Tiziana Togna nuovo vice Direttore Generale della Consob - Maria Letizia Ermetes a capo della Consulenza legale (comunicato stampa del 13 settembre 2019)

Tiziana Togna, attuale capo della Divisione Intermediari, è stata nominata vice Direttore Generale della Consob. Lo ha deciso la Commissione (delibera n. 21041 dell'11 settembre 2019).

La nomina decorre dal 16 settembre e ha durata quinquennale. Togna, che mantiene la titolarità della Divisione Intermediari, affiancherà Mauro Nori, insediatosi il 9 settembre scorso come nuovo Direttore Generale.

A capo della Consulenza legale la Commissione ha nominato Maria Letizia Ermetes, attuale sostituto dell'Avvocato generale della Consob (delibera n. 21038 del 6 settembre 2019). Il suo incarico decorre dal primo novembre 2019.

 

 Comunicato stampa in PDF

13 set 2019

Modifiche al regolamento mercati in materia di attività connesse e strumentali e ulteriori proposte di intervento - Esiti della consultazione (5 settembre 2019)

La Commissione ha approvato un intervento di revisione di alcune disposizioni contenute nel Regolamento in materia di mercati adottato con la delibera n. 20249 del 28 dicembre 2017.

Le principali modifiche apportate al testo normativo sono state sottoposte ad una consultazione pubblica svolta nel periodo compreso tra il 15 e il 28 febbraio scorso.

L'attività di revisione ha riguardato, in particolare: (a) la disciplina delle partecipazioni detenibili dal gestore del mercato regolamentato e dei relativi obblighi informativi e (b) le comunicazioni dovute in merito all'esenzione per l'attività accessoria in derivati su merci.

05 set 2019

Mauro Nori nominato Direttore Generale della Consob (Comunicato stampa del 4 settembre 2019)

La Commissione ha nominato ieri il dott. Mauro Nori nuovo Direttore Generale della Consob.

Laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Firenze, con studi post universitari, il dott. Nori ha realizzato significative esperienze nel settore pubblico e privato, ricoprendo tra l'altro la carica di Direttore Generale dell'INPS dal 2009 al 2015 nonché di Vice Capo di Gabinetto presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze. E' attualmente Consigliere presso la Corte dei Conti.

Comunicato stampa in PDF

04 set 2019

AFX Markets Limited: nomina degli special administrators (29 agosto 2019)

L'autorità di vigilanza del Regno Unito, Financial Conduct Authority - FCA, ha comunicato che, in data 27 agosto 2019, l'High Court of Justice of England and Wales ha sottoposto, a seguito di apposita richiesta formulata dalla stessa autorità di vigilanza estera, AFX Markets Limited alla procedura di special administration, regolata secondo l'Investment Bank Special Administration Regulations, nominando i sigg.ri Jonathan Avery-Gee e Daniel Richardson, in forza presso CG Recovery Limited, quali joint Special Administrators della medesima AFX Markets Limited.

Come riportato nel comunicato Consob del 9 agosto 2019 (http://www.consob.it/web/consob/dettaglio-news/-/asset_publisher/hZ774IBO5XPe/content/comunicato-09-08-2019/10194), AFX Markets Limited era stato oggetto, da parte della Financial Conduct Authority, di un provvedimento di divieto di prosecuzione delle attività oggetto di autorizzazione con ordine di chiusura e liquidazione delle posizioni di trading aperte, sia per conto proprio e sia per conto dei clienti.

La procedura di special administration si pone come obiettivo quello di proteggere gli interessi dei clienti di AFX Markets Limited con la nomina di due Special Administrators che assumono il controllo dell'attività della medesima AFX Markets Limited e cercheranno di riconciliare e distribuire i fondi dei clienti nel più breve tempo possibile.

I joint Special Administrators possono essere contattati all'indirizzo email afxmarkets@cg-recovery.com oppure al seguente numero telefonico 0044 330 995 1241.

La Financial Conduct Authority, considerato che per la maggior parte dei casi non vi è alcun vantaggio nel coinvolgere terze parti nel recupero dei crediti, consiglia di procedere con cautela nel caso in cui si venga contattati da terze parti.

Inoltre, la Financial Conduct Authority invita, nel caso in cui si venga contattati da qualcuno che dichiari di chiamare da AFX Markets o da CG Recovery, di chiudere la conversazione e di richiamare il citato numero 0044 330 995 1241.

Maggiori dettagli sono rinvenibili al seguente indirizzo https://www.fca.org.uk/news/news-stories/information-customers-afx-markets-limited.

