Abusivismo finanziario: Consob oscura 6 siti web (Comunicato stampa del 30 ottobre 2020)

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • - Lengvin Partners LTD" e "Amados Partners LTD (siti internet https://investfd.io, https://investfd.co e pagine https://invest-fd.io/sign-in e https://invest-fd.io/finance);
  • - "Crypto Engine" (sito internet https://it.cryptoengine.app);
  • - Fx-globalinvest Ltd (sito internet https://www.fx-globalinvest.com e relativa pagina di registrazione https://client.fx-globalinvest.com)
  • - Globalinvestfx Ltd (sito internet https://globalinvestfx.com e relativa pagina di registrazione https://client.globalinvestfx.com);
  • - Fx Leader Italia (sito internet www.fxleaderitalia.com).

Sale, così, a 318 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

 Comunicato stampa versione PDF

30 ott 2020

Fiabe, giochi e teatro: al via da lunedì 2 novembre la quarta edizione della Settimana Mondiale dell'Investitore, promossa dalla Consob - In cartellone oltre 70 iniziative di educazione finanziaria (Comunicato stampa del 29 ottobre 2020)

Fiabe, fumetti, giochi, teatro, spettacoli interattivi, conferenze, webinar: sono gli strumenti con cui la quarta edizione della Settimana mondiale dell'investitore (WIW, World Investor Week) - in programma da lunedì 2 a venerdì 6 novembre -  intende raggiungere un'ampia platea d'ogni forma e d'ogni età, dai bambini delle scuole elementari alle imprese fino al pubblico degli adulti, con l'obiettivo di promuovere in Italia il grado di alfabetizzazione finanziaria ed innalzare con ciò i presidi di tutela del risparmio.

Oltre settanta gli eventi in cartellone (http://www.consob.it/web/investor-education/calendario-eventi-2020), tutti quest'anno rigorosamente on line, per adeguarsi alle disposizioni in materia di lotta alla pandemia da Covid-19.

L'iniziativa è promossa e coordinata in Italia dalla Consob nell'ambito di un più ampio progetto mondiale sviluppato dalla Iosco, l'organizzazione di tutte le autorità nazionali di regolamentazione e di vigilanza sui mercati finanziari. Oltre cento i Paesi coinvolti. L'edizione italiana (http://www.consob.it/documents/46180/46181/intervento_20201029.pdf/d3f6b4a0-979c-4b05-835f-99c8bdac8671) si avvale della collaborazione e del contributo di vari soggetti, impegnati a vario titolo nel campo dell'educazione finanziaria: Adeimf, Anasf, Feduf, Global Thinking Foundation, Museo del Risparmio, Politecnico di Milano, Ufficio scolastico regionale della Lombardia e del Lazio.

La WIW si inserisce nel Mese dell'Educazione Finanziaria, svoltosi quest'anno per la terza volta a ottobre e organizzato dal Comitato EduFin, al quale aderiscono, tra gli altri, il Ministero dell'Economia, il Ministero della Pubblica Istruzione, Consob, Banca d'Italia, Ivass, Covip.

Tra le novità della WIW 2020 il ricorso alla fiaba (http://www.consob.it/documents/46180/46181/Sofia-borsa.pdf/a3c9c00c-df08-48d2-a409-6b3257c2e817 e http://www.consob.it/documents/46180/46181/format_Sofia-borsa.pdf/58663849-ede0-445e-aa3e-6e5e9d6c66b9), per avvicinare i più piccoli al mondo della finanza e una conferenza-spettacolo sugli errori comportamentali da evitare nei periodi di crisi. La caccia al tesoro, i fumetti e altri giochi interattivi ampliano l'offerta di edutainment, il metodo formativo che coniuga educazione e intrattenimento.  A teatro tornerà a calcare le scene Charles Ponzi, il truffatore italiano emigrato un secolo fa negli Stati Uniti, che mise a punto uno schema di frode finanziaria, poi affermatosi in tutto il mondo come "schema Ponzi" e ancor oggi diffusissimo.  In programma anche iniziative più tradizionali, mirate a coinvolgere e sensibilizzare sui temi dell'educazione finanziaria il pubblico indifferenziato degli adulti, tra cui donne e anziani.

"Maggiori competenze finanziarie - ha commentato Anna Genovese, Commissario Consob (http://www.consob.it/documents/46180/46181/20201029_WIW_Genovese.pdf/4996bbd9-a5b7-446c-a0c7-16ef11b311bb) - contribuiscono ad innalzare la consapevolezza e l'autonomia di giudizio necessarie per aumentare la ‘resilienza' finanziaria di ciascuno. I riflessi – ha aggiunto Genovese – sono positivi sia per il singolo sia per la collettività, soprattutto nella fase di incertezza come quella che stiamo vivendo dallo scoppio della pandemia".

Comunicato stampa in pdf

29 ott 2020

Abusivismo finanziario: Consob oscura 6 siti web (Comunicato stampa del 22 ottobre 2020)

COMUNICATO STAMPA

Consob ha ordinato l'oscuramento di 6 nuovi siti web, che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • 4EX7 Ltd (sito internet www.4ex7.net);
  • Hanabishi Partners Ltd (siti internet https://investactive.io, https://investactive.cc e relativa pagina https://status.investactive.cc);
  • Elevate4x Ltd (sito internet www.elevate4x.net);
  • DBFX Limited (sito internet www.dbfxtrades.com);
  • Golden Dawn (IT) (sito internet https://www.ctxholdings.com).

Sale, così, a 312 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

Comunicato stampa versione PDF

22 ott 2020

Pubblicato il nuovo Quaderno giuridico Consob dal titolo "The Prospectus Regulation. The long and winding road" (20 ottobre 2020)

The Prospectus Regulation. The long and winding road

S. Alvaro, R. Lener, P. Lucantoni; in collaborazione con V. Adriani, F. Ciotti, A. Parziale; introduzione di Carsten Gerner-Beuerle

N. 22 (ottobre 2020)

 Quaderno [formato PDF]

20 ott 2020

Modifiche al regolamento Consob sui Mercati in materia di partecipanti al capitale dei gestori dei mercati regolamentati (delibera n. 21536 del 15 ottobre 2020)

Consob, con delibera n. 21536 del 15 ottobre 2020, in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ha apportato alcune modifiche al Regolamento mercati (adottato dalla Consob con delibera n. 20249 del 28 dicembre 2017) in materia di partecipanti al capitale dei gestori dei mercati regolamentati.

