Abusi di mercato: Consob dispone la trasmissione all'Esma della nuova prassi di mercato sul sostegno della liquidità - Esiti della consultazione del 21 settembre 2018

La Consob, ha deciso di notificare all'ESMA la nuova Prassi di mercato n. 1, inerente all'attività di sostegno della liquidità del mercato, ai fini del rilascio del parere di cui all'articolo 13, paragrafo 4, del Regolamento sugli abusi di mercato ("MAR"). La nuova Prassi n. 1 aggiornerà quella vigente per tener conto del nuovo quadro regolamentare e delle osservazioni ricevute nell'ambito della consultazione pubblica avviata il 21 settembre scorso (vedi "Consob Informa" n. 35/2018). La Consob informerà in merito al parere e alle eventuali modifiche suggerite dall'ESMA, che dovranno pervenire entro due mesi dalla notifica.

Come profilato nel documento di consultazione, la Consob ha, altresì, disposto la cessazione delle prassi di mercato ammesse inerenti all'acquisto di azioni proprie per la costituzione di un c.d. "magazzino titoli" ("Prassi n. 2") e al riacquisto di prestiti obbligazionari a condizioni predeterminate ("Prassi n. 3"), che erano state ammesse, rispettivamente, con le delibere n. 16839 del 19 marzo 2009  e n. 18406 del 13 dicembre 2012. Gli effetti della cessazione delle due prassi decorreranno dal 30 giugno 2019 (delibera n. 20876 del 3 aprile 2019).

Come indicato nella Relazione illustrativa degli esiti della consultazione, il mancato riconoscimento dello status di prassi di mercato ammessa ai sensi dell'articolo 13 MAR non implica che emittenti e intermediari attualmente interessati dalle Prassi n. 2 e n. 3 non possano continuare ad operare con modalità analoghe a quelle previste dalle due prassi anche oltre il 30 giugno 2019 nel rispetto della normativa applicabile. Al fine di chiarire e facilitare l'operatività di emittenti e intermediari, la Consob fornirà indicazioni sulla generale operatività connessa all'acquisto di azioni proprie e al riacquisto di prestiti obbligazionari a condizioni predeterminate.

08 apr 2019