29 ago 2019

SVS Securities Plc: FCA vieta la prosecuzione delle attività (9 agosto 2019)

L'autorità di vigilanza del Regno Unito Financial Conduct Authority- FCA ha adottato nei confronti dell'impresa di investimento di diritto inglese SVS Securities Plc un provvedimento di divieto di prosecuzione delle attività oggetto di autorizzazione (fatte salve talune attività di custodia ed amministrazione degli assets della clientela esistente), con ordine di chiusura delle posizioni in forex aperte, sia per conto proprio e sia per conto dei clienti. Maggiori dettagli sul provvedimento in parola sono rinvenibili al seguente indirizzo: https://register.fca.org.uk/ShPo_FirmDetailsPage?id=001b000000MfNZkAAN, cliccando sulla sezione "Permission" e quindi su "OIREQ" nell'ambito della sottosezione "Requirements". Su richiesta della stessa impresa di investimento, la società in parola è stata sottoposta alla procedura di "special administration" ai sensi della legislazione inglese.  

Per effetto del suddetto provvedimento, SVS Securities Plc non può pertanto più prestare in Italia le attività autorizzate.

La Consob invita i risparmiatori a consultare con particolare attenzione gli elenchi delle imprese di investimento effettivamente autorizzate ad operare in Italia (http://www.consob.it/web/area-pubblica/imprese-di-investimento1) nonché le comunicazioni a tutela dei risparmiatori (http://www.consob.it/web/area-pubblica/avvisi-ai-risparmiatori) e, in ogni caso, a prestare la massima cautela prima di effettuare scelte di investimento.

La Consob raccomanda inoltre la consultazione della sezione Occhio alle truffe del proprio sito, per prevenire il rischio di truffe online.

09 ago 2019

AFX Markets Limited: FCA vieta la prosecuzione delle attività (9 agosto 2019)

L'autorità di vigilanza del Regno Unito Financial Conduct Authority- FCA ha adottato nei confronti dell'impresa di investimento di diritto inglese AFX Markets Limited un provvedimento di divieto di prosecuzione delle attività oggetto di autorizzazione con ordine di chiusura e liquidazione delle posizioni di trading aperte, sia per conto proprio e sia per conto dei clienti. Maggiori dettagli sul provvedimento in parola sono rinvenibili al seguente indirizzo: https://register.fca.org.uk/ShPo_FirmDetailsPage?id=001b000000NMZvyAAH, cliccando sulla sezione "Permission" e quindi su "OIREQ" nell'ambito della sottosezione "Requirements".

Per effetto del suddetto provvedimento, AFX Markets Limited non può pertanto più prestare in Italia le attività autorizzate.

La Consob invita i risparmiatori a consultare con particolare attenzione gli elenchi delle imprese di investimento effettivamente autorizzate ad operare in Italia (http://www.consob.it/web/area-pubblica/imprese-di-investimento1) nonché le comunicazioni a tutela dei risparmiatori (http://www.consob.it/web/area-pubblica/avvisi-ai-risparmiatori) e, in ogni caso, a prestare la massima cautela prima di effettuare scelte di investimento.

La Consob raccomanda inoltre la consultazione della sezione Occhio alle truffe del proprio sito, per prevenire il rischio di truffe online.

09 ago 2019

Brexit: Consob aggiorna le Comunicazioni pubblicate con riguardo all'uscita del Regno Unito dalla Ue in assenza di accordo (no-deal) (Comunicato stampa del 1° agosto 2019)

Brexit: Consob updates the Communications published in relation to the case of the United Kingdom leaving the EU  without a withdrawal agreement ("no-deal")

COMUNICATO STAMPA

Brexit: Consob aggiorna le Comunicazioni pubblicate con riguardo all'uscita del Regno Unito dalla Ue in assenza di accordo (no-deal)

Consob ha pubblicato oggi un aggiornamento della Comunicazione n. 7 del 26 marzo 2019 che specifica gli adempimenti in capo agli intermediari britannici operanti in Italia e a quelli italiani operanti nel Regno Unito, derivanti dal decreto legge n. 22/2019, adottato dal Governo in materia di hard Brexit, ovvero di uscita del Regno Unito dall'Unione Europea in assenza di un accordo (il cosiddetto no-deal).   

L'aggiornamento consegue alla conversione, con modificazioni, del decreto, intervenuta con Legge 20 maggio 2019, n. 41, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 24 maggio 2019. Al fine di facilitare la lettura della Comunicazione aggiornata, le variazioni intervenute sono evidenziate con carattere corsivo-grassetto.

Dall'aggiornamento non conseguono nuovi oneri per gli intermediari che prestano servizi e attività di investimento né modifiche degli schemi allegati alla Comunicazione. Restano, pertanto, valide le notifiche, le istanze e le comunicazioni già inviate. Gli intermediari dovranno trasmettere esclusivamente eventuali variazioni e/o aggiornamenti delle informazioni e dei dati in precedenza resi noti, nonché rendere edotti i propri clienti.

In ultimo si evidenzia che, in ragione della intervenuta adozione della sopra richiamata Legge di conversione, la Comunicazione n. 4 del 14 marzo 2019, in materia di mercati, deve ritenersi superata.

