Truffe e abusivismi finanziari

Accettereste mai un passaggio in auto dal capo di una gang specializzata in rapine? Oppure, prendereste mai un aereo il cui pilota non ha mai conseguito la licenza di volo?

La risposta è ovvia. E deve esserlo anche quando in ballo ci sono i nostri risparmi.

Non dimentichiamolo: i nostri risparmi sono ciò che noi mettiamo da parte, per bisogni futuri, privandoci di beni e servizi che potremmo consumare, oggi, spendendo il nostro reddito. E il nostro reddito è ciò che quotidianamente, con impegno e fatica, alzandoci la mattina più o meno presto, riusciamo a guadagnare.

Il nostro risparmio è quindi un bene prezioso - che può permetterci soddisfazioni future o, più semplicemente, la serenità della nostra famiglia - e bisogna salvaguardarlo. L'ultima cosa che deve capitarci è vederlo volatilizzato nelle mani di truffatori o persone che non hanno i requisiti e la capacità per proteggerlo e farlo fruttare.

Le truffe sono sempre esistite, come sempre sono esistiti altri fenomeni criminali. Lo Stato predispone un'articolata organizzazione - formata da forze dell'ordine, magistratura, enti pubblici - con il compito di contrastarli. Non sempre, malgrado l'impegno, si riesce a reprimere totalmente questi fenomeni.

Difenderci è anche compito nostro. E, più o meno consapevolmente, lo facciamo continuamente: ad esempio, la mattina quando usciamo e diamo doppia mandata alla porta blindata, oppure quando saliamo sull'autobus e controlliamo che la borsa sia ben chiusa e la stringiamo a noi. Piccoli accorgimenti che, quasi sempre, ci consentono di condurre serenamente la nostra vita al riparo da fatti sgraditi.

Anche con i nostri risparmi possiamo, e dobbiamo, farlo.

In questa sezione del sito forniamo una descrizione delle truffe più frequenti, anche con un interessante richiamo a truffe "storiche" che costituiscono una sorta di "evergreen", con la loro capacità di riproporsi con forme diverse ma con la stessa sostanza.

Difenderci dai truffatori non è difficile, e in questa sezione si trovano utili suggerimenti. Il primo è che nessuno regala nulla e, quindi, non esiste l'"affare del secolo" e non esistono metodi facili per assicurarsi guadagni sicuri tali, magari, da consentirvi di arrotondare lo stipendio o, addirittura, licenziarvi. E men che meno sono "affari del secolo" quelli che vengono propugnati come tali, con l'invito a sbrigarsi perché è un'opportunità da cogliere "al volo".

Altrettanto pericolosi per i nostri risparmi sono i soggetti che operano abusivamente.

I servizi di investimenti, nel nostro Paese, possono essere offerti solamente da soggetti che siano stati autorizzati, dopo aver verificato il possesso di requisiti di onorabilità, professionalità e organizzativi. Il perché è semplice: per gestire investimenti occorrono capacità e organizzazione.

Quando poi consegniamo il nostro denaro ad un soggetto che non solo è un abusivo, ma è anche un truffatore, allora … le probabilità di rivederlo indietro sono veramente prossime allo zero.

Anche per gli abusivismi finanziari potrete trovare in questa sezione i casi più ricorrenti e suggerimenti per scoprire in tempo di essersi imbattuti in un intermediario abusivo. Non è difficile, e internet aiuta molto. Basta dedicare un po' di tempo sul sito della Consob e delle altre Autorità di vigilanza, nonché sui motori di ricerca, per potersi fare un'idea del soggetto con cui pensiamo di intrattenere rapporti.

Spesso basta un "clic" per salvare i nostri risparmi.