Newsletter


Le notizie della settimana:
- > Torna in presenza l’incontro annuale della Consob con il mercato finanziario - Appuntamento martedì 21 giugno in Borsa Italiana a Palazzo Mezzanotte - Restano le precauzioni anti-covid: meno posti in sala - L’evento anche in streaming
- > Riscontro alla segnalazione di Assicurazioni Generali Spa del 7 febbraio 2022
- > Comunicazioni Consob a tutela dei risparmiatori
- > Offerte pubbliche di acquisto su azioni e warrant emessi da Banca di Cividale Spa: Consob approva il documento di offerta
- > Compie cinque anni l’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) - Nel 2021 record di risarcimenti ai risparmiatori restituiti 39,2 milioni (+36% sul 2020); circa 120 milioni dal 2017
- > Banca d'Italia e Consob sottoscrivono un nuovo protocollo d'intesa in materia di scambio di informazioni sulle banche che effettuano offerte al pubblico aventi ad oggetto titoli di debito
- > Comitato di consultazione degli Operatori di Mercato e degli Investitori (Comi) presso la Consob: nominato un componente
- > Comunicazioni a tutela dei risparmiatori di altre Autorità di vigilanza

- > Le decisioni della Commissione assunte nel corso della settimana

Avvertenza: i provvedimenti adottati dalla Consob sono pubblicati nel Bollettino dell'Istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. Le notizie riportate in questo notiziario rappresentano una sintesi dei provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza e pertanto la loro diffusione ha il solo scopo di informare sull'attività della Commissione.

- LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA -

Torna in presenza il consueto incontro annuale della Consob con il mercato finanziario. Dopo due anni in cui l’evento si è dovuto tenere a distanza, sul web, nel rispetto delle normative anti-covid, quest’anno, per la prima volta dal 2019, Consob adotta nuovamente la formula dell’incontro in presenza.

L’appuntamento è fissato per martedì 21 giugno alle ore 11:00 a Palazzo Mezzanotte, sede storica di Borsa Italiana. A fini precauzionali la sala sarà occupata in misura minore rispetto alla sua capienza effettiva. L’evento sarà diffuso in diretta streaming.

torna al sommario

Con comunicato stampa pubblicato il 2 febbraio 2022 la società Assicurazioni Generali Spa ha reso noto di aver deliberato di “investire Consob del quesito se [la partecipazione complessivamente acquisita dal Gruppo Caltagirone, da Fondazione CRT e da Delfin S.à r.l.] sia soggetta agli obblighi di comunicazione in ordine, fra l'altro, ai programmi futuri ai sensi della normativa vigente per coloro che, anche di concerto, superino una percentuale del 10% del capitale sociale e se vi siano state asimmetrie informative rilevanti per il mercato”.

Al riguardo, diversamente da quanto comunicato al mercato, la Consob il 7 febbraio 2022 ha ricevuto da Assicurazioni Generali Spa, in luogo di un quesito, una “segnalazione in merito agli acquisti concertati aventi ad oggetto azioni di Assicurazioni Generali Spa” che nei suoi contenuti riporta fatti e ricostruzioni di stampa già noti al mercato e alla Consob.

Tanto premesso, la Commissione ha rappresentato (Comunicazione n. 0412443/22 del 31 marzo 2022) alla società Assicurazioni Generali Spa che la fattispecie oggetto della segnalazione non rientra nell’ambito di applicazione dell’articolo 120, comma 4-bis, del d. lgs. n. 58/98 che fa esclusivo riferimento al superamento individuale delle soglie partecipative ivi previste e, pertanto, che non emergono violazioni degli obblighi di comunicazione in ordine ai programmi futuri prescritti dalla suddetta disposizione. Inoltre, alla luce delle valutazioni e delle verifiche svolte nel riferito contesto fattuale, ha chiarito che non si riscontrano le asimmetrie informative ipotizzate nella segnalazione.

torna al sommario

Consob ha ordinato l’oscuramento di 6 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari.

L’Autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività internet di inibire l’accesso dall’Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione.

Di seguito i siti per i quali la Consob ha disposto l’oscuramento:

  • “Fusion Fx” (sito internet www.fusionfx24.com e relativa pagina https://my.fusionfx24.com);
  • Cryptopay Limited e Crypto Pro Expert Limited (sito internet https://cryptoproexpert.com e relativa pagina https://my.cryptoproexpert.com);
  • “NexFX”, Big Horizons Limited, New Forex Limited e NewFX Limited (sito internet www.newfx.trading e relativa pagina https://newfx.tradingweb.io);
  • “Octa-marketd” (sito internet https://octa-marketd.com e relativa pagina https://cfd.octa-marketd.com);
  • Tetris Group Ltd (siti internet https://sierrainvest.io e https://battletrade.pro).