Comunicato stampa in PDF

[English version]

PRESS RELEASE

Brexit: Consob updates the Communications published in relation to the case of the United Kingdom leaving the EU without a withdrawal agreement ("no-deal")

Consob has today published amendments to Communication no. 7 of March 26th, 2019 which provides for the requirements for both British intermediaries operating in Italy and for Italian intermediaries operating in the United Kingdom, making reference to Decree Law no. 22/2019, which has been adopted by the Italian Government in case of hard Brexit, i.e. the  United Kingdom leaving the European Union (EU) without a withdrawal agreement ("no-deal").

Amendments follow the publication in the Gazzetta Ufficiale of Law 41 of 20 May 2019, which converted, with amendments, Decree Law 22 of 25 March 2019. In order to allow the detection of amendments, the changes occurred are highlighted with bold-italics font.

The update does not result in new requirements to be met by intermediaries providing investment services and activities nor changes to the forms attached to the Communication no. 7. Therefore, notifications, applications for authorization and notices which have already been sent are still valid. Intermediaries must only transmit any changes and/or updates to the information and data previously disclosed and keep their clients informed.

Finally it should be noted that, due to the publication of the aforementioned Conversion Law, Communication n. 4 of March 14, 2019, in relation to financial markets, must be deemed to be superseded.

Press release PDF

01 ago 2019

Guide operative Consob in materia di internalizzatori sistematici e derivati su commodities (1° agosto 2019)

Consob ha pubblicato le Guide operative in materia di internalizzatori sistematici e limiti alle posizioni in derivati su commodities.

01 ago 2019

Modifiche al regolamento emittenti per l'adeguamento al Regolamento (UE) 2017/1129 relativo al prospetto da pubblicare per l'offerta pubblica o l'ammissione alla negoziazione di titoli in un mercato regolamentato - Esiti della consultazione (30 luglio 2019)

La Commissione ha approvato le modifiche al Regolamento Emittenti ad esito della consultazione con il mercato sulle proposte di modifica necessarie al fine di adeguare le disposizioni del Regolamento Emittenti con le previsioni del Regolamento (Ue) 2017/1129 in materia di prospetti informativi da pubblicare per l'offerta pubblica o l'ammissione alla negoziazione di titoli in un mercato regolamentato, in attuazione della nuova disciplina europea.

Il Regolamento (Ue) 2017/1129 ("Regolamento Prospetto") sostituisce la precedente Direttiva 2003/71/Ce ("Direttiva Prospetto") ed è applicabile dal 21 luglio 2019.

La consultazione, è stata avviata il 20 giugno 2019 e si è conclusa il 10 luglio u.s..

30 lug 2019

Occhio alle truffe! Primo intervento Consob per l'oscuramento dei siti abusivi di trading on line - Esercitati i nuovi poteri di vigilanza attribuiti all'Autorità dal "decreto crescita" (Comunicato stampa del 30 luglio 2019)

Consob ha esercitato per la prima volta i nuovi poteri di vigilanza in materia di contrasto dell'abusivismo finanziario sul web, oscurando quattro siti internet che offrivano senza autorizzazione servizi di investimento.

Gli interventi riguardano i siti: 

  • https://www.allglobalmarkets.com
  • https://marketsxchange.com
  • https://sigmafortrade.com
  • https://www.swisscfd.com

È il primo caso di applicazione della nuova normativa introdotta dal recente "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019), in base al quale Consob, in quanto Autorità di regolamentazione e di vigilanza sui mercati finanziari, ha acquisito il potere di ordinare ai gestori delle reti Tlc l'oscuramento dei siti abusivi, rendendoli inaccessibili agli utenti in territorio italiano.

È stato con ciò rafforzato il quadro normativo, rendendo più incisivi gli strumenti di contrasto agli abusivismi finanziari

Fino al 2017, infatti, Consob pubblicava warning, cioè avvertimenti rivolti al pubblico indistinto circa i rischi connessi con i servizi offerti da operatori non abilitati. Dal 2018, con l'entrata in vigore della nuova disciplina europea in materia di prestazione dei servizi d'investimento  (Mifid2), gli strumenti di Consob sono stati incrementati grazie all'attribuzione del potere di ordinare agli operatori abusivi la cessazione della violazione. La Consob chiedeva, inoltre, agli host provider  l'eliminazione della versione italiana dei siti abusivi. Con il potere di ordinare l'oscuramento dei siti ai gestori delle reti di Tlc, la nuova normativa nazionale, tuttora in fase di piena attuazione, segna un ulteriore passo in avanti.

 Comunicato stampa in PDF

30 lug 2019

Avviso Consob del 25 luglio 2019 in merito agli Orientamenti emanati dall'ESMA sull'applicazione della sezione C, punti 6) e 7) dell'allegato I della Direttiva 2014/65/UE (MiFID II)

Avviso Consob del 25 luglio 2019

Avviso in merito agli Orientamenti emanati dall'ESMA sull'applicazione della sezione C, punti 6) e 7) dell'allegato I della Direttiva 2014/65/UE (MiFID II)

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA

In data 5 giugno 2019 l'ESMA ha pubblicato sul proprio sito internet, nella traduzione ufficiale in lingua italiana, le "Guidelines on the application of C6 and C7 of Annex 1 of MiFID II" (c.d. "Orientamenti"), adottate dall'Autorità europea, ai sensi dell'articolo 16 del Regolamento n. 1095/2010/EU (c.d. "Regolamento ESMA"), in data 21 dicembre 2018. Gli Orientamenti sono disponibili nella versione italiana anche sul sito istituzionale della Consob.