Le modifiche si sono rese necessarie a seguito delle novità apportate all'articolo 64-bis del d.lgs. n. 58/1998 (Testo unico della finanza -Tuf) dal decreto legge 14 agosto 2020, n. 104, recante "Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia".

Il decreto-legge n. 104 ha, infatti, apportato modifiche alla disciplina in materia di assetti proprietari dei gestori del mercato per garantire che gli acquisti di partecipazioni significative o i cambiamenti del controllo non pregiudichino la sana e prudente gestione di tali gestori.

Il recente intervento legislativo, peraltro, ha confermato le competenze regolamentari previste dal comma 6, lettera b), del menzionato articolo del Tuf, in ordine al contenuto, ai termini e alle modalità delle comunicazioni che devono essere effettuate da coloro che intendono acquisire una partecipazione importante in un gestore del mercato o il controllo dello stesso.

Allegato 1 alla delibera n. 21536 del 15 ottobre 2020

Relazione illustrativa delle conseguenze sulla regolamentazione, sull'attività delle imprese e degli operatori e sugli interessi degli investitori e dei risparmiatori

16 ott 2020

Abusivismo finanziario: Consob oscura 6 siti web (Comunicato stampa del 16 ottobre 2020)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 6 nuovi siti web, che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • Broker Major Ltd (sito internet www.brokermajor.com);
  • Premium Solutions Ltd (sito internet https://the-premium-brokers.net e relativa pagina https://trader.secure.the-premium-brokers.net);
  • Swissgems Ltd e Media Solutions Ltd (sito internet www.cfdnets.com e url marketscfd.net);
  • "Royaltyfinance" (sito internet www.royaltyfinance.io);
  • ESOS International LTD e Kakedy International S.R.O (siti internet www.ainvestments.com e www.ainvestments.biz).

Sale, così, a 306 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob  sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari,  che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

  Comunicato stampa versione PDF

16 ott 2020

Pubblicato l'elenco dei soggetti che hanno pubblicato le dichiarazioni non finanziarie ("Dnf") nel periodo dal 1° gennaio 2020 al 7 ottobre 2020 ai sensi del d.lgs.30 dicembre 2016, n. 254 (delibera n. 21537 del 15 ottobre 2020)

Delibera n. 21537

Pubblicazione dell'elenco dei soggetti che hanno pubblicato la dichiarazione individuale o consolidata di carattere non finanziario prevista dagli articoli 3 e 4 del decreto legislativo 30 dicembre 2016 n. 254

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA

VISTO il decreto legislativo n. 254 del 30 dicembre 2016 che ha introdotto, all'art. 2, l'obbligo di pubblicare la dichiarazione individuale o consolidata di carattere non finanziario ("DNF") in capo agli enti di interesse pubblico, come definiti nel decreto legislativo n. 39 del 27 gennaio 2010, che abbiano avuto, in media, durante l'esercizio finanziario un numero di dipendenti superiore a cinquecento e alla data di chiusura del bilancio abbiano superato almeno uno dei due seguenti limiti dimensionali: a) totale dello stato patrimoniale: 20.000.000 di euro; b) totale dei ricavi netti delle vendite e delle prestazioni: 40.000.000 di euro;

VISTO l'art. 7 del decreto n. 254/2016 sopra citato, che ha introdotto, per i soggetti diversi da quelli obbligati ai sensi dell'art. 2, la facoltà di redigere e pubblicare DNF provviste della dicitura di conformità al decreto legislativo in parola, qualora redatte in ottemperanza a quanto disposto dal decreto medesimo;

VISTO l'art. 9, comma 1, lett. a), del medesimo decreto, ai sensi del quale è attributo alla Consob il potere di disciplinare con regolamento, tra l'altro, le modalità di trasmissione diretta della DNF alla Consob medesima e le eventuali ulteriori modalità di pubblicazione della DNF rispetto a quelle indicate dal decreto;

VISTO l'art. 3 del Regolamento approvato con delibera Consob n. 20267 del 18 gennaio 2018, recanti le norme di attuazione delle disposizioni di legge sopra menzionate;

VISTO, in particolare, l'articolo 3, comma 3, del citato Regolamento, secondo cui "La Consob pubblica annualmente sul proprio sito Internet l'elenco dei soggetti che hanno pubblicato la dichiarazione non finanziaria";

CONSIDERATO CHE, per il corrente anno, si è ritenuto di rendere noto l'elenco delle società che hanno pubblicato la DNF entro il 7 ottobre 2020 e di procedere, entro il mese di gennaio 2021, all'eventuale integrazione dell'elenco delle società che pubblicheranno, anche in via volontaria, la DNF entro il 31 dicembre 2020;

D E L I B E R A:

L'elenco dei soggetti che nel periodo dal 1° gennaio al 7 ottobre 2020 hanno pubblicato la dichiarazione non finanziaria relativa all'esercizio finanziario avente inizio a partire dal primo gennaio 2019 è individuato nell'allegato 1.