Sale, così, a 669 il numero dei siti complessivamente oscurati dalla Consob a partire da luglio 2019, da quando l’Autorità è stata dotata del potere di ordinare l’oscuramento dei siti web degli intermediari finanziari abusivi.

I provvedimenti adottati dalla Consob sono consultabili sul sito www.consob.it. Sono in corso le attività di oscuramento dei siti da parte dei fornitori di connettività a internet che operano sul territorio italiano. Per motivi tecnici l’oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

La Consob richiama l’attenzione dei risparmiatori sull’importanza di usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento, adottando comportamenti di comune buon senso, imprescindibili per salvaguardare il proprio risparmio: tra questi, la verifica preventiva, per i siti che offrono servizi finanziari, che l’operatore tramite cui si investe sia autorizzato e, per le offerte di prodotti finanziari, che sia stato pubblicato il prospetto informativo.

A tal fine Consob ricorda che sul sito www.consob.it è presente in homepage la sezione “Occhio alle truffe!”, dove sono disponibili informazioni utili a mettere in guardia l’investitore contro le iniziative finanziarie abusive.

torna al sommario

Consob ha approvato il documento relativo alle offerte pubbliche di acquisto (opa) volontarie totalitarie promosse, ai sensi degli articoli 102 e seguenti del d. lgs. n. 58 del 1998 (“Tuf”), da Cassa di Risparmio di Bolzano Spa (Sparkasse), su azioni ordinarie e warrant emessi da Banca di Cividale Spa (Civibank) (delibera n. 22281 del 30 marzo 2022).

Le azioni ordinarie dell’emittente sono ammesse alla negoziazione sul sistema multilaterale di negoziazione denominato “Hi-Mtf” organizzato da Hi-Mtf SIM Spa, segmento “Order Driven”.

I warrant, invece, non sono ammessi alle negoziazioni su alcun mercato regolamentato e/o sistema multilaterale di negoziazione italiano o estero.

Sparkasse, il l9 dicembre 2021, ha comunicato di aver assunto la decisione di promuovere:

1) un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria su massime 21.932.385 azioni ordinarie CiviBank, pari all’82,91% del capitale sociale dell’emittente, rappresentative della totalità delle azioni ordinarie di CiviBank (ivi incluse le azioni proprie di Civibank), dedotte le 4.521.925 azioni di titolarità dell’offerente, ad un corrispettivo unitario per azione pari a 6,50 euro (“cum dividendo”);

2) un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria su massimi 14.247.928 warrant denominati “Warrant Banca di Cividale Spa - 2021-2024”, pari al 90,15% dei warrant emessi dall’emittente e in circolazione, ossia la totalità dei warrant dedotti i 1.557.450 warrant di titolarità dell’offerente, ad un corrispettivo unitario per warrant pari a 0,1575 euro.

Le offerte erano subordinate al rilascio delle seguenti autorizzazioni preventive:

i) acquisizione diretta di una partecipazione qualificata in misura superiore al 10% nonché di una partecipazione di controllo nell’emittente ai sensi degli articoli 4 e 6 del Regolamento (Ue) n. 1024/2013 del Consiglio del 15 ottobre 2013, degli articoli 19, 22, 53 e 67 del Tub e della relativa disciplina di attuazione (rilasciata dalla Banca Centrale Europea il 23 marzo 2022);

ii) acquisizione di una partecipazione in una banca comportante il superamento del 10% dei fondi propri consolidati del gruppo bancario dell’acquirente, ai sensi della Parte Terza, Cap. I, Sez. V, della Circolare della Banca d’Italia n. 285 del 17 dicembre 2013 (rilasciata dalla Banca d’Italia il 25 marzo 2022).

In data 11, 22 e 24 marzo 2022 l’offerente ha comunicato al mercato che alcuni azionisti di CiviBank hanno assunto separati impegni di adesione all’offerta sulle azioni e/o all’offerta sui warrant. Gli impegni di adesione, congiuntamente considerati, hanno ad oggetto complessive 3.742.345 azioni, rappresentative del 14,1464% del capitale sociale dell’emittente, nonché complessivi 247.267 warrant, rappresentativi dell’1,5644% dei warrant emessi dall’emittente.

