Commissario Chiara Mosca
Commissario Consob Chiara Mosca
 

Commissario della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa 
(nominato con DPR del 6 agosto 2021 ed in carica per sette anni).

Precedenti incarichi

  • 1° settembre 2019: professore associato di diritto commerciale, Dipartimento di Studi Giuridici, Università Bocconi (attualmente collocata "Fuori ruolo" con decorrenza 6 agosto 2021);
  • 1° settembre 2011 – 31 agosto 2019: Assistant Professor in diritto commerciale (ex art. 1, c. 14, l. 230/2005), Dipartimento di Studi Giuridici, Università Bocconi;
  • 2006 – agosto 2011: Lecturer, Dipartimento Studi Giuridici, Università Bocconi;
  • 2002 – 2005: Assegnista di ricerca, Istituto di Diritto Comparato "A. Sraffa", Università Bocconi;
  • 1998: Borsista di ricerca, "Associazione Amici della Bocconi".

Formazione

  • 2003: conclusione del programma di dottorato in Diritto Interno e Internazionale, Università Cattolica di Milano, con discussione della tesi dal titolo Opa obbligatoria e acquisti di concerto;
  • 1999 2000: London School of Economics, Master of Science in Law and Accounting;
  • 1997 – 1998: Università Bocconi, Corso post-laurea di perfezionamento per Giuristi d'Impresa, frequentato in qualità di tutor per conto dell'Istituto di Diritto Comparato A. Sraffa;
  • 1997: Università Bocconi, Laurea in Economia aziendale, 110/110 e lode.

Altre principali attività e titoli

  • Dal 2009: Research Fellow Centro Baffi-Carefin.
  • Dal 2014 componente del collegio docenti del PdD in Legal Studies, Università Bocconi (2009 – 2015: componente del Collegio dei Docenti del Dottorato in Diritto dell'impresa/PhD in Law of Business and Commerce, Università Bocconi).
  • 2014 – agosto 2021: responsabile del field in Business & Social Law del PdD in Legal Studies, Università Bocconi.
  • Ottobre 2020 – luglio 2021: componente dell'Osservatorio delle Società e delle Imprese della Camera di Commercio Milano, Monza Brianza, Lodi.
  • Agosto 2018 – 12 luglio 2021: consigliere di amministrazione indipendente di Sesa s.p.a., emittente italiano quotato al mercato regolamentato.
  • 2017 – 2018: partecipazione al gruppo di lavoro organizzato da Consob su Robo advisor, pubblicazione La digitalizzazione della consulenza in materia di investimenti finanziari (Aa.Vv.), in Consob, Quaderni Fintech, 1-113.
  • Novembre 2013 – ottobre 2015: membro del Consultative Working Group di supporto ai lavori del Corporate Finance Standing Committee dell'European Securities and Markets Authority (ESMA, Parigi);
  • Referee: per la rivista Banca Borsa e Titoli di Credito.
  • 2000-oggi: Comitato di redazione della Rivista delle società, Giuffré (dal 2021, coordinatore del comitato di redazione).
  • 2007 – oggi: Componente della redazione di Milano-Ferrara della Rivista del diritto societario (RDS), Giappichelli.
  • Abilitazione all'esercizio della professione di dottore commercialista (non iscritta) e di revisore legale (iscritta al registro).

Attività didattica

Dal 2000 ad oggi, attività didattica e responsabile di insegnamento in materia di diritto commerciale e diritto dei mercati finanziari nell'ambito di i) programmi di dottorato; ii) Scuola universitaria e scuola superiore universitaria, Università Bocconi (corsi: Private and Business Law, Financial Institutions and Markets Law, Diritto dei mercati e degli strumenti finanziari, Diritto commerciale); iii) altro (scuole di specializzazione).

Conoscenze linguistiche

  • Inglese, Francese.
    Altre cariche, presso enti pubblici o privati, e relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti   

Ai sensi dell'art. 1/1, comma 5, l. 7 giugno 1974, n. 216, Il presidente e i membri della Commissione non possono esercitare, a pena di decadenza dall'ufficio, alcuna attività professionale, neppure di consulenza, né essere amministratori, ovvero soci a responsabilità illimitata, di società commerciali, sindaci revisori o dipendenti di imprese commerciali o di enti pubblici o privati, né ricoprire altri uffici pubblici di qualsiasi natura, né essere imprenditori commerciali. Per tutta la durata del mandato i dipendenti statali sono collocati fuori ruolo e i dipendenti di enti pubblici sono collocati d'ufficio in aspettativa. Il rapporto di lavoro dei dipendenti privati è sospeso ed i dipendenti stessi hanno diritto alla conservazione del posto. In base all'art. 29-bis, legge 23 dicembre 2005 n. 262, essi nei due anni successivi alla cessazione dell'incarico, non possono intrattenere, direttamente o indirettamente, rapporti di collaborazione, di consulenza o di impiego con i soggetti regolati né con società controllate da questi ultimi.

 

    Dichiarazioni reddituali e patrimoniali