15 ottobre 2020

IL PRESIDENTE
Paolo Savona


PUBBLICAZIONE DELL'ELENCO DEI SOGGETTI CHE HANNO PUBBLICATO LA DICHIARAZIONE INDIVIDUALE O CONSOLIDATA DI CARATTERE NON FINANZIARIO PREVISTA DAGLI ARTICOLI 3 E 4 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 2016 N. 254

ALLEGATO N. 1

Elenco dei soggetti che hanno pubblicato la dichiarazione non finanziaria ("DNF") alla data del 7 ottobre 2020

Denominazione Classificazione Collocazione della DNF[1] Framework
2I RETE GAS SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI[2]
A.I.M. VICENZA SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
A2A SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ACEA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ACQUEVENETE SPA DNF Volontaria Distinta GRI
ACSM-AGAM SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
AEFFE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
AEROPORTO GUGLIELMO MARCONI DI BOLOGNA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
AGENZIA NAZIONALE PER L'ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E LO SVILUPPO D'IMPRESA SPA Emittente altri titoli quotati Relazione sulla gestione GRI
AIMAG SPA DNF Volontaria Distinta GRI
ALBA LEASING SPA DNF Volontaria Distinta GRI
ALIA SERVIZI AMBIENTALI SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
ALKEMY SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ALPERIA SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
AMPLIFON SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
AQUAFIL SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
ARNOLDO MONDADORI EDITORE SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
ASCOPIAVE SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
ASSICURAZIONI GENERALI SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
ASTM SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ATLANTIA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
AUTOGRILL SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
AVIO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
AZIENDA TRASPORTI MILANESI ATM SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
AZIMUT HOLDING SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
BANCA AGRICOLA POPOLARE DI RAGUSA SCPA Banca Relazione sulla Gestione GRI
BANCA DI CIVIDALE SCPA - CIVIBANK Banca Distinta GRI
BANCA DI CREDITO POPOLARE SCPA Banca Distinta GRI
BANCA DI PIACENZA SCPA Banca Relazione sulla Gestione GRI
BANCA FARMAFACTORING SPA DNF Volontaria Distinta GRI
BANCA GENERALI SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
BANCA IFIS SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BANCA MEDIOLANUM SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BANCA MONTE PASCHI DI SIENA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BANCA NAZIONALE DEL LAVORO SPA Banca Distinta GRI
BANCA POPOLARE DELL'ALTO ADIGE SPA Banca Distinta GRI
BANCA POPOLARE DI SONDRIO SCPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BANCA POPOLARE PUGLIA E BASILICATA SCPA Banca Distinta GRI
BANCA POPOLARE PUGLIESE SCPA Banca Distinta GRI
BANCA SELLA HOLDING SPA Banca Distinta GRI
BANCA VALSABBINA SCPA Banca Distinta GRI
BANCO BPM SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BASICNET SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
BE THINK, SOLVE, EXECUTE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BEGHELLI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BIANCAMANO SPA[3] Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BIESSE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BPER BANCA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BREMBO SPA – FRENI BREMBO Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BRUNELLO CUCCINELLI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
BUZZI UNICEM SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CAIRO COMMUNICATION SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CALTAGIRONE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CAP HOLDING SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
CAREL INDUSTRIES SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CARRARO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CASSA CENTRALE BANCA – CREDITO COOPERATIVO ITALIANO SPA Banca Distinta GRI
CASSA CENTRALE RAFFEISEN DELL'ALTO ADIGE SPA DNF Volontaria Distinta GRI
CASSA DEPOSITI E PRESTITI SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
CASSA DI RISPARMIO DI ASTI SPA Banca Distinta GRI
CASSA RISPARMIO DI BOLZANO SPA Banca Distinta GRI
CEMBRE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CERVED GROUP SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CIR SPA – COMPAGNIE INDUSTRIALI RIUNITE Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
COFIDE – GRUPPO DE BENEDETTI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CREDIT AGRICOLE ITALIA SPA Banca Distinta GRI
CREDITO EMILIANO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CREDITO VALTELLINESE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
CSP INTERNATIONAL FASHION GROUP SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
DANIELI SPA – OFFICINE MECCANICHE DANIELI & C. Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
DATALOGIC SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
DAVIDE CAMPARI – MILANO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
DE'LONGHI SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
DIASORIN SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
DOLOMITI ENERGIA HOLDING SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
DOVALUE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
E.S.TR.A. SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
EDISON SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
EL.EN. SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ELICA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
EMAK SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ENAV SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ENEL SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ENI SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
ERG SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ESPRINET SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ESSELUNGA SPA Emittente altri titoli quotati Relazione sulla Gestione GRI
EUKEDOS SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
F.I.L.A. FABBRICA ITALIANA LAPIS ED AFFINI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
FCA BANK SPA Banca Relazione sulla Gestione GRI
FERALPI HOLDING SPA DNF Volontaria Distinta GRI
FERROVIE DELLO STATO ITALIANE SPA Emittente altri titoli quotati Relazione sulla Gestione GRI
FIERA MILANO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
FINCANTIERI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
FINECO BANK SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
FNM SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
GAROFALO HEALTHCARE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
GEDI GRUPPO EDITORIALE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
GEFRAN SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
GEOX SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
GPI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
GRUPPO BANCARIO COOPERATIVO ICCREA Banca Distinta GRI
GRUPPO MUTUIONLINE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
GUALA CLOSURES SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
HELVETIA ITALIA ASSICURAZIONI SPA Assicurazione Distinta GRI
HERA SPA (HOLDING ENERGIA RISORSE AMBIENTE) Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
I.M.A. INDUSTRIA MACCHINE AUTOMATICHE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
IBL BANCA SPA Banca Distinta GRI
IL SOLE 24 ORE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
IMMSI SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
INDEL B SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
INFRASTRUTTURE WIRELESS ITALIANE SPA DNF Volontaria Distinta GRI
INTERCOS SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
INTERPUMP GROUP SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
INTESA SAN PAOLO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
IRCE SPA – INDUSTRIA ROMAGNOLA CONDUTTORI ELETTRICI Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
IREN SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ISAGRO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ITALGAS SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ITALIAN EXHIBITION GROUP SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
ITALMOBILIARE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ITAS MUTUA Assicurazione Distinta GRI
KEDRION SPA Emittente altri titoli quotati Relazione sulla Gestione GRI
KIKO SPA Emittente altri titoli quotati Relazione sulla Gestione GRI
LA CASSA DI RAVENNA SPA Banca Distinta GRI
LA DORIA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
LANDI RENZO SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
LEONARDO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
LU-VE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
MAIRE TECNIMONT SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
MARR SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
MASSIMO ZANETTI BEVERAGE GROUP SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
MEDIASET SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
MEDIOBANCA – BANCA DI CREDITO FINANZIARIO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
MITTEL SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
MM SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
MONCLER SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
MONRIF SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
NEWLAT FOOD SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
NEXI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
NOVAMONT SPA DNF Volontaria Distinta GRI
OPENJOBMETIS SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
ORSERO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
OVS SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
PANARIAGROUP INDUSTRIE CERAMICHE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
PIAGGIO & C. SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
PININFARINA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
PIOVAN SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
PIQUADRO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
PIRELLI & C. SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
POSTE ITALIANE SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
PRIMA INDUSTRIE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
PRYSMIAN SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
RAI SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
RAI WAY SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
RATTI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
RCS MEDIAGROUP SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
REALE MUTUA DI ASSICURAZIONI Assicurazione Distinta GRI
RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
RENO DE MEDICI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
REPLY SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SABAF SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SAES GETTERS SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SAFILO GROUP SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SAIPEM SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
SALINI IMPREGILO SPA (ora WEBUILD SPA) Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
SALVATORE FERRAGAMO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SARA ASSICURAZIONI SPA Assicurazione Relazione sulla Gestione GRI
SARAS SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SEA SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
SERI INDUSTRIAL SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SERVIZI ITALIA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SESA SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SIT GROUP SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SMAT SOCIETÀ ACQUE METROPOLITANE DI TORINO SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
SNAM SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE SOCIETÀ COOPERATIVA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SOGEFI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
SOL SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
TEA SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
TECHEDGE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
TECHNOGYM SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
TERNA – RETE ELETTRICA NAZIONALE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
TESMEC SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
TIM SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
TINEXTA SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
TISCALI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
TOD'S SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
TOSCANA AEROPORTI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
TRASPORTO PASSEGGERI EMILIA ROMAGNA SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
TREVI FINANZIARIA INDUSTRIALE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
TXT E-SOLUTIONS SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
UNICREDIT SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
UNIEURO SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
UNIONE DI BANCHE ITALIANE SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
UNIPOL GRUPPO SPA Società con azioni quotate in Italia Relazione sulla Gestione GRI
UNIVERSITÀ TOR VERGATA DNF Volontaria Distinta GRI
VERITAS SPA Emittente altri titoli quotati Distinta GRI
VINCENZO ZUCCHI SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
VITTORIA ASSICURAZIONI SPA Assicurazione Distinta GRI
ZIGNAGO VETRO SPA Società con azioni quotate in Italia Distinta GRI
 