I presenti Orientamenti hanno lo scopo di modificare gli Orientamenti sull'applicazione delle definizioni di cui alla sezione C, punti 6) e 7), adottati dall'ESMA nell'ottobre 2015 al fine di garantire un'applicazione comune, uniforme e coerente dell'articolo 4, paragrafo 1, punto 17), in combinato disposto con i punti 6) e 7) della sezione C, allegato I, della direttiva MiFID, integrati dall'articolo 38 del regolamento (CE) n. 1287/2006. In particolare, i presenti Orientamenti aggiornano gli Orientamenti adottati dall'ESMA nell'ottobre 2015 per adeguarli al nuovo quadro normativo MiFID II senza modificarne la sostanza.

La Consob, in adempimento del paragrafo 3 del citato articolo 16 del Regolamento ESMA, ha comunicato all'Autorità europea la conformità della Consob agli Orientamenti in parola, integrandoli nelle proprie prassi di vigilanza.

IL PRESIDENTE
Paolo Savona

25 lug 2019

AFX Capital Markets Ltd: sospensione dell'autorizzazione (19 luglio 2019)

L'autorità di vigilanza di Cipro -  Cysec (Cyprus Securities and Exchange Commission) segnala (https://www.cysec.gov.cy/CMSPages/GetFile.aspx?guid=eb4c73c5-f52f-4b56-8fc7-71a454134b9d)  di aver disposto con effetto dal 19 luglio 2019 la sospensione  dell'autorizzazione alla prestazione di servizi di investimento rilasciata alla società cipriota AFX Capital Markets Ltd.

La società non potrà quindi più operare in Italia a decorrere da tale data (salvo eventuale revoca di tale sospensione).

La Consob invita i risparmiatori a consultare con particolare attenzione gli elenchi delle imprese di investimento effettivamente autorizzate ad operare in Italia (http://www.consob.it/web/area-pubblica/imprese-di-investimento1) nonché le comunicazioni a tutela dei risparmiatori (http://www.consob.it/web/area-pubblica/avvisi-ai-risparmiatori) e, in ogni caso, a prestare la massima cautela prima di effettuare scelte di investimento.

La Consob raccomanda inoltre la consultazione della sezione Occhio alle truffe del proprio sito, per prevenire il rischio di truffe online.

 

19 lug 2019

Avviate due consultazioni con il mercato in materia di:
1) Linee Guida sullo svolgimento dell'operatività su azioni proprie e Comunicazione sul riacquisto di prestiti obbligazionari;
2) Criteri per il controllo del prospetto nell'ambito della disciplina del Regolamento UE n. 1129/2017 e del Regolamento delegato UE n. 980/209 (19 luglio 2019)

Occhio alle truffe! Lotta all'abusivismo finanziario sul web - Tra maggio e giugno di quest'anno 35 nuovi interventi di vigilanza; 95 da inizio 2019 - Sede legale non pervenuta: diverse le società che non rivelano da quale Paese operano (Comunicato stampa del 15 luglio 2019)

Offrire sul web presunte opportunità di investimento, prospettando guadagni facili e a basso rischio, ma senza neanche specificare da quale Paese la società opera né qual è l'indirizzo cui eventualmente ci si può rivolgere: è quanto emerge dalla più recente attività di vigilanza della Consob nel contrasto all'abusivismo finanziario.

Dei 35 provvedimenti adottati in materia da Consob tra maggio e giugno di quest'anno ben 8 riguardano società per le quali la sede legale è non pervenuta, mentre le giurisdizioni del Pacifico del Sud, in particolare le Isole Marshall e Vanuatu, si confermano ai primi posti come base operativa per le imprese che promuovono abusivamente il trading on line e le offerte finanziarie sul web.

Con l'attività di maggio e giugno sale a 95 il numero degli interventi effettuati da Consob dall'inizio di quest'anno a contrasto dell'abusivismo finanziario.

Tra i vari interventi anche un'avvertenza (warning), che mette in guardia contro l'attività abusiva svolta da una fantomatica società Consob Europe Spa e contro la Real Profit Consul Eood, quest'ultima con sede legale in Bulgaria, riconducibili al medesimo soggetto di cittadinanza italiana.

Di seguito l'elenco dei provvedimenti adottati tra maggio e giugno 2019.