Le azioni oggetto degli impegni di adesione, congiuntamente considerati, e le azioni CiviBank detenute dall’offerente ammontano a complessive 8.264.270 azioni, rappresentative del 31,2398% del capitale sociale di CiviBank.

Con comunicato del 22 marzo 2022, l’offerente ha reso noto di aver assunto la decisione di aumentare il corrispettivo unitario dell’offerta sui warrant riconoscendo, per ciascun warrant portato in adesione, un corrispettivo unitario in denaro fino a massimi 0,5575 euro costituito da: a) il corrispettivo unitario in denaro, pari a 0,1575 euro, già indicato nella comunicazione ex articolo 102 del Tuf, da corrispondersi alla data di pagamento dell’offerta sui warrant e b) il corrispettivo unitario differito, pari a 0,40 euro, da corrispondersi nel corso del terzo trimestre del 2024, in una data che sarà comunicata dall’offerente, e a condizione che l’aderente all’offerta sui warrant rispetti nel periodo compreso tra il 22 marzo 2022 e il 30 giugno 2024, senza soluzione di continuità, tutti i seguenti requisiti (da intendersi tra loro cumulativi e non alternativi):

  • l’aver mantenuto tutti i rapporti contrattuali in essere con CiviBank;
  • l’aver mantenuto la qualifica di “cliente attivo”, così come definita dalla Banca d’Italia nella Circolare n. 272 del 30 luglio 2008;
  • non essere stato inadempiente rispetto a obblighi, di rimborso o di altra natura, nei confronti di CiviBank.

Il corrispettivo complessivo per warrant, dato dalla somma del corrispettivo immediato e dal corrispettivo differito, esprime un premio complessivo del 37,99% sul prezzo di esercizio di ciascun warrant. In caso di totale adesione all’offerta sui warrant, l’esborso massimo per l’offerta sui warrant, è pari a 7.943.219,86 euro.

Per effetto del riconoscimento del corrispettivo differito per warrant e del conseguente incremento dell’esborso massimo complessivo delle offerte (pari a 150.503.722,36 euro) è stata aggiornata anche la cash confirmation letter rilasciata da Intesa Sanpaolo Spa.

Con riguardo alla determinazione del corrispettivo dell’offerta sulle azioni la comunicazione ex articolo 102 del Tuf prevedeva, come detto, che il corrispettivo per azione avrebbe dovuto intendersi “cum dividendo” e quindi essere automaticamente diminuito dell’importo di eventuali dividendi pagati o deliberati da CiviBank prima della data di pagamento del corrispettivo per azione.

Il 21 marzo 2022 tenuto conto che è stato reso noto che in pari data il consiglio di amministrazione dell’emittente aveva deliberato di sottoporre all’assemblea ordinaria degli azionisti di CiviBank la proposta di distribuzione di un dividendo pari a 0,20 euro per ciascuna azione (escluse le azioni proprie) per un importo complessivo pari a 5,3 milioni di euro, l’offerente - con il citato comunicato del 22 marzo 2022 - ha altresì reso noto di aver assunto la decisione di prevedere che il corrispettivo dell’offerta sulle azioni (pari, a 6,50 euro per ciascuna azione) rimanga invariato anche a seguito dell’approvazione da parte dell’assemblea ordinaria degli azionisti CiviBank della proposta di distribuzione del dividendo 2022 e del conseguente pagamento dello stesso.

Il corrispettivo per azione deve quindi intendersi “ex dividendo 2022” (e non già “cum dividendo” come inizialmente previsto) e, pertanto, qualora prima della data di pagamento del corrispettivo per azione, l’emittente dovesse pagare il dividendo 2022 o comunque dovesse essere approvata la proposta di distribuzione del dividendo 2022 dalla assemblea ordinaria degli azionisti di CiviBank e staccata la relativa cedola dalle azioni, gli azionisti CiviBank che porteranno le proprie azioni in adesione all’offerta sulle azioni durante il periodo di adesione, oltre a beneficiare del dividendo 2022, avranno in ogni caso diritto a ricevere, a titolo di corrispettivo per azione, un importo pari a 6,50 euro per ciascuna azione portata in adesione all’offerta sulle azioni.

Qualora l’approvazione del dividendo 2022 e lo stacco della relativa cedola dalle azioni dovesse avvenire dopo la data di pagamento del corrispettivo per azione, gli azionisti CiviBank che avranno portato le proprie azioni in adesione all’offerta sulle azioni riceveranno solo il corrispettivo per azione senza beneficiare del dividendo 2022.

