Avvisi ai risparmiatori


Offerte di monete virtuali

L’Autorità di vigilanza dei mercati europei, Esma, ha pubblicato due comunicazioni, rivolte agli investitori e agli operatori, sul tema delle offerte di monete virtuali (cosiddette Initial coin offerings - Ico; https://www.esma.europa.eu/press-news/esma-news/esma-highlights-ico-risks-investors-and-firms).

L’Ico (anche nota con il nome di initial token offerings o token sale), secondo l’Esma, è un innovativo mezzo di raccolta di denaro presso il pubblico tramite il quale un soggetto offre “coin” e/o “token” in cambio di moneta avente corso legale come, ad esempio, l’euro o di altra moneta virtuale come il Bitcoin o l’Ether. Le Ico sono realizzate mediante internet e i “social media”.

Con particolare riguardo agli investitori, l’Esma evidenzia che gli investimenti nelle Ico hanno natura speculativa e possono nascondere rischi elevati e di non facile percezione. I valori delle monete virtuali sono estremamente volatili e per gli investitori può risultare più difficile liquidarle. Inoltre, a seconda di come è strutturata l’offerta, vi potrebbero essere rischi legati all’inapplicabilità dei presidi posti a tutela dei risparmiatori dalla normativa europea in materia di investimenti finanziari. Non è possibile, poi, escludere che alcune Ico abbiano finalità illecite, come il riciclaggio di denaro e/o frodi.

Con riferimento alle indicazioni per gli operatori, l’Esma fa presente che, a seconda delle caratteristiche dell’offerta, la stessa potrebbe configurare un’attività regolata che deve essere svolta secondo quanto previsto dalla normativa in materia di investimenti finanziari (direttive “Prospetto”, “Mifid”, “Aifmd”, “Antiriciclaggio”).

(in "Consob Informa" n. 44 del 4 dicembre 2017)