[1] La Dichiarazione individuale o consolidata di carattere non finanziario, ai sensi dell'art. 5 del D. Lgs. n. 254/2016 (rispettivamente commi 1 e 3), può essere contenuta nella relazione sulla gestione, di cui in tal caso costituisce una specifica sezione come tale contrassegnata, oppure costituire una relazione distinta, fermo restando l'obbligo di essere contrassegnata comunque da analoga dicitura.

[2] GRI Sustainability Reporting Standards.

[3] Biancamano SPA ha pubblicato nel 2020 sia la Dichiarazione non finanziaria relativa all'esercizio 2018 sia la Dichiarazione non finanziaria relativa all'esercizio 2019.

16 ott 2020

Consob proroga nuovamente per ulteriori tre mesi il regime di trasparenza rafforzata su variazioni delle partecipazioni rilevanti e dichiarazione degli obiettivi di investimento - La validità dei provvedimenti estesa dal 13 ottobre 2020 al 13 gennaio 2021 (Comunicato stampa del 9 ottobre 2020)

COMUNICATO STAMPA

La Consob ha nuovamente prorogato per ulteriori tre mesi, dal 13 ottobre 2020 al 13 gennaio 2021, il regime transitorio di trasparenza rafforzata in materia di variazioni delle partecipazioni rilevanti e di comunicazione degli obiettivi di investimento per le società ad azionariato particolarmente  diffuso (così come  definite dall'articolo 120 del Testo unico della finanza - Tuf) . 

La delibera (delibera n. 21525 del 7 ottobre) proroga fino al 13 gennaio prossimo e salvo revoca anticipata gli analoghi provvedimenti già introdotti temporaneamente ad aprile di quest'anno (delibere nn. 21326 e 21327 del 9 aprile 2020 ) e poi rinnovati per tre mesi nel luglio scorso fino al 12 ottobre (delibera n. 21434 dell'8 luglio 2020).

L'ulteriore proroga si è resa necessaria a causa della perdurante incertezza circa l'evolversi della situazione economico-finanziaria generata dall'epidemia Covid-19.

In particolare, come annunciato più in dettaglio nel comunicato stampa del 10 aprile scorso, il regime transitorio di trasparenza rafforzata prevede:

a) l'aggiunta di una soglia dell'1%, rispetto a quella preesistente del 3%, quale soglia minima al superamento della quale scatta l'obbligo di comunicazione al mercato, tramite la Consob, delle partecipazioni acquisite in società quotate ad alta capitalizzazione (le "non-Pmi"); per le Pmi, invece, viene aggiunta la soglia del 3% prima della soglia del 5%.

b) l'aggiunta di una soglia del 5%, rispetto a quella del 10%, quale prima soglia al superamento della quale scatta per le partecipazioni acquisite l'obbligo di comunicare al mercato, tramite la Consob, la "dichiarazione delle intenzioni", cioè gli obiettivi di investimento per i sei mesi successivi.

L'elenco delle società cui si applica il regime di trasparenza rafforzata di cui al punto a) è quello da ultimo aggiornato il 9 ottobre 2020 (determina dirigenziale n. 40/2020). Resta invariato, invece, l'elenco delle società cui si applica il regime di trasparenza rafforzata di cui al punto b).

Comunicato stampa versione PDF

09 ott 2020

Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti web (Comunicato stampa dell'8 ottobre 2020)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web, che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • Digital Exchange Limited e Securex Plus Solutions EOOD (sito internet www.dgxlimited.com);
  • GrahamFE FinServices LTD e Elit Property Vision LTD (sito internet www.grahamfe.com);
  • Brokermasters Ltd (sito internet www.brokermasters.net);
  • Raw Trading Ltd (sito internet www.icmarkets.com);
  • Fintech Software Inc, Oproserv Limited,  Leadernet OU (sito internet www.fx-leader.com).