Il periodo di adesione delle offerte ha inizio l’8 aprile 2022 e termine, salvo proroghe, il 6 maggio 2022 (estremi inclusi).

L’emittente è tenuto a diffondere al mercato, entro il giorno di borsa aperta antecedente al primo giorno del periodo di adesione, un comunicato contenente ogni dato utile per l’apprezzamento dell’offerta.

torna al sommario

Un 2021 da record. L’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf), l’organismo di risoluzione stragiudiziale dei contenziosi tra risparmiatori e intermediari, ha chiuso l’anno scorso con 39,2 milioni di euro di risarcimenti riconosciuti ai risparmiatori.

È l’importo più alto in cinque anni di attività, da quando l’Acf, istituito presso la Consob, ha iniziato ad operare nel gennaio 2017. Rispetto ai 28,9 milioni restituiti nel 2020 dagli intermediari ai piccoli investitori l’incremento registrato nel 2021 è del 36%.

Complessivamente, nel quinquennio 2017 - 2021, sono rientrati nelle tasche dei risparmiatori 120 milioni di euro con una percentuale di accoglimento dei ricorsi attestatasi in media al 67% (69% nel 2021).

Malgrado le decisioni dell’Arbitro non siano vincolanti, nella stragrande maggioranza dei casi (96,1%) gli intermediari si adeguano e chiudono il contenzioso nei termini indicati dall’Acf. Sono questi alcuni dei dati che risultano dalla relazione annuale per il 2021, pubblicata oggi dall’Arbitro e disponibile integralmente sul sito www.acf.consob.it insieme ad una Nota illustrativa.

In forte aumento anche i procedimenti chiusi (a quota 2119 con un incremento del 40,3% rispetto ai 1510 del 2020). Nei cinque anni di attività l’Arbitro ha ricevuto in tutto 8.695 ricorsi e ha concluso 7.385 procedimenti. Aumentano, infine, i casi di estinzione anticipata del contenzioso (242 nel 2021 contro i 212 del 2020) grazie agli accordi intervenuti mentre era in corso il procedimento davanti all’Arbitro, segno che lo strumento della riconciliazione stragiudiziale favorisce l’intesa fra le parti.

Dalla relazione risulta che la maggior parte dei ricorsi (quasi il 70%) proviene da persone di età superiore ai 55 anni, un dato che conferma come in Italia la ricchezza finanziaria sia concentrata nelle fasce di età più avanzata. I ricorsi presentati dagli under 40 sono appena il 10% del totale.

A rivolgersi all’Arbitro sono in prevalenza gli uomini (2/3 a fronte di 1/3 di donne), anche se sotto la soglia dei 40 anni il divario di genere tende ad attenuarsi. La provenienza geografica dei ricorsi è omogenea rispetto alle varie aree del Paese con la Puglia in testa quanto a numero di ricorsi.

All’origine dei contenziosi c’è il più delle volte un’informazione inadeguata sulle caratteristiche dei prodotti offerti e di conseguenza una scarsa consapevolezza da parte dei risparmiatori sull’investimento che si accingono a fare.

Ciò di cui gli investitori retail necessitano - osserva Gianpaolo Eduardo Barbuzzi, Presidente dell’Arbitro - sono informazioni migliori, non maggiori informazion i”.

torna al sommario

La Banca d'Italia e la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) hanno sottoscritto un nuovo protocollo d'intesa in materia di scambio di informazioni sulle banche che effettuano offerte al pubblico aventi ad oggetto titoli di debito (cosiddetto ‘infobond’). Il nuovo protocollo sostituisce quello sottoscritto dalle due Autorità nel 2012.

La revisione dell’accordo del 2012 si è resa necessaria a seguito dei cambiamenti normativi nel frattempo intervenuti, tra cui il recepimento del nuovo framework europeo in materia prudenziale (CRD IV/CRR) e la nuova normativa Ue in materia di prospetti (Regolamento Ue 2017/1129).

L’accordo ha ad oggetto il coordinamento tra la Banca d'Italia e la Consob nell’esercizio delle funzioni di vigilanza e lo scambio di informazioni nell’ambito delle procedure riguardanti banche sottoposte alla diretta supervisione della Banca d’Italia e concernenti il prospetto da pubblicare per l’offerta o l’ammissione alla negoziazione di titoli di debito in un mercato regolamentato; rafforza la cooperazione tra le due autorità grazie all’ampliamento delle informazioni condivise. Il documento può essere consultato sui siti www.bancaditalia.it e www.consob.it.

torna al sommario

Con delibera n. 22283 del 31 marzo 2022, la Commissione ha nominato componente del Comi Stefano Vincenzi. Vincenzi sostituisce Marco Fumagalli che ha dato le dimissioni dall’incarico. Il mandato del nuovo componente avrà scadenza analoga a quella degli altri componenti del Comitato, prevista per il 23 settembre 2023.

