Documenti di consultazione


Criterio di riparto per le opa: orientamento (in "Consob informa" n. 5 del 1° febbraio 1999)

L'unico criterio di riparto che assicura il rispetto delle finalità perseguite dall'art. 103 del Testo Unico della finanza ("l'offerta è rivolta a parità di condizioni a tutti i titolari di prodotti finanziari che ne formano oggetto") è quello strettamente proporzionale.

Tale criterio, infatti, consente a tutti gli azionisti di dismettere le partecipazioni possedute in eguale misura.

E' quanto ha avuto modo di chiarire la Consob in occasione dell'esame di un'offerta pubblica di acquisto parziale, avente ad oggetto titoli non quotati, che prevedeva, per il riparto delle azioni tra gli aderenti, la possibilità di acquistare da tutti gli azionisti un numero predeterminato di azioni e di procedere all'applicazione del criterio proporzionale solo successivamente per l'acquisto delle azioni residue.