Pubblicazioni di maggio e giugno 2019

DATA Pubblicazione N. Delibera/Warning Sito web Fattispecie abusiva Società Sede
6 maggio 2019 20907 del 2 maggio 2019 https://cryptokartall.com Prestazione di servizi di investimento Elmond Enterprise Ltd   Saint Vinvent and the Grenadines  
        Fukazawa Partnership OU Estonia
6 maggio 2019 20908 del 2 maggio 2019 https://www.bitcoin-revolution.eu/ Prestazione di servizi di investimento "Bitcoin Revolution" Non specificata
6 maggio 2019 20909 del 2 maggio 2019 https://bitcoin-code.eu/ Prestazione di servizi di investimento "BitCoin Code" Non specificata
6 maggio 2019 20910 del 2 maggio 2019 http://it.thebitcoinscodes.com/ Prestazione di servizi di investimento "The BitCoin Code" Non specificata
6 maggio 2019 20911 del 2 maggio 2019 www.cmp24.com Prestazione di servizi di investimento CMP24 Ltd Isole Marshall
6 maggio 2019 20912 del 2 maggio 2019 www.client.10brokerz.com Prestazione di servizi di investimento Euro Wealth OU (già Nostro Technology OU) Estonia
6 maggio 2019 20913 del 2 maggio 2019 www.ecnpremium.com Prestazione di servizi di investimento Silver Wolf Ltd Isole Marshall
6 maggio 2019 20914 del 2 maggio 2019 https://24btcmarkets.com Prestazione di servizi di investimento West Media Group Limited   Svizzera    
        Pro Technologies Ltd   Non specificata
13 maggio 2019 20927 dell'8 maggio 2019 https://goldfxtrading.com https://web.goldfxtrading.com Prestazione di servizi di investimento "Goldfxtrading" Saint Vincent and the Grenadines
13 maggio 2019 20928 del 13 maggio 2019 www.mycrypto-invest.com Prestazione di servizi di investimento Fintech Horizons Limited Regno Unito
13 maggio 2019 20929 del 13 maggio 2019 www.europeancryptobank.io Offerta di prodotti finanziari Forgues Gestion SAS Francia
27 maggio 2019 20940 del 22 maggio 2019 www.gmfx24.com Prestazione di servizi di investimento Goldman24 Ltd Saint Vincent and the Grenadines
27 maggio 2019 20941 del 22 maggio 2019 www.tradegl.com Prestazione di servizi di investimento TradeGL Limited Non specificata
27 maggio 2019 20942 del 22 maggio 2019 www.codexfx.com Prestazione di servizi di investimento CodexFx Ltd Isole Marshall
03 giugno 2019 20944 del 29 maggio 2019 https://liracoin.club/ www.liracoin.com www.licex.io Offerta di prodotti finanziari "Liracoin-DAMO" Non specificata
03 giugno 2019 20945 del 29 maggio 2019 https://gocapitalfx.com https://gocapital123.com     Prestazione di servizi di investimento Lancelot Equity Ltf Commonwealth of Dominica
03 giugno 2019 20946 del 29 maggio 2019 www.bancdm.io Prestazione di servizi di investimento Takeda Partners Ltd Isole Marshall
BancdeMonarch Limited Saint Vincent and the Grenadines
03 giugno 2019 20947 del 29 maggio 2019 www.royaltrade.fm Prestazione di servizi di investimento PayPeq Holdings OU Estonia
03 giugno 2019 20948 del 29 maggio 2019 www.tessline.com Offerta di prodotti finanziari Tessline Limited Repubblica di Irlanda
10 giugno 2019 20950 del 4 giugno 2019 www.tradesline.com Prestazione di servizi di investimento Brown Fox Limited Isole Marshall
10 giugno 2019 20951 del 4 giugno 2019 www.londonfuturemarket.com   Prestazione di servizi di investimento A Corp Ltd Saint Vincent and the Grenadines
10 giugno 2019 20952 del 4 giugno 2019 www.capitalfmi.com Prestazione di servizi di investimento Global ES Ltd Saint Vincent and the Grenadines
        Sonartech OU Estonia
10 giugno 2019 20953 del 4 giugno 2019 https://solargroup.com   Offerta di prodotti finanziari (sospensione) Solar Group Limited Vanuatu
10 giugno 2019 20954 del 4 giugno 2019 www.wachsendewerte.at/it   Offerta di prodotti finanziari Wachsende Werte Austria
17 giugno 2019 20959 del 12 giugno 2019 https://it.cryptocapitalfx.com Prestazione di servizi di investimento "CryptoCapitalFX" Non definita
17 giugno 2019 20960 del 12 giugno 2019 https://it.tqrtrade.com Prestazione di servizi di investimento "TQRTrade" Non definita
17 giugno 2019 20961 del 12 giugno 2019 www.pmt247.com Prestazione di servizi di investimento PMT247 Ltd Saint Vincent and the Grenadines
17 giugno 2019 20962 del 12 giugno 2019 www.nasdaq500.com https://client.nasdaq500.com Prestazione di servizi di investimento   Empika Enterprise Ltd Isole Marshall
17 giugno 2019 20963 del 12 giugno 2019 www.skywayinvestgroup.com Offerta di prodotti finanziari RSW Investment Group Ltd British Virgin Islands
17 giugno 2019 20964 del 12 giugno 2019 www.onlytrades.com Prestazione di servizi di investimento Safe Trade Ltd Vanuatu
24 giugno 2019 20965 del 18 giugno 2019 https://solargorup.com   Offerta di prodotti finanziari (divieto) Solar Group Limited Vanuatu
24 giugno 2019 20972 del 18 giugno 2019 www.bronzemarkets.com Prestazione di servizi di investimento Silver Wolf Limited     Isole Marshall
24 giugno 2019 20973 del 18 giugno 2019 www.kayafx.com Prestazione di servizi di investimento AlphaTech Ltd   Regno Unito
24 giugno 2019 20974 del 18  giugno 2019 www.2dots.com     Prestazione di servizi di investimento WebNet Ltd Lussemburgo
4COM Network srl Romania    