Il Comitato, composto da trenta componenti, si riunisce nella sede Consob di Milano con cadenza almeno trimestrale, ed è chiamato ad esprimere il proprio parere su temi regolamentari nelle materie di competenza dell’Istituto nonché sul piano strategico.

Il mandato ha durata biennale e può essere rinnovato una sola volta. La partecipazione al Comitato è a titolo gratuito.

torna al sommario

Le Autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority - Fca), Hong Kong (Securities and Futures Commission - Sfc), Francia (Authorité des Marchés Financiers - Amf), Nuova Zelanda (Financial Markets Authority - Fma New Zealand), Polonia (Polish Financial Supervision Authority - Knf), Svizzera (Swiss Financial Market Supervisory Authority - Finma), Ontario (Ontario Securities Commission - Osc), Lussemburgo (Commission de Surveillance du Secteur Financier - Cssf), Norvegia (The Financia Supervisory Authority of Norway - Finanstilsynet), Belgio (Financial Services and Markets Authority (Fsma) e Spagna (Comisión Nacional del Mercado de Valores - Cnmv), segnalano le società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari, bancari e assicurativi senza le previste autorizzazioni.

Segnalate dalla Financial Conduct Authority (Fca) - Regno Unito:

  • Mwt (tel.: 02071934670);
  • Hansraj Limited (https://hansrajlimited.com);
  • Apex Assure Ltd (https://apexassure.co.uk);
  • Murray and Johnson (tel.: +15856397102);
  • Millard-Moore & Partners Llc (www.millard-moore.com);
  • Bestrenewableenergyinvestor (www.bestrenewableenergyinvestor.com);
  • Primemarketfx (https://primemarketfx.com);
  • Capitalonefx (https://capitalonefx.com);
  • Icmarketingfx (https://icmarketingfx.com);
  • Golden Fx Trade (www.goldenfxtrade.com);
  • Fxtradefund (www.fxtradefund.online);
  • Globalcapitalfx (www.globalcapitalfx.net);
  • TradeproFx Ltd (https://tradeprofx.net);
  • OneFX Trade Ltd (https://onefx.online);
  • Magnus Capital Fx (https://h1.magnuscapitalfx.com);
  • Minance Tradefx (http://minancetradefx.com);
  • Primefx Service (https://primefxservice.net);
  • MegaFxOptions (https://megafxoptions.com);
  • Solid Forex Trade (http://solidforextrade.com);
  • Primer Forex PLC (https://primerforex.com);
  • PrimeFx Trade Limited (https://primexfxtrade.com);
  • Quick FX Mining (http://quickfxmining.com);
  • Surfx Academy (http://surfxacademy.com);
  • Trade International Ltd (https://tradeinternfx.com);
  • Vfxtrades (http://vfxtrades.net);
  • Premierfxpro Trades Limited (https://premierfxprotrades.com);
  • XTB Trading (http://xtbtradingfx.com);
  • Crypto Assets Management Ltd (http://cryptoassetonline.com);
  • Crypto FX Atlantic Trade (http://cryptofxatlantictrade.com);
  • Crypto Desk Fx (http://crypto-deskfx.com);
  • Meta Crypto Investment (http://metacryptoinvests.com);
  • Strategic FX Ltd (https://www.strategicfxtrading.com);
  • Arb Capital (https://arb-capital.com),clone di società autorizzata;
  • Circle Housing Money (https://circlehousingmoney.com), clone di società autorizzata;
  • Capitalise FX Investment (http://capitalisefxinvestment.com);
  • Pnk Trade Fxltd (https://pnktradefxltd.com);
  • Cryptomegaoptions Corporation (https://cryptomegaoptions.net);
  • Top Fx Expert (http://topfxexpert.com);
  • Unicornstockfx (http://unicornstockfx.com);
  • Futurefxpro (https://futurefxpro.com);
  • Fxms (Fx Markets) (https://fxmarkets.online);
  • Infxcoinkapita (https://infxcoinkapita.com);
  • Itsuki Acquisitions (https://itsukiacquisitions.com);
  • 24forex Trade Stocks (https://24forextradestocks.com);
  • Capitalfx Exchange (https://capitalfxexchange.com);
  • Brees Capital Group Llc (http://www.breescapitalgroup.com);
  • Crypto Coin Xpert (https://cryptocoinxpert.com);
  • Ns Trade Fx (https://nstradefx.com);
  • Concorde and Associates Llc (www.concordeandassociatesllc.com);
  • Alpha Trades (www.fx-alphatrades.com);
  • Lead Fx Swipe (www.leadfxswipe.com);
  • Extremewealth-Crypto.Ltd (www.extremewealth-crypto.ltd).