Sale, così, a 300 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob  sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari,  che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

 Comunicato stampa versione PDF

08 ott 2020

Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti web (Comunicato stampa dell'8 ottobre 2020)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web, che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • Digital Exchange Limited e Securex Plus Solutions EOOD (sito internet www.dgxlimited.com);
  • GrahamFE FinServices LTD e Elit Property Vision LTD (sito internet www.grahamfe.com);
  • Brokermasters Ltd (sito internet www.brokermasters.net);
  • Raw Trading Ltd (sito internet www.icmarkets.com);
  • Fintech Software Inc, Oproserv Limited,  Leadernet OU (sito internet www.fx-leader.com).

Sale, così, a 300 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob  sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari,  che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

 Comunicato stampa in PDF

08 ott 2020

Consob promuove in Italia la quarta edizione della World Investor Week (Settimana Mondiale dell'Investitore) lanciata oggi da IOSCO (5 ottobre 2020)

Consob promuove in Italia la quarta edizione della "World Investor Week" (WIW) - o anche "Settimana mondiale dell'investitore" - ideata e promossa dall'International Organisation of Securities Commissions (IOSCO), il forum mondiale che raccoglie le autorità di controllo dei mercati finanziari operanti nei vari Paesi [Comunicato stampa IOSCO, versione originale in inglese e versione tradotta in italiano].

L'obiettivo primario della campagna è di sensibilizzare il pubblico sull'importanza dell'educazione finanziaria, al fine di promuovere capacità di comprensione e autonomia di giudizio nell'assumere decisioni finanziarie nel contesto della vita reale. In continuità con gli anni passati, la WIW darà spazio a messaggi chiave in tema di "smart investor" nonché a fenomeni recenti quali gli investimenti on-line e le cripto-attività. In considerazione del contesto causato della pandemia di Covid-19, sono stati inseriti nuovi messaggi chiave sui rischi di investimento in condizioni di incertezza tipici di periodi come questo.

La Settimana mondiale dell'investitore in Italia si svolgerà in connessione con il Mese dell'Educazione Finanziaria, riconducendo alla WIW le iniziative bivalenti che verranno realizzate durante il mese di ottobre, e troverà il suo momento di riferimento (e di naturale continuazione del Mese stesso) nella prima settimana di novembre (2-6 novembre), in ragione dell'emergenza COVID ancora in atto e della flessibilità del calendario concessa da IOSCO.

A differenza delle precedenti edizioni, per i motivi già rappresentati, gli eventi formativi saranno offerti prevalentemente con modalità a distanza (sia dalla Consob sia dai partner storici che partecipano alle iniziative in programma). Le informazioni di dettaglio sulla WIW e sulle varie attività previste sono disponibili al link: http://www.consob.it/web/investor-education/calendario-eventi-2020.

Il sito appositamente dedicato alla campagna a livello mondiale - http://www.worldinvestorweek.org - contiene informazioni generali sulle caratteristiche della campagna, sui messaggi chiave della stessa, sui Paesi aderenti e sulle risorse a disposizione. Anche quest'anno l'evento è supportato da diversi organismi internazionali, quali, tra gli altri, il G20 (Saudi Arabia 2020), la World Bank e l'OCSE.

05 ott 2020

Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti web (Comunicato stampa del 1° ottobre 2020)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web, che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • "richemontson" (sito internet https://richemontson.cc);
  • Globalix Ltd (sito internet www.globalixs.com);
  • Astrica Ltd (sito internet www.market4fx.com);
  • "Tradixa Ltd" (sito internet www.tradi-xa.com);
  • "MyCapital" (sito internet https://mycapitalit.cc);

Sale, così, a 295 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob  sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari,  che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

 

 Comunicato stampa in PDF

 

01 ott 2020

Dimissioni del Direttore Generale Mauro Nori (1° ottobre 2020)

Il Direttore Generale della Consob, Mauro Nori, ha rassegnato le sue dimissioni con decorrenza dal primo ottobre 2020.

A partire dalla stessa data le funzioni di Direttore Generale sono svolte dall'attuale vice Direttore Generale, Tiziana Togna.

La Commissione ha ringraziato il Direttore Generale uscente e ha espresso vivo apprezzamento per lo specifico contributo professionale da lui portato in Istituto.

 

01 ott 2020

Nicoletta Giusto nominata componente indipendente del Comitato di vigilanza sulle controparti centrali (Ccp) dell'Esma (Comunicato stampa 24 settembre 2020)

COMUNICATO STAMPA

Il 22 settembre scorso Nicoletta Giusto, responsabile dell'Ufficio affari internazionali Consob, è stata nominata componente indipendente del Comitato di vigilanza sulle controparti centrali (Ccp Supervisory Committee) dell'Esma, autorità di regolamentazione dei mercati mobiliari dell'Unione europea. Il mandato ricevuto è della durata di cinque anni, con la possibilità di un unico rinnovo.

In tale occasione l'Esma ha perfezionato la nomina di Klaus Löber a presidente e di Froukelien Wendt a componente indipendente del comitato stesso.

Le nomine avevano avuto il via libera il 14 settembre scorso, dopo un'audizione della Commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo (PE).

 Comunicato in versione PDF

24 set 2020

Abusivismo finanziario: Consob oscura 6 siti web (Comunicato stampa del 24 settembre 2020)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 6 nuovi siti web, che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • "Tio Markets Ltd" (sito internet www.tiomarkets.com);
  • "Terratech Ltd" (sito internet www.eufxindex.com);
  • "GFX FINANCE" Capital Letter GMBH (sito internet www.gfxroyal.com);
  • "Luxor Asset Management Trust" (sito internet www.luxoramt.com);
  • "bstox24" (sito internet https://bstox24.com e relativa pagina https://client.bstox24.com);
  • "Crypterium Financial Services" (sito internet https://crypteriumfs.com);

Sale, così, a 290 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob  sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari,  che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

 Comunicato stampa in PDF

24 set 2020

Modifiche del Regolamento Emittenti in materia di ammissione alle negoziazioni di FIA aperti riservati, commercializzazione di FIA e attività pubblicitaria - Esiti della consultazione avviata il 9 dicembre 2019 (23 settembre 2020)

La Consob, con delibera n. 21508 del 22 settembre 2020, ad esito della consultazione con il mercato finanziario, ha apportato alcune modifiche al  Regolamento Consob n. 11971/1999 (Regolamento emittenti) in materia di  ammissione alla negoziazione di FIA (Fondi di investimento alternativi) aperti riservati, nonché ulteriori interventi in tema di commercializzazione di FIA e attività pubblicitaria.