Si segnala inoltre che la Commissione ha approvato la pubblicazione, avvenuta in data 13 maggio 2019, di un warning relativo all'attività del Sig. Angelo Scaffeo  e all'utilizzo improprio del nome Consob nella denominazione di una società inesistente.

 Comunicato stampa in PDF
15 lug 2019

Pubblicato nuovo Quaderno Fintech n. 5/19 - Marketplace lending: Verso nuove forme di intermediazione finanziaria?

Pubblicato il Bollettino statistico Consob n. 14

Segnalazione Consob su sedicente "gruppo bancario City Group Italy" che propone di recuperare crediti degli investitori persi tramite trading online

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa segnala che il sedicente "gruppo bancario City Group Italy", mediante l'invio di messaggi di posta elettronica, utilizzando fraudolentemente il logo e il nome della CONSOB e di un intermediario finanziario autorizzato, millanta di essere stato incaricato dalla stessa CONSOB di applicare la normativa di un non meglio precisato "Fondo di compensazione degli investitori" per recuperare gli investimenti persi tramite siti di trading on line.

Si avvisa che il contenuto dei suddetti messaggi è falso ed ingannevole.

La CONSOB, che non ha mai autorizzato simili iniziative, ritiene che dietro a tali attività si celi l'intenzione di truffare i risparmiatori.

Si raccomanda, quindi, di non aderire assolutamente a tali proposte e di prendere visione della sezione del sito istituzionale della CONSOB denominata "Occhio alle truffe!" e, in particolare, delle precedenti comunicazioni a tutela dei risparmiatori  riguardanti i fenomeni delle sedicenti società di recupero credito e delle cc.dd. "società clone".

03 lug 2019

Modifica del Regolamento Emittenti in materia di trasparenza societaria: documento di consultazione (27 giugno 2019)

Call for papers: convegno Consob - Esma - Bocconi "Securities markets: trends, risks and policies" (Milano, Università Bocconi, 12 marzo 2020)

Consob, Esma e Università Bocconi, attraverso il centro di ricerca Baffi – Carefin, hanno pubblicato una call for papers per l'ottava edizione del convegno "Securities Markets: Trends, Risks and Policies" che si terrà il 12 marzo 2020 a Milano presso l'Università Bocconi.

Saranno presi in considerazione i lavori attinenti ai seguenti temi: financial innovation in securities markets: FinTech, RegTech and SupTech; market microstructure, post-trading and market efficiency; Esg: non-financial information, asset management, value creation; corporate governance: board functioning, shareholders engagement and remuneration; financial services, investor protection and financial education.

I contributi potranno essere inviati entro il 23 settembre 2019 alla casella e-mail convegni@consob.it.

Ogni proposta sarà sottoposta a un processo di referaggio – curato da un comitato scientifico presieduto da Massimo Guidolin (Università Bocconi), Claudia Guagliano (Esma) e Nadia Linciano (Consob) e approvazione da parte di un comitato direttivo, composto da Donato Masciandaro (Direttore Centro Baffi-Carefin, Università Bocconi), Steffen Kern (Esma) e Carmine Di Noia (Commissario Consob).

L'esito della selezione sarà comunicato entro il 15 novembre 2019.

Saranno particolarmente apprezzati i lavori che utilizzano dati relativi al contesto europeo con implicazioni di policy. Si incoraggia inoltre l'invio di contributi da parte delle autorità europee di vigilanza e di altre autorità nazionali competenti allo scopo di rafforzare il dibattito sulle questioni di vigilanza finanziaria.

Il Presidente Consob, Paolo Savona, aprirà i lavori. Il programma definitivo dell'evento sarà pubblicato sui siti internet di Consob e Università Bocconi entro metà gennaio 2020.

Il testo integrale della call for papers è disponibile ai seguenti link:

- http://www.consob.it/web/area-pubblica/seminari-e-convegni;

- http://www.bafficarefin.unibocconi.eu.