Segnalate dalla Securities and Futures Commission (Sfc) - Hong Kong:

  • https://arrano.network, clone di società autorizzata,
  • https://web.arranos.com, clone di società autorizzata.

Segnalate dalla Authorité des Marchés Financiers - (Amf) - Francia:

  • bordeauxdirect1969.com/login;
  • newsplacements.fr/container;
  • peroue-conseils.com/fr/admin/login;
  • www.jdbr-investissements.com;
  • www.jpha-conseil.com;
  • alphatradeplus.com;
  • fmarketx.com;
  • igcmarkets.com/fr;
  • investarea.com/?lang=fr;
  • kapital-trade.com/langs/french/index.php;
  • www.centogx.com.

L'Autorità di vigilanza francese, lAmf, mette in guardia il pubblico dei risparmiatori con riferimento ad offerte fraudolente di acquisto di azioni quotate a prezzi preferenziali.

A seguito di numerose segnalazioni da parte di investitori al dettaglio, l'Autorité des Marchés Financiers (Amf) chiede di porre la massima attenzione in merito ad offerte di investimento in titoli di grandi società quotate, estere o francesi, a un prezzo inferiore al loro prezzo ufficiale, da parte di soggetti non autorizzati che si spacciano per enti regolamentati. Secondo i rapporti raccolti dalla piattaforma Amf Epargne Info Service, gli investitori al dettaglio vengono generalmente contattati via e-mail o telefono, dopo aver lasciato i loro dati personali su moduli di contatto ricevuti via Internet. Queste offerte fraudolente di acquisto di azioni di società quotate, ad esempio azioni tecnologiche statunitensi o azioni francesi ben note al grande pubblico, sono molto spesso basate su clonazioni di istituti finanziari o di pagamento europei e a volte vengono presentate sotto forma di "conti di risparmio".

Segnalate dalla Financial Markets Authority (Fma New Zealand) - Nuova Zelanda:

  • www.stallioncapital.net, clone di società autorizzata;
  • www.croftcapital.ltd, clone di società autorizzata;
  • Capital Cycles Limited (www.capitalcycleslimited.com), clone di società autorizzata;
  • EcoMarkets.com (www.ecomarkets.com).

L’Autorità di vigilanza della Nuova Zelanda, inoltre, mette in guardia i risparmiatori che dei soggetti che si spacciamo per appartenenti ad una società autorizzata, stanno offrendo investimenti in un fondo gestito a rendimento fisso. La società regolamentata, Blackrock Investment Management Australia Limited, ha confermato di non essere collegata in alcun modo all'offerta e/o all'entità in questione. Nel prospetto si afferma inoltre, falsamente, che l'investimento è assicurato fino a $ 250.000 per investimento dal regime di garanzia del governo della Nuova Zelanda e che l'investimento è conforme alla regolamentazione Fma. Tutto ciò è falso. Nome dell'entità illegale: blackrock-newzealand.com, E-mail: info@blackrock-newzealand.com, Telefono: +64 9 2426995.

Segnalate dalla Polish Financial Supervision Authority (Knf) - Polonia:

  • 24xforex.com. Già segnalata dalla Financial Services and Markets Authority (Fsma) - Belgio, (vedi "Consob Informa" n. 4/2022 del 7 febbraio 2022);
  • KFG Leasing spółkaz ograniczona odpowiedzialnością;
  • Obligacje Społeczne Prosta Spółka Akcyjna;
  • KFG Spółka Akcyjna;
  • Soft Udate Ltd (traderprof);
  • Share Oracle Ltd (www.navagates.org);
  • Shift Holdings (www.shift-holdings.com);
  • Xvector Ltd and G.W Global solutions Ltd;
  • Status Market (www.statusmarkets.com);
  • Infinity4X. Già oggetto di delibera Consob n. 22276 del 24 marzo 2022. Successivamente l’Autorità avvalendosi dei poteri derivanti dal “decreto crescita” (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), ha ordinato ai fornitori di servizi di connettività a internet di inibire l’accesso dall’Italia al sito web www.infinity4x.com.