Le modifiche sono principalmente volte a meglio definire il quadro regolamentare applicabile in caso di ammissione alle negoziazioni in un mercato regolamentato di FIA aperti riservati:

  • stabilendo quando è richiesto il prospetto di quotazione, redatto secondo lo schema previsto in apposito allegato del Regolamento emittenti e quando, invece, la Consob, può riconoscere un prospetto redatto secondo le disposizioni di un altro Stato membro richiedendo in aggiunta la pubblicazione di un documento per la quotazione;
  • coordinando la disciplina del prospetto con quella della commercializzazione, su base domestica e su base transfrontaliera, prevista dall'AIFMD (Alternative Investment Fund Managers Directive) e dalle relative disposizioni di implementazione con particolare riferimento ai casi in cui la commercializzazione e l'ammissione alle negoziazioni siano contestuali;
  • rivedendo il contenuto dello schema di prospetto e di quello di documento per la quotazione al fine di renderli espressamente applicabili anche ai FIA aperti riservati;
  • aggiornando le disposizioni sulle informazioni che gli OICR (Organismi di investimento collettivo del risparmio) aperti ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato sono tenuti a rendere disponibili tramite la pubblicazione sul sito del gestore del fondo e su quello del gestore del mercato.

Accanto a tali modifiche, sono stati apportati ulteriori interventi normativi riguardanti la commercializzazione di FIA e l'attività pubblicitaria relativa a prodotti finanziari diversi dai titoli. In particolare, con riferimento a tale ultimo aspetto, è stato riformulato l'art. 34-novies, comma 1, lettera c), al fine di chiarire che l'annuncio pubblicitario che riporti i rendimenti conseguiti dall'investimento proposto opera il confronto con il parametro di riferimento o con l'obiettivo di rendimento, ove essi siano individuati nel prospetto. In tale modo si chiarisce che il confronto può avvenire non solo con un benchmark costituito da un indice, ma anche con un obiettivo di rendimento, ove questo sia indicato nel prospetto. Tale intervento garantisce coerenza tra quanto previsto dal Regolamento emittenti e le indicazioni formulate dall'Esma nell'ambito delle Q&A sull'applicazione della direttiva Ucits (relativa agli organismi d'investimento collettivo in valori mobiliari).

 Relazione illustrativa (23 settembre 2020)

 Delibera n. 21508 del 22 settembre 2020

 Osservazioni al documento di consultazione del 9 dicembre 2019 (23 settembre 2020)

 Documento di consultazione del 9 dicembre 2019

23 set 2020

Pubblicato il nuovo quaderno FinTech dal titolo "La fiducia nel robo advice: evidenze da uno studio sperimentale" (21 settembre 2020)

Il settimo quaderno FinTech è parte di una più ampia indagine sul fenomeno del FinTech che Consob ha avviato nel 2016, in collaborazione con numerose università italiane, con l'obiettivo di esplorare opportunità e rischi derivanti dall'applicazione dell'innovazione tecnologica all'offerta dei servizi finanziari.

In particolare, lo studio integra il filone di ricerca dedicato al robo advice con un contributo originale sui comportamenti di una specifica fascia di potenziali clienti di robo advisor, ossia i cosiddetti millennials e post-millenials, che, secondo un approccio evidence based, potrebbero essere tenuti in considerazione nell'ambito di specifiche iniziative a tutela dell'investitore. In particolare, la ricerca si propone di verificare se la propensione di un individuo a seguire una raccomandazione di investimento cambi secondo che il consiglio venga formulato da un consulente umano ovvero da un robo advisor.

A tal fine, il lavoro utilizza dati ed evidenze raccolte nell'ambito di un esperimento di laboratorio, disegnato e organizzato in linea con le indicazioni dell'economia sperimentale. Dai risultati dell'esperimento, che ha coinvolto circa 180 studenti universitari della Luiss, emerge che la probabilità che un individuo segua una raccomandazione di investimento non dipende dalla natura del consulente (ossia prescinde dal fatto che il consulente sia fisico o digitale), bensì dal divario tra la scelta effettuata in autonomia prima di ricevere il consiglio e la scelta raccomandata dal consulente.

Nel dettaglio, la probabilità che l'investitore sia disposto a seguire le indicazioni del consulente (umano o robo) aumenta se il portafoglio consigliato coincide con quello precedentemente scelto in autonomia. Tale evidenza potrebbe essere spiegata, tra le altre cose, da una propensione al cosiddetto ‘confirmation bias' (ossia l'attitudine a considerare tra le informazioni disponibili soprattutto quelle che confermano ipotesi e opinioni preesistenti).

Nei casi in cui la scelta autonoma differisce dalla raccomandazione ricevuta, i partecipanti sembrano più propensi a seguire i consigli del consulente umano e meno propensi a seguire i consigli formulati da un algoritmo. Infine, i risultati mostrano che le studentesse partecipanti all'esperimento tendono a seguire i consigli ricevuti dal consulente fisico più di frequente se il consulente è una donna rispetto al caso in cui la raccomandazione sia stata formulata da un uomo.

