo Savona

18 nov 2021