Segnalate dalla Swiss Financial Market Supervisory Authority (Finma) - Svizzera:

  • Erstesdenkmal Bank (https://www.erstesdenkmalbank.com);
  • Börsenaufsichtsbehörden (https://boersenaufsicht.center);
  • International Trading Surveillance Authority Itsa (https://itsa.online);
  • Bit-Finance (https://bit-finance.io) Già segnalata dalla British Columbia, British Columbia Securities Commission - Bcsc, (vedi "Consob Informa" n. 29/2021 del 26 luglio 2021).

Segnalate dalla Ontario Securities Commission (Osc) - Ontario:

  • Bitsmultiplier, Inc. (https://bitsmultiplier.com);
  • Proligon / Building Smart Systems IT SRL (https://proligon.com);
  • Bitcoin System;
  • Biconomy (https://biconomy.com).

Segnalate dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier (Cssf) - Lussemburgo:

  • www.blfund-eco.com, clone di società autorizzata;
  • www.professionalcare-holdings.com, clone di società autorizzata;
  • www.luxnordicwm.com, clone di società autorizzata;
  • www.robertomanagers.com, clone di società autorizzata.

La Commission de Surveillance du Secteur Financier (Cssf) avverte il pubblico dei risparmiatori che soggetti non identificati abusano del nome e dell'indirizzo della società di investimento lussemburghese 2 Pm Europe S.A. e che contattano i consumatori per offrire loro prodotti di investimento. In tal modo, inviano e-mail con il seguente formato di indirizzo: nome.cognome@2pm-europe-sa.com. La Cssf desidera precisare che la società di investimento 2 Pm Europe S.A., debitamente autorizzata in Lussemburgo ai sensi della legge del 5 aprile 1993 sul settore finanziario e soggetta alla vigilanza della Cssf, non ha alcun legame con i fatti richiamati nella presente avvertenza. L’Autorità di vigilanza del Lussemburgo, inoltre, avvisa il pubblico dei risparmiatori che sui siti web di Hubfinance (https://hubfinance.fr/ e https://hubfinance.com) sono stati creati diversi profili Cssf con i nomi dei membri dell’executive board, oltre ad alcuni agenti Cssf. La Cssf non ha mai acconsentito e non intende accettare di apparire sulle piattaforme Hubfinance. Inoltre sulla piattaforma viene menzionato che la Cssf “collabora” con determinate entità. La Cssf rifiuta categoricamente l'esistenza di tali "collaborazione" e declina inoltre ogni responsabilità per qualsiasi informazione che appare in un feed sulle menzionate piattaforme. Ogni comunicazione ufficiale della Cssf è pubblicata sul suo sito web www.cssf.lu. Hubfinance non ha ancora risposto alla richiesta espressa della Cssf di eliminare ogni riferimento e/o profilo "Cssf" dalle piattaforme, così come i nomi dei membri del Comitato Esecutivo e di alcuni agenti della Cssf.

Segnalata dalla The Financial Supervisory Authority of Norway (Finanstilsynet) - Norvegia:

  • Andelex (www.andelex.com).

Segnalata dalla Financial Services and Markets Authority (Fsma) - Belgio:

L’Autorità di vigilanza del Belgio, Financial Services and Markets Authority (Fsma) avvisa i risparmiatori che alcune false piattaforme per il trading in criptovalute sono coinvolte in frodi di vario genere. Nella maggior parte dei casi, le vittime ricevono telefonate o e-mail non richieste. I truffatori sono spesso molto aggressivi nel loro approccio. Chiedono sempre in anticipo un compenso per i loro servizi. Affermano che questi servono a coprire determinate spese amministrative o legali o per pagare delle tasse. Ma si tratta di costi puramente fittizi. Non appena i truffatori ricevono la commissione, scompaiono nel nulla. È quindi quasi impossibile recuperare il canone. La Fsma consiglia pertanto vivamente di non accettare tali offerte. Questi truffatori utilizzano illegalmente i dati identificativi di società esistenti autorizzate a offrire determinati servizi finanziari. I truffatori e le loro aziende affermano anche falsamente di collaborare con la polizia o con i supervisori finanziari. La Fsma consiglia grande attenzione soprattutto se si viene contattati senza averlo richiesto.

