Le truffe finanziarie

In considerazione dei grandi flussi di denaro che possono movimentare, le attività finanziarie offerte al pubblico si prestano, purtroppo, a fenomeni fraudolenti, genericamente definiti "truffe finanziarie".

Tali condotte possono essere di vario genere, potendosi distinguere i comportamenti illeciti messi in atto da soggetti autorizzati allo svolgimento di attività finanziaria, mediante lo sfruttamento del il contatto diretto con la propria clientela, dalle condotte di soggetti non autorizzati. In questo caso, al comportamento fraudolento si aggiunge un altro elemento: l'abusivismo finanziario.     

La costante nelle truffe finanziarie è sempre una: la perdita di tutto o gran parte del patrimonio investito che, di norma, è purtroppo difficilmente recuperabile dal malcapitato investitore.

Molteplici sono, invece, le modalità concrete con cui la truffa può essere architettata. L'astuzia e l'immaginazione dei truffatori sembra non avere limiti: ogni giorno si devono fare i conti con inganni nuovi e sempre più elaborati. Così, accanto a truffe grossolane, individuabili con il buon senso e un po' di attenzione, esistono truffe molto sofisticate e ben orchestrate, che possono rappresentare una grave insidia per i risparmiatori e, talvolta, per l'intero sistema finanziario.