21 set 2020

Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti web (Comunicato stampa del 18 settembre 2020)

Consob ha ordinato l'oscuramento di 5 nuovi siti web, che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • Bellerophon Ltd e Bliz Biz Pty Ltd (sito internet www.blizfx.com e relativa pagina https://client.blizfx.com);
  • KBS Capital Markets LTD (sito internet www.imctrades.com);
  • Amber (sito internet "clone" https://amberfondsmaeglerselskab.com);
  • Kaf Trade Ltd e K-Trade Ltd (sito internet www.kaftrade.com e la relativa pagina https://client.kaftrade.com);
  • Plan Bit Global Limited e Plan Bit Tech Ltd (sito internet www.redfinstocks.com e relativa pagina https://trader.secure.redfinstocks.com).

Sale, così, a 284 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob  sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari,  che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

 Comunicato stampa in PDF

18 set 2020

Riapertura sedi Consob (Comunicato stampa 14 settembre 2020)

COMUNICATO STAMPA

La Consob, che ha assicurato nella giornata odierna il disbrigo di tutte le attività istituzionali da remoto, riapre le proprie sedi, domani 15 settembre, dopo aver effettuato le operazioni di sanificazione degli immobili di Roma e Milano ed aver riscontrato che tutti i tamponi effettuati dai componenti la Commissione e dai soggetti interni tracciati hanno avuto esito negativo. La Commissione continua ad operare facendo tesoro dell'esperienza maturata, nell'ambito delle cautele già previste.

Comunicato stampa versione PDF

14 set 2020

Covid, chiuse in via precauzionale le sedi Consob di Roma e Milano - Rilevato un caso di positività. Al via le operazioni di sanificazione - Garantita la piena operatività dell'Istituto grazie alle attività in remoto (Comunicato stampa dell'11 settembre 2020)

COMUNICATO STAMPA

Da lunedì prossimo, 14 settembre, le sedi Consob di Roma e di Milano resteranno chiuse fino a venerdì 18. Il provvedimento è stato adottato dal Direttore Generale in quanto datore di lavoro come misura precauzionale dopo che oggi è stato riscontrato in Istituto un caso di positività al covid.

Durante la chiusura saranno eseguite le operazioni di sanificazione in conformità alle vigenti norme sanitarie.  

Il caso riguarda il Presidente, Paolo Savona, che è risultato positivo al tampone. Il Presidente è portatore asintomatico; è in quarantena e lavora da casa.

La piena operatività dell'Istituto è assicurata grazie alle attività in remoto.  

Comunicato stampa versione PDF

11 set 2020

Maria Antonietta Scopelliti nuovo Segretario Generale della Consob. Subentra a Carlo Deodato. L'avvicendamento dal 16 settembre 2020. (Comunicato stampa 8 settembre 2020)

COMUNICATO STAMPA

Maria Antonietta Scopelliti, attuale capo della Divisione Mercati della Consob, è il nuovo Segretario Generale dell'Istituto.

Scopelliti prende il posto di Carlo Deodato, magistrato, Segretario Generale della Consob da aprile 2019, che ha scelto di tornare al Consiglio di Stato in qualità di Presidente di Sezione.

L'avvicendamento, deciso oggi dalla Commissione, ha effetto dal 16 settembre prossimo.

Il Collegio ha espresso un vivo elogio a Deodato, ringraziandolo per il suo alto contributo professionale, il suo apprezzato equilibrio decisionale e il tratto umano.

La Scopelliti, laureata in Economia e Commercio, ha rivestito in Consob diversi incarichi, tra cui capo dell'Ufficio mercati a pronti e mercati derivati, capo dell'Ufficio bilancio e gestione finanziaria, capo dell'Ufficio studi e statistiche. Dal 2013 è responsabile della Divisione Mercati. Ha partecipato a vari gruppi di lavoro presso organismi interni e internazionali.

Comunicato stampa PDF

08 set 2020

Consob pubblica la Guida Operativa in materia di transaction reporting (7 settembre 2020)

La Consob ha pubblicato la Guida Operativa in materia di transaction reporting al termine di un confronto con gli operatori del settore e con le associazioni di categoria, che ne hanno condiviso il contenuto.

Il documento è rivolto alle imprese di investimento, ai gestori di una sede di negoziazione e ai meccanismi di segnalazione autorizzati (ARM), tutti come definiti in base alla direttiva MiFID II.

La Guida Operativa intende fornire agli operatori supporto e orientamento nella ricostruzione delle numerose norme applicabili, nonché istruzioni in merito al corretto adempimento degli obblighi di transaction reporting.

La Guida Operativa, anche in esito alle richieste pervenute dagli operatori, fornisce alcune indicazioni operative di dettaglio, utili alla migliore attuazione della disciplina europea, avuto riguardo alle specificità del quadro istituzionale ed operativo nazionale.

06 set 2020

Abusivismo finanziario: Consob oscura 11 siti web (Comunicato stampa del 4 settembre 2020)

COMUNICATO STAMPA

Consob ha ordinato l'oscuramento di 11 nuovi siti web, che offrono abusivamente servizi finanziari.

L'Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l'oscuramento:

  • Dinengo Partners LTD (sito internet https://marketsdock.com, e le relative pagine client.marketsdock.com e status.marketsdock.com);
  • Jean Pierre Technologies LTD (sito internet www.jp.finance, e le relative pagine https://trade.jp.finance e https://cashier.jp.finance);
  • KBS Capital Markets LTD (sito internet www.topcapitalfx.com e la relativa pagina www.my.topcapitalfx.com);
  • NorthfintechFX Trading Services Ltd (sito internet www.northfintechfx.co e la relativa pagina www.northfintechfx.trade);
  • "Wallwood Broker" (sito internet https://wallwoodbroker.com);
  • "247 First Invest" (sito internet https://247firstinvest.com);
  • Uptos Ltd (sito internet www.uptos.org);
  • Equalizer Ltd (sito internet www.marketfxc.com)
  • "Inter Media Ltd" (sito internet www.cfgtrades.com);
  • "Acquantum AG" (sito internet www.acquantum.eu);
  • "Matrix banco" (sito internet https//matrixbanco.com).

Sale, così, a 279 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l'Autorità è stata dotata del potere di ordinare l'oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it.

Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l'attenzione dei risparmiatori sull'importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari,  che l'operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it  è presente in homepage la sezione "Occhio alle truffe!", dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l'investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

Comunicato stampa in PDF

04 set 2020

Regime volontario di pubblicazione della dichiarazione di carattere non finanziario (DNF) - Call for evidence del 1° settembre 2020

Pubblicazione della call for evidence per l'acquisizione, da parte degli operatori del mercato, di elementi utili per la valutazione del regime di adesione volontaria al reporting non finanziario.

Nel contesto attuale, si fa sempre più insistente la richiesta di una maggiore trasparenza nelle informazioni non finanziarie delle aziende europee da parte della comunità degli investitori, in ragione dell'utilizzo sempre più frequente di elementi ESG nell'ambito del proprio processo di selezione degli investimenti e in ragione dell'evoluzione del quadro normativo europeo in materia di finanza sostenibile, tra cui il regolamento (UE) 2019/2088 sull'informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (Regolamento disclosure) e il Regolamento sul sistema di classificazione delle attività economiche sostenibili (Regolamento tassonomia), i quali richiedono che vengano rese disponibili per i partecipanti al mercato finanziario sempre maggiori e più affidabili informazioni non finanziarie sulle società oggetto di investimento.

L'attuale disciplina, delineata dal d.lgs. n. 254/2016 che ha recepito nel nostro ordinamento la direttiva 2014/95/UE (disclosure of non financial and diversity information), ha introdotto per gli enti di interesse pubblico (società quotate, banche e assicurazioni) che superino taluni requisiti dimensionali (EIPR) l'obbligo di pubblicare una dichiarazione di carattere non finanziario (DNF) che deve contenere oltre a una descrizione del modello aziendale di gestione e organizzazione dell'impresa, informazioni riguardanti i principali rischi che derivano dall'attività dell'impresa e dai suoi prodotti e servizi nonché le politiche praticate e i risultati conseguiti dalla stessa con riferimento ai temi ambientali, sociali, attinenti al personale, al rispetto dei diritti umani, alla lotta contro la corruzione attiva e passiva.

Il citato decreto prevede che anche soggetti diversi dagli EIPR possano, in via volontaria, pubblicare una dichiarazione di carattere non finanziario ("DNF").

La previsione di un regime volontario di adesione al reporting non finanziario ha il pregio di non imporre su base generalizzata i costi legati alla predisposizione e pubblicazione dell'informativa, consentendo al contempo, alle aziende interessate, di censire e informare sui propri rischi e sulle proprie caratteristiche di sostenibilità attraverso un report standardizzato e riconosciuto dall'ordinamento nazionale e dal diritto UE. Ciò nonostante, il numero di emittenti che hanno aderito al regime di pubblicazione delle DNF volontarie risulta ancora esiguo.

Mentre è attualmente in corso, a livello europeo, il processo di revisione della direttiva 2014/95/UE sul reporting non finanziario, la call for evidence, attraverso una serie di domande rivolte agli operatori del mercato, si pone quindi l'obbiettivo di reperire informazioni circa le ragioni della mancata diffusione del non financial reporting su base volontaria.

Il questionario si sofferma in particolare sull'analisi dei costi e benefici connessi con la pubblicazione della DNF da parte delle società attualmente non soggette a tale obbligo, al fine di acquisire elementi utili per elaborare suggerimenti di modifica della disciplina nazionale in materia.

La consultazione terminerà il 30 novembre 2020.

Call for evidence

Questionario in formato Word

 

01 set 2020

Recepimento della direttiva europea in materia di distribuzione assicurativa: Consob modifica il regolamento intermediari - Esiti della consultazione (4 agosto 2020)

La Commissione ha adottato la delibera n. 21466 del 29 luglio 2020 con la quale ha apportato alcune modifiche al Regolamento Intermediari.

Il nuovo testo normativo, volto a recepire, a livello di normazione secondaria, la direttiva IDD Insurance Distribution Directive, è stato predisposto in ossequio al nuovo riparto di competenze sui soggetti vigilati dalla CONSOB e dall'IVASS, sancito dal legislatore nazionale nella Legge di delegazione europea 2016-2017.

Il processo di predisposizione della normativa è frutto di un ampio confronto tra le due Autorità finalizzato ad individuare, con riferimento ai soggetti rispettivamente vigilati, regole di comportamento quanto più possibile uniformi nell'ambito della distribuzione di IBIP Insurance-Based Investment Product, a prescindere dal canale distributivo utilizzato.

Più in dettaglio, le modifiche si sostanziano nella riscrittura del Libro IX del Regolamento Intermediari e concernono le regole di condotta e gli obblighi informativi a cui si devono attenere gli intermediari vigilati dalla CONSOB (tra cui banche, imprese d'investimento, Poste Italiane) nella distribuzione di IBIP. Le nuove disposizioni al riguardo previste sono in linea con gli interventi regolamentari effettuati contemporaneamente dall'IVASS che si sostanziano in modifiche ai Regolamenti in materia di governo societario, distribuzione e informativa dei prodotti assicurativi (nn. 38/2018, 40/2018 e 41/2018) e nell'adozione di un nuovo Regolamento in tema di governo e controllo dei prodotti assicurativi (POG, Product Oversight Governance).

La nuova disciplina, dettata dall'IVASS e dalla CONSOB, finalizzata a completare il processo di adeguamento alla IDD, prevede una entrata in vigore a far data dal 31 marzo 2021, al fine di concedere un congruo tempo di adeguamento a tutti i soggetti vigilati.

Delibera n. 21466 del 29 luglio 2020 - Modifiche al regolamento intermediari

Relazione illustrativa (4 agosto 2020)

Osservazioni al documento di consultazione del 23 settembre 2020 (4 agosto 2020)

Parere del COMI - Comitato Operatori di Mercato e degli Investitori (Agosto 2020)

Documento di consultazione del 23 settembre 2019 - Modifiche al Regolamento Intermediari relativamente agli obblighi di informazione e alle norme di comportamento per la distribuzione di prodotti di investimento assicurativi, in recepimento della direttiva (UE) 2016/97 sulla distribuzione assicurativa (IDD)

04 ago 2020