Segnalate dalla Comisión Nacional del Mercado de Valores (Cnmv) - Spagna:

  • https://trust-financeltd.com;
  • https://www.tradebaionics.com;
  • www.sagatrade.io;
  • https://libtradfx.com;
  • https://www.investpromarkets.com;
  • https://eccapitals.com;
  • www.walflo.com;
  • www.apexfinancefx.online;
  • Agartha Asset Management (https://agarthaassetmanagement.com);
  • Pistis Trust Ltd (https://pististrustltd.com);
  • Bairrada International Ltd (https://www.bairrada-markets.com);
  • Crypto Finance Solutions (https://bit2d.com);
  • Bit-Coinout Investment Company (www.bit-coinout.com);
  • Bitcoin-Pro.Live (https://bitcoin-pro.live/es);
  • Cordelino Ltd (https://btc-trends.com);
  • Expresstrade Capital Advisors Corporation (https://expresstrade.org);
  • 64ktrade Europe Ltd / Fx Investments Ltd (https://fxinvestments.live);
  • Effervescent Group Ltd (https://iconiccapital.market/es);
  • Intelligence Prime Capital Limited (www.iprimecapital.com, https://iprimecapital.site, https://iprimecapital-official.com, https://intelligenceprimecapitalguide.com, https://iprime-capital.com);
  • Clandestiny Group Ltd (https://dakkengroup.com);
  • Kowela Ltd (https://es.kowela.com);
  • Aka Traders Pty Ltd (https://newishfx-investment.com);
  • Omegapro Ltd (https://omegaproworldltd.com, www.myomegapro.com);
  • Openbkgestion (www.openbkgestion.com), clone di società autorizzata;
  • Orion Capital Global (www.orioncg.com.mx).

torna al sommario

LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE ASSUNTE O RESE PUBBLICHE NEL CORSO DELLA SETTIMANA
(i documenti immediatamente disponibili nel sito sono evidenziati tramite link; gli altri provvedimenti saranno disponibili nei prossimi giorni)

Consob
Albi ed elenchi
  • Autorizzazione di PGIM Limited, ai sensi dell’articolo 28, comma 1 e 6, del decreto legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998, all’esercizio in Italia di servizi di investimento mediante stabilimento di succursale in Italia, nei confronti di clienti professionali, di diritto e su richiesta, come individuati ai sensi dell’articolo 6, comma 2-quinquies e comma 2-sexies del medesimo Tuf, del servizio di investimento di “collocamento senza impegno irrevocabile nei confronti dell'emittente”, nonché allo svolgimento, in regime di libera prestazione di servizi in Italia, nei confronti di clienti professionali di diritto, come individuati ai sensi dell’articolo 6, comma 2-quinquies, lettera a), e comma 2-sexies, lettera a), del medesimo Tuf, dei servizi di investimento di “collocamento senza impegno irrevocabile nei confronti dell'emittente” e “gestione di portafogli” ed iscrizione della stessa società nell'albo di cui all'art. 20 del medesimo decreto legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998. PGIM Limited è autorizzata ad operare in Italia in conformità alle disposizioni applicabili alle imprese d’investimento di paesi terzi ed è sottoposta per tale operatività al regime di vigilanza ivi previsto. PGIM Limited viene iscritta nella sezione imprese di paesi terzi diverse dalle banche dell'albo di cui all'articolo 20 del Tuf (delibera n. 22282 del 31 marzo 2022).
Offerte pubbliche di acquisto e di scambio
  • Approvato il documento relativo alle offerte pubbliche di acquisto volontarie totalitarie promosse, ai sensi degli articoli 102 e ss. del d. lgs. n. 58 del 1998, da Cassa di Risparmio di Bolzano Spa (Sparkasse), su azioni ordinarie e warrant emessi da Banca di Cividale Spa (delibera n. 22281 del 30 marzo 2022).
Contrasto all'abusivismo (art. 7-octies Tuf)
  • Ordine, ai sensi dell’articolo 7-octies, lettera b), del d.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 Testo unico della finanza - Tuf di porre termine alla violazione dell’articolo 18 del medesimo Tuf, posta in essere da:

torna al sommario

CONSOB INFORMA (Reg. al Trib. di Roma n. 250 del 30/10/2013) - Direttore responsabile: Manlio Pisu - Comitato di redazione: Antonella Nibaldi (coordinatrice), Claudia Amadio, Riccardo Carriero, Luca Cecchini, Laura Ferri, Chiara Tomaiuoli, Alfredo Gloria - Direzione e redazione: CONSOB Via G. B. Martini, 3 - 00198 Roma - telefono: (06) 84771 - fax: (06) 8417707. E' possibile inviare documenti o segnalazioni alla redazione utilizzando l'Area interattiva del sito www.consob.it dove per altro CONSOB INFORMA è consultabile al link "Area pubblica/pubblicazioni/newsletter".