Call for papers

24 giu 2019

Emir Regulatory Fitness and Performance Programme (Refit): pubblicate le modulistiche per la segnalazione relativa alla soglia di clearing e per la notifica dell'esenzione dall'obbligo di reporting dei contratti derivati infragruppo (21 giugno 2019)

Notifica alla Consob dell'esenzione dall'obbligo di segnalazione dei contratti derivati conclusi infragruppo ai sensi dell'art. 9 del Regolamento Ue n. 648/2012 (Emir), modificato dal Regolamento UE n. 834/2019 (Refit)

Il Regolamento Ue Regulatory Fitness and Performance Programme – Refit  consente alle controparti di contratti derivati di essere esentate dall'obbligo di segnalazione dei contratti derivati conclusi infragruppo.

L'esenzione può essere applicata ove almeno una controparte sia una controparte non finanziaria (o, sarebbe classificata come controparte non finanziaria se fosse stabilita nell'Unione) e a condizione che vengano rispettate le seguenti condizioni:

1) entrambe le controparti siano integralmente incluse nello stesso perimetro di consolidamento e siano assoggettate ad adeguate procedure centralizzate di valutazione, misurazione e controllo dei rischi;

2) l'impresa madre non sia una controparte finanziaria;

3) la controparte abbia notificato l'intenzione di avvalersi dell'esenzione all'autorità competente;

4) l'autorità competente non abbia manifestato – entro tre mesi dalla notifica - disaccordo sulla sussistenza delle condizioni di cui ai punti 1) e 2).

La notifica alla Consob  dovrà pervenire per il tramite di apposito modulo di seguito riportato   da compilare secondo le modalità in esso riportate.

 Cover del modulo

 Modulo per la notifica dell'esenzione


Notifica alla CONSOB sul monitoraggio della soglia di clearing ai sensi dell'articolo 4-bis e dell'articolo 10 del Regolamento Ue n. 648/2012 (Emir), modificato dal Regolamento UE n. 834/2019 (Refit)

Le modifiche apportate da Refit al Regolamento Emir introducono importanti novità sulla disciplina dell'obbligo di clearing sia per le controparti finanziarie che per le controparti non finanziarie.

Le Controparti finanziarie (Cf) che assumono posizioni in contratti derivati Otc (over the counter)  possono calcolare ogni 12 mesi la loro posizione media aggregata. Se la Cf non calcola le sue posizioni o se il risultato del calcolo, a livello di gruppo, supera la soglia per almeno una categoria di attività (asset class), la Cf informa immediatamente la Consob  e  l'Esma  e diviene soggetta all'obbligo di compensazione dei contratti derivati Otc appertenenti a tutte le asset class  soggette ad obbligo di compensazione.

Le Controparti non Finanziarie (Cnf) che assumono posizioni in contratti derivati Otc possono calcolare ogni 12 mesi la loro posizione  media aggregata.

Se il risultato del calcolo, a livello di gruppo, supera la soglia rispetto ad una o piu asset class, la Cnf  informa immediatamente la Consob e l'Esma  e diviene soggetta all'obbligo di compensazione per i contratti derivati Otc che appartengono alla o alle asset class per le quali è stata superata la soglia.

Se la Cnf  non calcola le sue posizioni, ne informa immediatamente la Consob e  l'Esma  e diviene soggetta all'obbligo di compensazione dei contratti derivati Otc  per tutte le asset class.

La comunicazione alla Consob  deve essere effettuata secondo quanto descritto nell'apposito  modulo  sotto riportato che indica altresì le modalità per comunicare il rientro dell'operatività al di sotto della soglia di clearing.

 Modulo per segnalazione soglia di compensazione

21 giu 2019

Opzioni binarie e Contratti per Differenza: la Consob adotta misure di divieto e restrizione (comunicato stampa del 21 giugno 2019)

La Consob ha introdotto in Italia in via permanente misure d'intervento a tutela degli investitori al dettaglio analoghe a quelle già adottate in via temporanea dall'Esma, l'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati, in materia di offerta di opzioni binarie e di contratti per differenza (CFD). Le misure (delibere nn. 20975 e 20976 del 20 giugno 2019) prevedono:

(i) il divieto di commercializzazione, distribuzione o vendita, in Italia o dall'Italia, di opzioni binarie agli investitori al dettaglio;

(ii) alcune limitazioni concernenti la commercializzazione, la distribuzione o la vendita, in Italia o dall'Italia,  di CFD agli investitori al dettaglio: la fissazione di limiti dell'effetto leva sull'apertura delle posizioni; la chiusura automatica al raggiungimento del margine in base al conto; la protezione da saldo negativo in base al conto; la mancata corresponsione di incentivi da parte di un fornitore di CFD; un'avvertenza sui  rischi specifici dell'investimento, da predisporre secondo un formato standardizzato.

L'adozione delle misure fa seguito al riscontro della sussistenza di significativi timori per la tutela degli investitori al dettaglio in CFD e opzioni binarie. Ciò a motivo della complessità e mancanza di trasparenza di tali prodotti, delle loro peculiari caratteristiche - che comportano, tra l'altro, disparità tra rendimento atteso e rischio di perdita - nonché delle modalità con cui sono commercializzati e distribuiti.

Le misure d'intervento, adottate ai sensi dell'articolo 42 del Regolamento UE sui mercati degli strumenti finanziari (MiFIR) e dell'art. 7-bis del TUF, entreranno in vigore il giorno successivo alla loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale e si applicheranno, per le opzioni binarie, dal 2 luglio 2019 e, in relazione ai CFD, dal 1° agosto 2019, fino alla loro eventuale revoca, che sarà disposta al ricorrere delle condizioni previste dall'art. 42, par. 6, del regolamento MIFIR.

Roma, 21 giugno 2019

 

- comunicato stampa.pdf

21 giu 2019

Avviate due consultazioni pubbliche: 1) modifiche al Regolamento Emittenti per l'adeguamento al Regolamento (UE) 2017/1129 relativo al prospetto per l'offerta pubblica o l'ammissione alla negoziazione di titoli in un mercato regolamentato; 2) modifiche al Regolamento sul Crowdfunding per il recepimento della legge di bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018 n. 145).

Documenti e video relativi all'incontro annuale della Consob con il mercato finanziario svoltosi a Milano il 14 giugno 2019

Venerdì 14 giugno, si è tenuto a Milano a Palazzo Mezzanotte in Piazza degli Affari l'incontro annuale della CONSOB con il mercato finanziario.

Di seguito la relativa documentazione:

 Discorso del Presidente Paolo Savona

 Relazione per l'anno 2018

 Video

14 giu 2019

Torna il Mese dell'Educazione Finanziaria: su quellocheconta.gov.it aperte le iscrizioni per l'edizione di ottobre 2019 (Comunicato stampa del 12 giugno 2019)

Dopo la prima edizione, che ha visto l'adesione di 108 organizzazioni (per un totale di 197 soggetti coinvolti, tra istituzioni e organizzazioni pubbliche e private), con oltre 350 eventi in 120 città in tutta Italia, torna dall'1 al 31 ottobre 2019 il Mese dell'Educazione Finanziaria promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, di cui è membro la Consob.

Il Mese avrà un calendario ricco di appuntamenti, a cominciare da quelli della prima settimana di ottobre connessi alla "World Investor Week" - la manifestazione internazionale dedicata alla gestione del risparmio - per proseguire con eventi culturali, seminari informativi, spettacoli, giornate di gioco e formazione sull'educazione finanziaria e sui temi assicurativi e previdenziali.

Le iniziative possono essere proposte compilando il form online all'indirizzo www.quellocheconta.gov.it/ottobreedufin  da oggi fino al 13 settembre 2019.

L'adesione consentirà di utilizzare il logo ufficiale del Mese e di comparire nella promozione su scala nazionale, così da garantire agli organizzatori delle singole iniziative una maggiore visibilità e favorire l'efficacia delle azioni attraverso il coordinamento con gli altri soggetti partecipanti.

Per tutti i partner del Mese saranno a disposizione anche una chat e strumenti interattivi per massimizzare la comunicazione sugli eventi, conoscere chi in Italia si impegna su questo fronte, così da creare sinergie.

Il Comitato invita associazioni, istituzioni, imprese, università e centri di ricerca, scuole, fondazioni, pubbliche amministrazioni e qualsiasi organizzazione voglia impegnarsi sul campo dell'educazione finanziaria con eventi di qualità, senza scopo di lucro e gratuiti per chi vi partecipa, a proporre la propria candidatura. Saranno accolte tutte le iniziative che avranno l'obiettivo di accrescere le conoscenze di base sui temi assicurativi, previdenziali e di gestione e programmazione delle risorse finanziarie personali e familiari. Conoscenze indispensabili per la serenità di oggi e del futuro.

 Comunicato stampa in PDF

12 giu 2019

Avviso Consob del 17 giugno 2019 in merito alla conformità agli Orientamenti emanati dall'ESMA in materia di limitazione della prociclicità dei margini delle controparti centrali

Avviso Consob del 17 giugno 2019

Avviso in merito alla conformità agli Orientamenti emanati dall'ESMA in materia di limitazione della prociclicità dei margini delle controparti centrali

La Consob e la Banca d'Italia, quali autorità competenti per la vigilanza sulle controparti centrali italiane, si conformano agli "Orientamenti sulle misure sul margine di antiprociclicità EMIR per le controparti centrali" emanati dall'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), integrandoli nelle rispettive prassi di vigilanza.

Gli Orientamenti, pubblicati sul sito web dell'ESMA in tutte le lingue ufficiali dell'Unione lo scorso 15 aprile, forniscono indicazioni di dettaglio in merito alle misure che le controparti centrali devono attuare per limitare la prociclicità dei margini, al fine di favorire un'applicazione comune, uniforme e coerente delle norme europee (art. 41 del Regolamento (UE) n. 648/2012 e artt. 10 e 28 del Regolamento delegato (UE) n. 153/2013).

Di tale conformità è stata informata l'ESMA ai sensi del Regolamento (UE) n. 1095/2010.

IL PRESIDENTE
Paolo Savona

 Avviso Consob del 17 giugno 2019 in PDF

18 giu 2019